Contro il Siena il campo alessandrino è imbattuto da settantasette anni

scansione-4

 

La Robur Siena nasce nel 1904 ma non disputa tornei ufficiali fino alla stagione 1921-’22. Milita nelle categorie inferiori fino al 1938 quando conquista la promozione in serie B. Nella categoria cadetta, in realtà, i bianconeri c’erano già stati due stagioni prima, ma si trattò di un “mordi-e-fuggi” con immediata retrocessione. Questa volta i senesi giungono in B per restarci ed in effetti ci rimangono fino al 1948. Nel 1952 cade in IV serie dopo aver disputato il girone di qualificazione per la C (vinto dall’Alessandria). Nel 1956 risale in Terza serie vincendo anche lo Scudetto dei Dilettanti. Da allora fino alla fine del secolo tanta serie C (in tutte le sue formule).

scansione-4b

scansione-5

scansione-6Fotogrammi riferiti alla sfida Alessandria-Siena 0-0, campionato di serie C1 1996-’97.

 

Nel 1999-2000 il Siena, molto rinforzato nella compagine societaria, vince il girone di C1 ed approda in B. Due stagioni di assestamento, poi vince anche il torneo cadetto ed è promosso, per la prima volta nella sua storia, nella massima serie. Sette campionati di A con il tredicesimo posto come massimo piazzamento, la retrocessione, il ritorno in A per altre due stagioni ed infine il fallimento legato alla crisi del Monte dei Paschi. La nuova Robur (gli anni d’oro li ha vissuti come Siena AC denominazione assunta dal 1933), riparte dalla D che vince subito e rientra in Lega Pro.

chiesaEnrico Chiesa con la maglia del Siena.

 

Le sfide con l’Alessandria

Il primo incontro tra Grigi piemontesi e bianconeri toscani avviene alla tredicesima giornata del campionato di serie B 1938-’39 fissata per il giorno di capodanno. Il Siena gioca un brutto scherzo ai Grigi venendo ad espugnare il campo del Littorio. Il risultato matura negli ultimi minuti ed il gol di Lenzi all’88’ risulta determinante.

01.01.1939 Alessandria, Littorio – 13ª giornata

Alessandria – Siena 0-1 (0-0)

Rete: 88. Lenzi [S].

Alessandria: Cassetti, Vitto, Petermann, Bigando, Parodi, Ghidini, Massiglia, Fibbi, Pietruzzi, Robotti, Cresta Luigi.   All.: Cattaneo

Siena Ac: Erbinovi, Manni, Passalacqua, Biasotto, Casalini, Pellegatta, Renoldi, Lenzi, Bandini, Dupas, Gambini. All.: Faroppa.

Arbitro: Limido (Milano).

scansione-8

scansione-copia-2Ancora Alessandria-Siena 0-0 nel 1996.

 

Questa è la prima ed ultima vittoria ottenuta dal Siena in quel di Alessandria. Sulla panchina del Siena siede Vittorio Faroppa che nella stagione successiva si accaserà proprio ad Alessandria, “vendicando” il 31 dicembre 1939 la sconfitta del 1° gennaio.

31.12.1939 Alessandria, Littorio – 13ª giornata

Alessandria – Siena 2-0 (2-0)

Reti: 6. Fibbi [A], 18. Rosso Angelo [A].

Alessandria: Roggero, Bigando, Petermann, Ghidini, Parodi, Cresta Luigi, Carassa, Fibbi, Pietruzzi, Foglia, Rosso Angelo. All.: Faroppa.

Siena Ac:  Pierluigi, Angeletti, Passalacqua, Biasotto, Pellegatta, Martelli, Renoldi, Dapas, Romano, Solbiati, Gambini. All.: Macchi.

Arbitro: Carminati (Milano) [Miglio, Delleani].

siena_calcio_1_bandiera_animataIl 6 ottobre 1940 si verifica un fatto che ha pochi precedenti nel calcio italiano: due giocatori della stessa squadra vengono espulsi per reciproche scorrettezze! Al quarto d’ora del secondo tempo Fibbi e Ghidini litigano in campo arrivando persino a mettersi le mani addosso. L’arbitro vede e manda i due giocatori dell’Alessandria anzitempo negli spogliatoi. Subito dopo arriva il pareggio del Siena.

06.10.1940 Alessandria – 1ª giornata

Alessandria – Siena 1-1 (1-0)

Reti: 21. Fibbi [A], 62. Alderotti [S].

Alessandria: Bulgheri, Bigando, Cavasonza, Ghidini, Giuberti, Caligaris, Rampini, Fibbi, Cerutti, Foglia, Ghezzi. All.: Krappan

Siena Ac: Erbinovi, Lorenzini, Passalacqua, Biasiotto, Dei, Martelli, Polack, Pellegatta, Alderotti, Gigli, Gambini. All.: Macchi

Arbitro: Cardinali (Milano) [Massocca, Baratelli].

Espulsi 60. Fibbi [A] e Ghidini [A] per reciproche scorrettezze.alessandria_calcio_bandiera_animata

Nel 1952 la serie C diventa a girone unico ma per arrivarci Alessandria e Siena devono vincere il girone di qualificazione che le vede opposte a Molfetta e Palazzolo. Vincono i Grigi e la successo all’ ultima giornata (1-0 gol di Benzi) suggella il risultato.

Da allora passano 32 anni prima di ritrovarsi. Dal 1985 al 1996 cinque partite al Moccagatta ed altrettanti pareggi.

L’anno dopo, l’8 marzo 1988, ultima partita e vittoria con gol di Giraldi.

08.03.1998 Alessandria, Giuseppe Moccagatta – 25ª giornata

Alessandria – Siena 1-0 (0-0)

Rete: 63. Giraldi [A].

Alessandria: Toccafondi, Costi [56. Bellini], Ferrarese, Lizzani, Tedesco, Fornaciari, Fantini [79. De Martini], Gasparini, Lerda Franco, Vivani [56. Lanotte], Giraldi. A disp.: Lazzarini, Scaglia, Facchino, Giannotti. All.: Orrico.

SIENA AC: Mareggini, Vezzosi, Lo Giudice, Masini, Ferraro, Mobili [78, Ghizzani], Puccinelli, Baiocco, Bresciani, Fioretti, Melizza [71. D’Ainzara]. A disp.: Ardigò, Dionigi, Voria, Tardiola, Soria. All.: Silipo.

Arbitro: Castellani (Verona) [D’Amato, De Cesare].

scansione-1

scansione-2Alessandria-Siena 1-1, torneo di C1 1991-’92.

 

Il bilancio

Il Siena comanda il bilancio storico della sfida: 10 vittorie a 6; al Moccagatta va meglio con i Grigi in vantaggio per 5-1. Anche nei gol i bianconeri sono stati superiori: 31-18 (ma in Piemonte 5-10).

L’unica sconfitta subita in casa risale al 1939, per cui il campo alessandrino è imbattuto da 77 anni e 10 mesi. L’Alessandria, inoltre ha una striscia casalinga aperta di undici partite.

siena-andata-1

Due giocatori sono scesi in campo dieci volte nella sfida: si tratta dell’alessandrino Bigando e del senese Pellegatta. Subito dopo Fibbi con 9 e il toscano Gambini con 8.

Tra i marcatori il leader è Polack, giocatore triestino che le cronache del tempo, in ossequio alle decisioni di italianizzare tutti i cognomi, chiamavano Polacchi. L’attaccante del Siena ha segnato quattro reti delle quali tre in una sola gara.

siena-andata-2

Doppi ex

Trentuno giocatori nella storia hanno indossato sia la maglia dell’Alessandria che quella del Siena.

Solo due hanno giocato da tutte e due le parti. In ordine Marco Piacentini, poi grande istruttore-allenatore di giovani calciatori, che giocò prima nei Grigi e successivamente (due volte) nel Siena. Poi nei tardi anni ’90 Gian Domenico Costi che affrontò l’Alessandria da senese per passare, l’anno successivo nella squadra dell’Orso e giocare da ex contro i bianconeri.

Luigi Sacchi è, tuttavia, il doppio ex con più presenze: quattro tutte nel Siena. Poi Stefano Mariani (3), Baiocco (2) e Lushta (1) sempre con i bianconeri. Solo Orocini e Bertotto hanno giocato contro il Siena da alessandrini.

carterosiena

Negli organici delle due squadre del corrente torneo ci sono ben quattro ex: ci sono Ghinassi e Terigi che hanno già indossato il grigio, mentre Gonzalez (foto sopra in versione bianconera) e Sestu in passato sono stati nella rosa del Siena. Ovviamente nessuno di essi ha mai disputato un Alessandria-Siena.

Mister

Capitolo allenatori: forse tra tutte le squadre del girone il Siena è quella che ha avuto il maggior numero di intrecci in panchina con l’Alessandria.

scansione-3Ancora Alessandria-Siena 11, stagione 1991-’92.

 

Premesso che Alberto Macchi del Siena è il mister con più presenze nella sfida (otto in totale), tre tecnici sono stati protagonisti di Alessandria-Siena seduti sulle due panchine. Il già citato Faroppa con tre partite è stato uguagliato da Orrico: tutti e due una volta da mandrogni e due da senesi. Entrambi sono stati superati dall’indimenticato Ferruccio Mazzola che nelle sue cinque esperienze (una da noi) ha vinto la prima con il Siena ed ha pareggiato le successive. C’è poi Enrico Nicolini in campo con il Siena contro i Grigi, ma anche allenatore ad Alessandria; poi Discepoli e Iachini, giocatori tra Tanaro e Bormida e tecnici nella città del Palio senza mai giocare l’incontro diretto.

 Sergio Giovanelli

Guarda anche

Alla scoperta del pianeta degli Ultras senesi

Il calcio a Siena, dalle origini al doloroso fallimento

Quando Alessandria-Siena non fu una normale partita di calcio