Dopo un necessario periodo di tristezza e di “lutto” dobbiamo ritrovare quell’amore che vive dentro di noi

 

Chi nella vita ha sofferto per amore lo sa. Riprendersi anche da una grande delusione sportiva – come è stata la mancata promozione in serie B dei Grigi dopo aver dilapidato un ingente patrimonio di punti – può essere un percorso duro e difficile, ma ricominciare ad amare e ad amarsi non è una missione impossibile.

Quando una storia d’amore finisce sono molte le variabili che entrano in gioco e le domande a cui a volte non si riesce a trovare risposta. Entrano in gioco sentimenti, emozioni ma anche questioni pratiche. La fine di una storia d’amore talvolta può portare a cambiare completamente vita, a trasferirsi altrove (in questo caso a non andare più allo stadio), a perdere più o meno volutamente delle amicizie e dei punti di riferimento.

Allora, perché non cogliere questa occasione, seppur molto difficile – dopo la sconfitta con il Parma, ultima chanche perduta – per ricominciare tutto da capo? Quando una storia d’amore finisce con discussioni e litigi (come è avvenuto tra i tifosi e la squadra) la situazione diventa ancora più tragica. Il distacco può essere netto oppure si possono manifestare degli strascichi.

Chi ha avuto una grande delusione d’amore, però, deve rimettersi in gioco e sentirsi pronto a ricominciare. Non è detto che si debba correre subito alla ricerca dell’anima gemella, anzi. Per ricominciare tutto da capo meglio ripartire da sè stessi.

Provate a pensare, innanzitutto, che quando una storia finisce non significa che noi come persone uniche e inimitabili abbiamo perso tutto il nostro valore. È proprio il momento di riscoprire questo valore e di farlo risplendere.

Ci innamoriamo di una persona perché proprio lei in un determinato momento della vita fa in modo che riusciamo a provare amore dentro di noi. Se ci vogliamo bene – dopo un necessario periodo di tristezza e di “lutto” – possiamo ritrovare quell’amore che vive dentro di noi e che ci aiuterà a sentirci persone nuove e migliori.

Se dovessimo decidere di innamorarci di nuovo, facciamo tabula rasa dei ricordi spiacevoli del passato che ci tormentano. I paragoni con le storie precedenti sarebbero sempre dietro l’angolo.

Mario Bocchio

Articoli correlati

Bisogna rimettere a posto i cocci e ripartire. Con o senza Gonzalez?

Parma-Alessandria passerà alla storia come il Bignami di una stagione maledetta e assurda

Addio serie B diretta: ripercorriamo le tappe fondamentali della disfatta grigia