Grigi 4-0 dal Padova, la testa già a Foggia?

padovaalessandria4

 

Un poker sontuoso per chiudere in bellezza la stagione: il Padova impartisce una severa lezione all’Alessandria, finisce 4-0 il match dell’Euganeo ma i Grigi affrontano questo impegno con la testa già ai playoff (avversario il Foggia).

Fabiano apre le danze dopo appena quattro minuti di gioco, poi viene annullato un gol a Iunco ma i patavini volano rapidamente sul 3-0 grazie alle reti di Petrilli (azione personale) e Altinier, in mischia.

Guarda la sintesi video della partita (clicca qui)

Ad inizio ripresa Altinier si concede il lusso della doppietta con una conclusione dal limite: Alessandria vicino al gol della bandiera con Iunco, palla sulla traversa.

Aless-630x415

Il tabellino

Reti: 3′ Fabiano (P), 22′ Petrilli (P), 24′ Altinier (P), 47′ Altinier (P).

Padova (4-4-2): Favaro, Diniz, Sbraga, Fabiano, Favalli; Ilari (59′ Turea), Mazzocco, De Risio, Petrilli (71′ Bearzotti); Neto Pereira (84′ Cunico), Altinier. A disposizione: Reinholds, Dell’Andrea, Anastasio, Baldassin, Bottalico, Finocchio, Sparacello. All. Pillon

Alessandria (4-3-3): Nordi, Guerriera, Morero, Sirri (86′ Benech), Manfrin (65′ Sabato); Cittadino, Loviso, Mezavilla; Boniperti, Iunco (87′ Vitofrancesco), Principe. A disposizione: Vannucchi, Celjak, Sperotto, Sosa, Marras, Fischnaller, Iocolano, Bocalon, Marconi. All. Gregucci

Arbitro: Giampaolo Martelli di Brescia.

Ammoniti: De Risio (P), Loviso (A), Morero (A).

I risultati e la classifica del girone A della Lega Pro (clicca qui)

MBoc

Fotografie tratte da www.padovacalcio.it e da www.padovagoal.it

Articoli correlati

L’Alessandria ritorna comunque in testa

Leggi >

Serie B dalla “porta di servizio”: il Foggia lo spauracchio dei Grigi?

Foggia-AlessandriaFoggia-Alessandria 4-0 campionato di serie B 1963-’64.

 

Ormai è praticamente tempo di guardare ai playoff. Sabato scorso, insieme alla sconfitta dell’Alessandria in casa contro la Reggiana, il Padova ha perso a Bassano del Grappa, di fatto assicurando l’accesso matematico ai Grigi – quarti del girone – l’accesso alla “coda” finale per la B, mentre Pordenone e Bassano si giocheranno il secondo posto negli ultimi novanta minuti.

Nel girone B della Lega pro prosegue il duello tra Pisa e Maceratese, separate di un solo punto, 59: a 58: l’ultimo turno vedrà i toscani impegnati in casa contro la Lupa Roma, mentre i marchigiani saranno in trasferta ad Arezzo. L’Ancona, quarta, è fuori dai giochi.

Ma è il girone C, quello meridionale, ad interessare da vicino l’Alessandria. Il Benevento è aritmeticamente in serie B, il Foggia è secondo con 62 punti, poi appaiate Lecce e Casertana a quota 60 e Cosenza a 59.

IemmelloL’idolo del popolo foggiano, Pietro Iemmello. (Foto da www.foggiasport24.com)

 

All’Alessandria come seconda miglior quarta dell’intera Lega Pro toccherà lo scontro diretto in partita unica con la migliore seconda: oggi sarebbe contro il Foggia nella bolgia dello stadio “Zaccheria”. I Satanelli del bomber Pietro Iemmello hanno la miglio differenza reti e domenica saranno di scena in casa contro la Juve Stabia di Kenneth Obodo, ormai salva e che non ha più nulla da chiedere al campionato. Le altre due seconde, il Pordenone e il Pisa, saranno … Leggi >

Eusepi ceduto a titolo definitivo all’Alessandria

Umberto Eusepi nell’Alessandria (foto www.museogrigio.it)

Quattro anni e mezzo di proprietà del Pisa, con un contratto che lo avrebbe portato a rimanere di proprietà della società nerazzurra per circa 6 anni e mezzo, se fosse stato portato a compimento per intero. In realtà in nerazzurro Eusepi ha disputato una stagione più due mezze stagioni. La prima bagnata dalla rete promozione al Foggia, nella finale di ritorno dei playoff 2015-’16, mentre la seconda venne interrotta a metà stagione, quando Gattuso in Serie B gli preferì Cani, cedendolo a gennaio in prestito ad Avellino.

Il gol dell’1-0 di Eusepi contro il Livorno (Foto Andrea Valtriani)

L’anno dopo il tentativo di rilancio, con 9 reti in una intera stagione a Pisa e il gol nel derby al Livorno. La parabola Eusepi poi si è persa per strada. Oltre al prestito all’Avellino, per lui una parentesi al Novara e lo scorso anno ad Alessandria, prima del definitivo passaggio in questa finestra di mercato.

Per lui un biennale, con opzione per il terzo anno, in caso di promozione in serie B. Eusepi ha messo a segno 12 reti in 28 presenze in maglia grigia tra campionato e playoff nella stagione 2019-’20,

Leggi >

Tutte le volte dei Grigi nei playoff

Alessandria-Lecce (archivio www.museogrigio.it)

Nella stagione 1993-’94 la Serie C introdusse i playoff.  L’Alessandria vi ha preso parte otto volte: tre per la promozione dalla C2 alla C1 e cinque dalla C alla B.

Dario Serra contro il Meda

L’esordio dopo la C2 1999-2000. L’Alessandria seconda affronta il Meda che supera grazie al miglior piazzamento. Le due gare finirono in pareggio: 0-0 in Lombardia, 2-2 al Mocca. Poi la finale: il 3-2 del Giglio di Reggio Emilia che vendicò lo spareggio (non play-off) perso al Braglia di Modena.

Angelo Montrone, il vero protagonista della finale di Reggio Emilia.

Di nuovo playoff di C2 nel 2002. I Grigi affrontano la Sangiovannese con il vantaggio del ritorno in casa e della posizione di classifica. Vincono in Toscana 1-0 e basterebbe perdere con un gol di scarto per passare il turno. Ma non sarebbe da Grigi: che infatti cadono al Moccagatta per 3-0!

Si arriva al 2008-’09. Dopo un buon terzo posto in C2 il playoff propone la sfida con l’Olbia. In Gallura i bianchi vincono 1-0 ed al Mocca un “Eurogoal” di Briano sblocca la situazione e regala il passaggio di turno ai grigi. Che perdono il doppio decisivo confronto con il Como.

Nel 2010-’11, dopo una stagione terribile contrassegnata dalle malefatte del presidente Veltroni, l’Alessandria si piazza al terzo posto e per la prima volta si gioca la promozione in B. La Salernitana all’Arechi è costretta al pareggio dai ragazzi di Sarri. Questa volta è Leggi >

Giornata di lutto per la Famiglia Grigia, addio a Massimo Berta

Berta (accosciato, secondo da destra) nell’Alessandria della stagione 1970-’71

Giornata di lutto per la Famiglia Grigia. Se n’è andato un altro pezzo della nostra storia: Massimo Berta. Con ben 387 presenze nel calcio professionistico, classe 1949, di ruolo centrocampista, Berta aveva giocato in Serie B con Alessandria, Foggia e Sambenedettese. Aveva indossato anche le maglie di Lecco, Reggiana e Imperia. Fu tra gli artefici della conquista della prima Coppa Italia di C.

Torneo del Quadrilatero,29 giugno 1967: ingresso in campo con Berta capitano

Centrocampista classico, tra i più amati dai tifosi, Berta ha esordito diciottenne in Serie B nell’ultima partita di campionato. Diventò titolare già dal campionato successivo e nelle quattro annate di Serie C totalizzò 128 presenze risultando spesso tra i migliori. Nel 1971 trasferimento a Foggia, ancora tra i cadetti per fare poi ritorno ad Alessandria a fine stagione. Ancora protagonista in grigio nell’Alessandria di Marchioro che fallì la promozione ma vinse la Coppa Italia di Serie C. Vide i Grigi vincere finalmente il campionato da avversario con la maglia del Lecco, per poi ritrovarli tra i cadetti come giocatore della Sambenedettese; nella partita di andata, nelle Marche, realizzò il gol su rigore che decise la gara a favore dei rosso-blu. Fu in campo anche al Moccagatta in quel drammatico incontro che sancì lo spareggio-salvezza tra Alessandria e Reggiana.
A Sanbenedetto del Tronto rimase altri due anni; scese in C giocando due campionati con la Reggiana e chiuse la carriera con la maglia dell’Imperia nella … Leggi >