Archivio della categoria: Racconti da Grigi

Morti, feriti decorati: anche in guerra l’Alessandria ha dato il suo contributo alla Grande Guerra

 

La mattanza della Grande Guerra colpì pesantemente l’intero mondo sportivo ed ogni squadra dovette piangere i suoi morti. Non sfuggì al comune destino l’Alessandria FBC.

Tra gli oltre 600 mila italiani che persero la vita nell’immane conflitto troviamo numerosi personaggi legati alla maglia grigia.

Il triste elenco comincia con un nome sconosciuto ai più: quello del ventenne Luigi Cornaglia, capitano della terza squadra grigia soldato di Artiglieria. Nel giugno 1915 secondo la rivista “Il Football” “Fu colpito da un proiettile nemico mentre impavido puntava su di una batteria nemica uno dei suoi pezzi”.

Soltanto due mesi più tardi si aggiunge Arturo Boccaccio, giocatore della formazione riserve dell’Alessandria: caporalmaggiore dei Bersaglieri cade in battaglia nel corso delle offensive di agosto.

Il fratello di Cornaglia, Angelo, non morirà in combattimento, ma sarà vittima della terribile epidemia di “spagnola”, la forma influenzale che fece milioni di morti tra il 1918 e il 1920; come lui anche Fausto Banchero.

Tra i “footballers” grigi caduti anche Felice Milano, detto Milano II (foto a fianco) per distinguerlo dal fratello Giuseppe. Era arrivato dalla Pro Vercelli nel 1913 a rinforzare la squadra grigia ed era in breve diventato un pilastro della formazione alessandrina. Il 15 novembre 1915, durante la battaglia di Zagora, località sulla sponda destra dell’Isonzo oggi in territorio sloveno, venne preso prigioniero dagli Austro-ungarici. Non rassegnandosi alla prigionia tentò la fuga ma venne ucciso.

In battaglia perse la vita anche George Arthur Smith (a fianco in Leggi >