Le ambiziose Alessandria e Lecce ci riprovano, ma intanto pareggiano nella prima giornata

 

Domenica scorsa è scattato il campionato di serie C, che torna alla storica denominazione e rinuncia a retrocessioni dirette: dopo il ripescaggio del Rende e la riammissione della Vibonese sono 58 i club in competizione, con i ritorni nei prof di Triestina, Monza e Ravenna e il debutto di Arzachena e Bisceglie. Piemontesi e salentini ritentano l’assalto alla B, ma Pisa, Vicenza e Trapani puntano al riscatto.

Arezzo-Arzachena 2-3.

 

Nel girone A una delle grandi favorite della vigilia è infatti proprio l’Alessandria, protagonista nelle ultime due stagioni, soprattutto l’ultima dove si è vista sfuggire la promozione in B all’ultima giornata nel testa a testa con la Cremonese e poi nella finale playoff con il Parma. Per i Grigi, affidati a Cristian Stellini, ex tecnico della primavera del Genoa nonché tattico della difesa alla Juve di Antonio Conte, esordio con pareggio in trasferta a Pontedera. Occhi puntati però anche sul Pisa, che dopo le vicissitudini societarie e la retrocessione dalla B con Rino Gattuso in panchina punta all’immediato rilancio. Sulla panchina nerazzurra siede adesso Carmine Gautieri che ha debutta in terra sarda contro l’Olbia (ieri in posticipo), perdendo per 1-0. Il Livorno, altra favorita della vigilia, è stato impegnato nel derby casalingo con il Gavorrano: i labronici, guidati da Andrea Sottil, reduce dall’esperienza a Siracusa, si sono imposti per 2-1.

Prima apparizione in assoluto tra i professionisti per l’Arzachena, subito impegnata in una trasferta non facile sul campo dell’Arezzo di Claudio Bellocci, ma foriera di una clamorosa vittoria per 3-2. Subito derby toscano con Siena-Lucchese 1-0, mentre il Monza, tornato in terza serie, ha ospitato e “demolito” (2-0) il Piacenza. Con 19 squadre nel girone a una – la Pistoiese – è toccato riposare.

Renate-Padova 3-0.

 

Nel girone B, il Padova è certamente una delle squadre destinate a recitare un ruolo di primo piano: il club veneto, che non nasconde le proprie ambizioni, ha affidato la panchina a una sicurezza come Pierpaolo Bisoli e ha però fallito suo esordio sul terreno del Renate, peredendo per 3-0. La Reggiana di Leonardo Menichini, altra squadra ben attrezzata per il salto di categoria, ha cominciato l’avventura davanti al proprio pubblico contro la Feralpisalò soccombendo per 2-1, come in casa ha aperto il Vicenza, appena retrocesso dalla serie B, guidato dall’ex Reggiana e Sudtirol Alberto Colombo, ricevendo e superando per 3-0 il Gubbio. Per il Bassano – sconfitto di misura 1-0 – esordio in trasferta sul terreno del Fano, mentre il Teramo del presidente Luciano Campitelli ha reso visita al Mestre (1-1), che si rivede in terza serie (come il neopromosso Ravenna, opposto alla Fermana e vittorioso sempre per 1-0).

Il Pordenone, una delle squadre migliori dello scorso torneo, perso il tecnico Bruno Tedino che ha preferito il Palermo in B, ha scelto Leonardo Colucci che ha cominciato dalla trasferta in terra romagnola contro il Santarcangelo, vincendo per 1-0. La Triestina, altra squadra blasonata tornata tra i professionisti, è stata la prima ad effettuare un turno di riposo.

Virtus Francavilla-Lecce 1-1.

 

Nel gruppo C, non si può non ripartire dal Lecce che, nonostante le ambizioni, non riesce a fare il salto di categoria collezionando eliminazioni ai playoff. Per i salentini, con il riconfermato Rizzo in panchina, inizio non facile: subito derby in trasferta contro la Virtus Francavilla (1-1) rivelazione dello scorso campionato, poi Trapani e Catania. E a proposito delle due siciliane, che potrebbero essere le principali antagoniste, gli etnei di Cristiano Lucarelli erano impegnati al “Massimino” contro il Racing Fondi (1-1), mentre i granata del riconfermato Alessandro Calori, dopo l’amara retrocessione, hanno cominciato dal derby casalingo con il Siracusa (1-0). La Reggina, salutato Karel Zeman e con Agenore Maurizi in panchina, ha sfidato in trasferta il Rende (perdendo 1-0). Esordio tra le mura amiche per il Matera che ha ospitato l’Akragas (1-0).

Per la prima volta in serie C, il Bisceglie ha debuttato tra i professionisti in trasferta sul campo della Paganese vincendo per 2-0. Con il ripescaggio in extremis della Vibonese (la “Lega Pro ne ha preso atto con stupore”, il commento ufficiale) e il suo probabile inserimento in questo girone, le squadre dovrebbero diventare venti: in attesa di conferme, i calabresi hanno riposato nel primo turno insieme alla neopromossa Sicula Leonzio.

Mario Bocchio

Nella foto d’apertura: Pontedera-Alessandria 1-1.

Articoli correlati

 

I Grigi visti da “la Nazione”. “Pontedera, un pari all’esordio: con l’Alessandria finisce 1-1”

Pontedera-Alessandria 1-1, i granata sfiorano l’impresa

Inizia la Serie C… aos, fra scioperi scongiurati e ammissioni dell’ultima ora