Santino Ciceri, da portiere (500 le presenze in A, B e C) a segretario dell’Alessandria

mercoledì, 13 Ottobre 2021

image214Ciceri mentre sventa di piede un intervento di Omar Sivori.

Negli anni Sessanta e Settanta si sono distinte giovani promesse come Arbizzani e Cuman e portieri esperti come StefaniNobili, che dopo esperienze in altre squadre vennero a concludere le loro carriere ad Alessandria. Come questi anche Santino Ciceri, che dopo una lunga e brillante carriera giunse a difendere la porta alessandrina nel campionato 1970-‘71.

CiceriGrigi1I Grigi nel campionato 1970-’71, serie C. In piedi da sinistra: Paparelli, Colombo, Sassaroli, Paesanti, Magri, De Luca. Accosciati: Di Pucchio, Lorenzetti, Ciceri, Mantellato, Berta.

Una carriera, quella di Ciceri, iniziata nei giovani del Milan. Classe 1935, milanese, Ciceri fece parte di un nugolo di atleti che si imposero venendo alla ribalta nel nostro campionato maggiore. Alcuni come Radice e Bean restarono al Diavolo, altri come Bagnoli e Marchioro proseguirono la loro carriera altrove.

ciceri14Ritiro di San Pellegrino con il Milan, 1955: Santino Ciceri balla con una signorina con la maglia rossonera. (Fotografia www.magliarossonera.it).

ciceri2Arena di Milano 1955-’56: allenamento del giovedì  tra la prima squadra del Milan e le riserve. Nella foto, Ciceri, Mariani e Tognon. (Fotografia www.magliarossonera.it).

Nella squadra rossonera con un portiere titolare come Lorenzo Buffon per il pur bravo Ciceri non fu facile trovare un posto in squadra, due sole presenze in campionato e una presenza in Coppa dei Campioni, nel novembre del 1955 a Saarbrucken, Milan vittorioso per 4- 1 (foto sotto).

ciceri27Ciceri venne ceduto nella stagione 1956-‘57 alla Reggina in serie C per poi passare nelle stagioni successive alla Pistoiese e al Pisa. CiceriMonzaDal 1959 al 1964 giocò con il Verona allenato da Edmondo Fabbri in serie B. Dopo l’esperienza in Veneto si trasferì al Monza: in serie B, una retrocessione in C seguita da una promozione nel campionato successivo. Dal 1968 al 1970 difese la porta del Modena, sempre in B. Si trasferì, ormai trentacinquenne, all’Alessandria, dove disputò due campionati collezionando 54 presenze. In un’Alessandria che per due anni consecutivi sfiorò la promozione in serie B. Appese le proverbiali al chiodo restò ancora tre anni nella società alessandrina come segretario.

CiceriGrigiAncora l’Alessandria nell’annata  1970-’71 Ciceri capitano prima di una partita amichevole ad Alba nel precampionato.

ciceri3Milan estate 1955: Ciceri e Frignani ascoltano un disco nella loro camera. (Fotografia www.magliarossonera.it).

Portiere dalle notevoli doti tecniche, forte tra i pali e nelle uscite, nella sua carriera Ciceri ha disputato in ben vent’anni 500 presenze in serie A, B e C; una rete al suo attivo su rigore segnata a Moro nella gara Monza-Piacenza 4-0. Santino Ciceri ha sempre dimostrato una grande serietà e professionalità in tutte le squadre in cui ha giocato, fornendo prestazioni di alto livello.

Mario Bocchio

Condividi