Archivio della categoria: Racconti da Grigi

Il diesse Fabio Artico sull’esonero di Mister Scazzola

Fabio Artico e Cristiano Scazzola (foto www.museogrigio.it)

Nella giornata di ieri, lunedì 20 gennaio, il diesse dei Grigi Fabio Artico ha incontrato la stampa dopo l’esonero del Mister Cristiano Scazzola, deciso dopo la sconfitta esterna con il Renate.

“Non è stata una decisione facile, Scazzola era stata una scelta mia. La partita con il Renate è stata solo la fine di un periodo durante il quale le cose non andavano bene. Le aspettative per questa squadra, secondo me e seconda la società, sono superiori rispetto a quanto visto finora, perciò credo sia stato legittimo cambiare allenatore. La scelta di Martini è temporanea, abbiamo bisogno di qualche giorno per scegliere il profilo giusto. La nostra volontà è quella di tenere dentro sia lui che il resto dello staff. Comunque credo che a Gozzano ci sarà lui, mentre con l’Olbia si spera di avere un allenatore nuovo. L’involuzione è difficile da spiegare, partendo dal presupposto che non tutte le responsabilità sono dell’allenatore, l’asticella si è alzata strada facendo. Sono venute a mancare alcune certezze e la squadra si è trovata in difficoltà, alternando buone prestazioni a partite come quella di sabato, con poca anima e poche idee. I giocatori, in questi casi hanno una visione parziale, mentre serve una visione più ampia ed obiettiva. Come sempre, però, è più facile cambiare un allenatore che sei o sette giocatori anche se, al di là di tutto, l’allenatore è il responsabile dello spogliatoio. Perciò lo si cambia perché si è convinti che questo Leggi >

Grigi a cinque cerchi

Il Grigio Gabriel Cleur nella Nazionale olimpica dell’Australia

Blu, Nero, Rosso, Giallo, Verde (e Bianco): sono i colori del vessillo Olimpico, che sventola ogni quattro anni durante la disputa dei Giochi. A questi bisogna aggiungere un angolino di grigio. Si, perché l’Alessandria, con il suo colore di maglia unico al mondo ha scritto qualche riga nel grande libro della storia del calcio ai Giochi Olimpici.

La Nazionale italiana ad Amsterdam nel 1928, il Direttore tecnico era l’alessandrino Rangone

Il pallone è stato quasi sempre presente nel programma della massima manifestazione sportiva. Con la sola esclusione del 1896 (la prima edizione di Atene) e del 1932 (a causa del contrasto sorto tra CIO e FIFA dopo l’istituzione del campionato mondiale) si è sempre giocato a calcio. La presenza degli alessandrini alle Olimpiadi comincia nel 1924 a Parigi quando, per la prima volta salì alla ribalta l’Uruguay, la cui Nazionale era destinata a dominare due Olimpiadi ed il primo mondiale. Nella formazione azzurra, guidata da Vittorio Pozzo, giocò anche il grande Adolfo Baloncieri, leader della squadra grigia.

Adolfo Baloncieri

L’Italia superò le qualificazioni battendo la Spagna 1-0 (grazie ad un’autorete), poi agli ottavi ebbe la meglio sul Lussemburgo per 2-0 (Baloncieri segnò il primo gol), ma nei quarti di finale caddero contro la Svizzera che vinse 2-1.  Gli elvetici raggiunsero la finale dove vennero maltrattati dagli uruguayani che trionfarono con 3 gol a 0. Quattro anni più tardi, ad Amsterdam, la rappresentativa mandrogna fu molto più numerosa.

Innanzitutto il selezionatore dell’Italia … Leggi >

Su “L’Orso in casa” quei 7 gol di Gigi Zerbio

La presentazione di Alessandria-Carrarese

L’Orso in casa” è  il magazine dell’Alessandria Calcio con i contributi di Museo Grigio.

La copertina del nono numero, uscito in occasione di Alessandria-Carrarese

Nel nono numero della stagione, uscito in occasione di Alessandria-Carrarese, le imprese di Luigi Zerbio e i carrarini di Corrado Orrico.

Il poster di Giacomo Sciacca (foto Mario Bocchio-www.museogrigio.it)

Per leggere il settimo numero puoi cliccare qui sotto

L’anno che verràLeggi >

I momenti più belli dell’ Alessandria Calcio nel 2019

Esultanza Grigia (foto www.museogrigio.it)

Campionato 2018-’19. A metà febbraio a Gaetano D’Agostino subentra Alberto Colombo, che esordisce sulla panchina dei Grigi con il pareggio in casa del Gozzano. La prima vittoria, sette giorni dopo, al Moccagatta contro la Pistoiese per 1-0. Tra le partite più emozionanti il pari casalingo contro la “corazzata” Entella, poi promossa in Serie B, e le vittorie nei derby del Quadrilatero: in casa contro la Pro Vercelli e a Novara. Ma il capolavoro di questa Alessandria all’insegna dei giovani rimane la rincorsa vittoriosa dei playoff, che si è concretizzata nel successo di Pontedera ed è stata suggellata dalla vittoria casalinga nell’ultima giornata della regular season contro l’Albissola.

I momenti più belli dell' Alessandria Calcio nel 2019Campionato 2018-'19. A metà febbraio a Gaetano D’Agostino subentra Alberto Colombo, che esordisce sulla panchina dei Grigi con il pareggio in casa del Gozzano. La prima vittoria, sette giorni dopo, al Moccagatta contro la Pistoiese per 1-0. Tra le partite più emozionanti il pari casalingo contro la “corazzata” Entella, poi promossa in Serie B, e le vittorie nei derby del Quadrilatero: in casa contro la Pro Vercelli e a Novara. Ma il capolavoro di questa Alessandria all’insegna dei giovani rimane la rincorsa vittoriosa dei playoff, che si è concretizzata nel successo di Pontedera ed è stata suggellata dalla vittoria casalinga nell’ultima giornata della regular season contro l’Albissola

Pubblicato da Museo Grigio su Sabato 28 dicembre 2019

Campionato 2019-’20. Cristiano Scazzola è il nuovo allenatore dei Grigi, Fabio Artico il nuovo direttore … Leggi >

2010-2020: riviviamo le emozioni Grigie

L’esultanza di Fausto Ferrari (foto Il Piccolo)

13 marzo 2011, la striscia vincente dell’Hellas Verona si ferma allo stadio “Moccagatta”: l’incornata di Martini (55′) e la punizione di Artico (89′) vanificano il momentaneo vantaggio scaligero firmato Ferrari (rig. 51′).

L’esultanza di Fabio Artrico (foto Il Piccolo)

Erano i Grigi di Mister Maurizio Sarri che lottarono sino alla fine per la promozione in Serie B.

La partita del Centenario

18 febbraio 2012 la partita del Centenario. Alessandria – Rimini finisce 2-1 per i Grigi, scesi in campo con la prima mitica casacca del club.

Nel gennaio 2013 i Grigi passano nelle mani dell’imprenditore torinese Luca Di Masi e, al termine del campionato 2013-’14, ottengono l’accesso al nuovo campionato di terza serie, istituito nella susseguente stagione sportiva.

Il gol di Ferrari al Bellaria (foto Il Piccolo)

Fausto Ferrari torna in campo dopo un lunghissimo infortunio e segna il goal che vale all’Alessandria la matematica certezza della Lega Pro Unica. L’attaccante entra al 66′ al posto di Michele Marconi e cinque minuti dopo firma il goal partita, ribadendo in rete un’imprecisa respinta del portiere De Deo.

La festa nella magica notte di Marassi

Stagione 2015-’16, i Grigi sono stati capaci di raggiungere un traguardo inimmaginabile: la semifinale di TimCup.
Gli ottavi di finale hanno messo di fronte alla compagine di Gregucci il Genoa, in una sfida piena di emozioni e ricordi che ha fatto rivivere le epiche battaglie dei primi anni del 900 tra le … Leggi >