Archivio della categoria: Le grandi sfide

Alessandria punto d’oro contro la forte Carrarese

Alessandria-Carrarese 2-2, Arrighini nell’area toscana (foto www.museogrigio.it – Mario Bocchio)

Forti emozioni al Moccagatta nella prima del 2020 con il big match tra Alessandria e Carrarese due tra le protagoniste nella lotta alla conquista dei playoff alle spalle della corazzata Monza, capolista del campionato. Ne è uscito un pareggio giusto con due reti per parte, frutto di una partita giocata a viso aperto da entrambe le formazioni seppur alle prese con seri problemi di organico causa infortuni e malattia cui si è aggiunta anche la squalifica dell’alessandrino Cosenza rimediata nell’ultima giornata disputata prima della lunga pausa di fine andata.


Alessandria-Carrarese 2-2, il vantaggio dei Grigi (foto www.museogrigio.it – Mario Bocchio)

Proprio per arginare l’attacco toscano, Scazzola ha fatto “di necessità virtù” proponendo in difesa Gjura dal primo minuto al fianco di Dossena, Sciacca e l’arretrato Celia, con il centrocampo a cinque a supporto di Arrighini unica punta; un solo attaccante anche per la Carrarese, Infantino nel 4-2-3-1 disegnato da Silvio Baldini con i tre di centrocampo chiamati a continui inserimenti in fase avanzata. Primo tempo senza reti ma comunque piacevole e con numerosi spunti importanti: vantaggio sfioratoal 7’ dalla Carrarese con doppia ribattuta prima dell’estremo difensore Valentini poi di Dossena su conclusione di Foresta.

Guarda la gallery fotografica

Bene Chiarello nel centrocampo grigio in fase propositiva. Al 13’ il giocatore di casa lanciato da Sartore riesce ad involarsi verso l’area toscana ma nel saltare il portiere avversario in disperata uscita si è allungato la palla non potendo più concludere … Leggi >

2010-2020: riviviamo le emozioni Grigie

L’esultanza di Fausto Ferrari (foto Il Piccolo)

13 marzo 2011, la striscia vincente dell’Hellas Verona si ferma allo stadio “Moccagatta”: l’incornata di Martini (55′) e la punizione di Artico (89′) vanificano il momentaneo vantaggio scaligero firmato Ferrari (rig. 51′).

L’esultanza di Fabio Artrico (foto Il Piccolo)

Erano i Grigi di Mister Maurizio Sarri che lottarono sino alla fine per la promozione in Serie B.

La partita del Centenario

18 febbraio 2012 la partita del Centenario. Alessandria – Rimini finisce 2-1 per i Grigi, scesi in campo con la prima mitica casacca del club.

Nel gennaio 2013 i Grigi passano nelle mani dell’imprenditore torinese Luca Di Masi e, al termine del campionato 2013-’14, ottengono l’accesso al nuovo campionato di terza serie, istituito nella susseguente stagione sportiva.

Il gol di Ferrari al Bellaria (foto Il Piccolo)

Fausto Ferrari torna in campo dopo un lunghissimo infortunio e segna il goal che vale all’Alessandria la matematica certezza della Lega Pro Unica. L’attaccante entra al 66′ al posto di Michele Marconi e cinque minuti dopo firma il goal partita, ribadendo in rete un’imprecisa respinta del portiere De Deo.

La festa nella magica notte di Marassi

Stagione 2015-’16, i Grigi sono stati capaci di raggiungere un traguardo inimmaginabile: la semifinale di TimCup.
Gli ottavi di finale hanno messo di fronte alla compagine di Gregucci il Genoa, in una sfida piena di emozioni e ricordi che ha fatto rivivere le epiche battaglie dei primi anni del 900 tra le … Leggi >

I Grigi battono la Pro con una prestazione di cuore

Alessandria-Pro Vercelli 2-1: Arrighini esulta dopo il suo gol (foto www.museogrigio.it)

Ci sono partite che si vincono con la tecnica, la bravura dei singoli, gli episodi, magari con un pizzico di fortuna. L’Alessandria ha vinto il derby contro la Pro Vercelli soprattutto con il cuore, la grinta, la determinazione, la voglia di riprendersi quando lasciato in termine di punti ed occasioni perdute nel corso del girone di andata. Dopo la brutta prestazione di Crema la squadra di Scazzola è stata brava a fare “quadrato” nel capire che le difficoltà, la sfortuna, le avversità in termine di infortuni potevano essere sovvertite con una prestazione di rilievo contro gli storici avversari vercellesi.

Alessandria-Pro Vercelli, la storica sfida è sempre una battaglia (foto www.museogrigio.it)

Ne è uscito un derby “ruvido”, spesso fuori da schemi e moduli di gioco, su di un campo difficile; un match da “dentro o fuori” che ha rilanciato i Grigi rimandando la Pro all’esame Pianese nella prima di ritorno. Una dedica dei giocatori grigi all’amico e compagno Andrea Cambiaso operato in settimana, una dedica della tifoseria all’indimenticato Cisley a dieci anni dalla scomparsa.

Alessandria-Pro Vercelli 2-1, la dedica a Cambiaso (foto www.museogrigio.it)

Schema forzato e prudente per Scazzola con il 4-4-2 che si trasforma spesso in 4-3-3 con Arrighini a reggere l’attacco supportato dalle incursioni di Chiarello e Sartore sulle fasce; solito 4-1-4-1 per Gilardino, con Comi centrale d’attacco. Anche se la Pro Vercelli recrimina per la base del palo colpito dallo stesso Comi di testa al 25’ su … Leggi >

Pari dei Grigi nella notte in cui il forte Cambiaso va ko per infortunio

Alessandria-JuventusU23 1-1, Gabriel Cléùr (foto www.museogrigio.it)

Al grido di “Grigi, Grigi, Grigi – OlèOlèOlè” e con le bandiere in campo prima dell’inizio dell’incontro la tifoseria alessandrina ha salutato e ricordato Italo Bertassello, figura storica della Curva Nord, per anni la voce di chi sceglieva quegli spalti per sostenere i Grigi.

Alessandria-JuventusU23 1-1, la “Nord” ricorda Italo Bertassello (foto www.museogrigio.it)

Un coro che si è unito agli altri che i tifosi hanno levato al cielo per sostenere un’Alessandria che per l’ennesima volta (e questo succede ormai da un mese) non è riuscita a vincere, in questo caso opposta alla Juventus U23 nel recupero del turno rinviato a causa delle numerose assenze legate alla partecipazione dei vari giocatori agli incontri delle rispettive nazionali.

Alessandria-JuventusU23 1-1, Andrea Arrighini (foto www.museogrigio.it)

Alla vigilia doveva essere una ipotetica ripartenza per l’Alessandria o un possibile aggancio ai grigi da parte bianconera. Ne è uscito un pareggio che alla fine accontenta entrambe le squadre anche se quell’urlo strozzato in gola all’89’ con la palla calciata da Chiarello e deviata sul palo dall’estremo difensore avversario Loria sa ancora una volta di beffa, senza parlare poi della successiva conclusione fuori dallo specchio della porta di Eusepi da posizione ottimale ma completamente sbilanciato.

Alessandria-JuventusU23 1-1, la delusione di Eusepi a fine gara (foto www.museogrigio.it)

Sfortuna che aveva già duramente colpito la squadra di mister Scazzola dopo 22 minuti del primo tempo quando Cambiaso era stato costretto ad abbandonare il terreno di gioco in barella per infortunio … Leggi >

Il Siena si regala un successo storico ad Alessandria

Alessandria-Robur Siena 1-3, Eusepi in elevazione (foto www.museogrigio.it)

Ottant’anni sono passati da quando il Siena, nel pantano del Moccagatta dopo la nevicata, riuscì a sconfiggere i Grigi. Per gli amanti delle statistiche numeri cui fare riferimento, per la squadra di mister Scazzola un 1-3 che brucia soprattutto dopo che si era rimessa in discussione una partita per almeno un tempo di chiara marca senese. Come allora il campo era in condizioni difficili per la fitta pioggia caduta, “chapeau” ai temerari sugli spalti a tifare Alessandria ma anche Siena visto che dalla città toscana uno sparuto numero di sportivi aveva raggiunto il “Mocca”.

Alessandria-Robur Siena 1-3, Celia (foto www.museogrigio.it)

Primo tempo estremamente impegnativo per l’undici in grigio messo in chiara difficoltà da un Siena praticamente perfetto che spinge da tutte le parti creando almeno quattro situazioni per passare in vantaggio, colleziona due calci di punizione dal limite di cui uno realizzato con una pennellata degna della massima serie da Lombardo ed innervosisce oltremisura Cosenza e compagni che riescono solamente con il carattere a contrastare la superiorità avversaria.

Alessandria-Robur Siena 1-3, Dossena in area bianconera (foto www.museogrigio.it)

Tre cartellini gialli in quarantacinque minuti di gioco sono sicuramente tanti per la squadra che gioca tra le mura amiche, se pensiamo poi che per Cosenza ed Eusepi poteva scattare addirittura il rosso per reazione allora è tutto detto. Eppure la palla gol più clamorosa è stata per Celia vanificata per merito del numero uno bianconero.

Guarda la gallery fotografica

Poi l’Alessandria che nel Leggi >