Mister Stellini si presenta alla piazza: “Il mio obiettivo è quello di cercare di avere il dominio del gioco”

 

Questa mattina è stato presentato il nuovo Mister dell’Alessandria Cristian Stellini.

“Ho visionato molte partite dell’Alessandria per conoscere al meglio le caratteristiche della squadra e iniziare un percorso. Il mio obiettivo è quello di sviluppare un calcio propositivo e offensivo, cercando di avere il dominio del gioco, perché la difesa è importante ma la si può impostare anche giocando un buon calcio. Sicuramente avranno grande importanza gli allenamenti in settimana: si lavorerà per non avere dubbi durante le gare, ognuno deve sapere cosa deve fare in ogni momento, conquistando così sicurezze e personalità“.

Ed ancora: ”Non voglio stravolgere l’organico, ma lavorare su intensità e velocità di pensiero, soprattutto per i momenti di difficoltà. Per quanto riguarda il modulo, invece, ho idee molto chiare che però potranno cambiare in itinere, anche in base alle singole gare “.

“Sul modulo di gioco non sono uno che non cambia mai idea, preparo ogni partita, insieme ai giocatori, e devono anche essere loro a dimostrarmi che contro un certo tipo di avversario siamo in grado di fare meglio con un atteggiamento diverso”.

In conclusione: “Carenze nella rosa? In questo momento solo una, l’esterno sinistro basso: è la sola casella mancante” Gli Over? “o non mando via nessuno, meno che mai interpreti di questo gruppo. Voglio lavorare con questi ragazzi, confrontarmi con loro e verificare se, eventualmente, dovessero esserci necessità”.

Il diesse Pasquale Sensibile sul nuovo tecnico dei Grigi: “Si è trattato di una scelta fortemente decisa e determinata. Da oggi è il nostro comandante”.

Lo staff di Mister Stellini

Con il tecnico lavoreranno Stefano Bettella (nella foto sopra), in qualità di secondo, Stefano Bruno nel ruolo di preparatore atletico e Massimo Cocco come match analyst, Riconfermati Andrea Servili (allenatore dei portieri) e Andrea Bocchio (che si occuperà del recupero degli infortunati).

Mario Bocchio

Guarda anche

 

Articoli correlati

Stellini: “Era arrivato il momento di confrontarsi coi grandi”

Di Masi: “Cambieranno le strategie, ma non gli obiettivi, perché c’è sempre una cosa che vogliamo fortemente”