L’Alessandria doma la Casertana e passa il turno

 

La Casertana non riesce nell’impresa di continuare i playoff tramite una vittoria in Piemonte. L’Alessandria batte i falchetti per 3-1, grazie ad una maggiore fisicità ed esperienza. Ciotola illude con il gol del vantaggio, poi Gozzi, Cazzola e Bocalon chiudono la stagione della compagine rossoblù.

Gli highlights della partita (clicca qui)

PREPARTITA – Mister Esposito conferma i titolari della gara d’andata, fatta eccezione per Ivan Rajcic che è squalifica: al suo posto Carriero. Per il resto, confermato De Marco terzino destro, con Ciotola e Orlando in appoggio a Corado. Per Pillon, invece, due cambi: dentro Marras, rientrato dal turno di stop, al posto di Fischnaller, e Manfrin, con Barlocco che si accomoda in panchina. Durante il riscaldamento si ferma Iocolano, dato tra i titolari, al suo posto Nicco.

PRIMO TEMPO – La partita inizia subito con polemiche: dopo 2 minuti Ciotola prova a prendere alle spalle la difesa di casa e servire il taglio di Orlando, Manfrin fa la copertura ma sul rimbalzo il terzino non è perfetto (ma efficace) nell’intervento e l’attaccante rossoblù protesta per un tocco di mano. Al 3’ ci prova Branca da lontanissimo, tiro che non preoccupa Ginestra. Passano due minuti e la Casertana si fa viva dalle parti di Vannucchi: un destro di Corado, servito da Orlando, viene bloccato dal numero uno piemontese. Minuto otto: rimpallo favorevole alla compagine grigia, Gonzalez prova il sinistro ma la sfera termina a lato la propria corsa. La gara viaggia su un buon ritmo, con i falchetti che non rinunciano a costruire da dietro, l’Alessandria pressa alto e cerca di pungere con la qualità dei propri interpreti d’attacco. Al 20’ bella palla in profondità per Gonzalez che di forza (e forse con un fallo) si libera di D’Alterio e poi si esibisce in un tiro a sinistro, che finisce altissimo. La Casertana tiene benissimo il campo e passa in vantaggio al 26’: sulla destra si sviluppa, in maniera un po’ confusionaria, l’azione dei falchetti, la palla va da Corado che calcia male ma sulla traiettoria c’è Ciotola (tenuto in gioco da Piccolo) che batte Vannucchi da pochi passi. La reazione dei padroni di casa è veemente: sugli sviluppi di calcio d’angolo, dopo appena due minuti, la sfera capita tra i piedi di Simone Gozzi che riesce a portare sull’1-1 il risultato. La partita è bellissima: al 31’ chance per Ramos con una punizione dal limite, palla che viaggia verso l’incrocio ma Vannucchi mette il pallone in corner. La parte finale della prima frazione vive di puro agonismo, di occasioni neanche l’ombra fino alla doccia fredda del vantaggio degli uomini di casa, proprio a pochi secondi dal duplice fischio di fine primo tempo: calcio d’angolo battuto alla grande da Gonzalez, è Cazzola di testa a battere Ginestra.

SECONDO TEMPO – La ripresa parte con un’enorme chance per la Casertana: al 3’ Ramos salta Marras, entra in aria e dall’esterno mette un cross rasoterra forte e teso, Vannucchi ha un’incertezza ma Orlando non ha la lucidità di piazzare la zampata dal 2-2. L’atteggiamento dei falchetti è buono, la squadra di Esposito crede nella possibilità di riaprire l’incontro e fin dalle prime battute del secondo tempo prova a chiudere nella propria metà campo l’Alessandria. Il mister rossoblù conferma ciò con un cambio offensivo: al 8’ entra Taurino per Carriero. Al 10’, però, sono i padroni di casa che vanno vicini al 3-1: dopo una grande azione Bocalon scarica per Gonzalez che arriva a rimorchio ma il suo tiro termina si stampa sulla traversa. La Casertana fatica a far suo il cambio di modulo, con un centrocampista in meno ed un esterno in più, e dopo un minuto è Nicco ad avere una chance dal limite ma il destro termina alto. Tutto ciò è il preludio al gol dell’Alessandria che arriva al 16’ con Bocalon che di testa, su un bel cross di Marras, batte Ginestra. I falchetti subiscono il contraccolpo psicologico del doppio svantaggio e non riescono più ad essere incisivi. I Grigi hanno praterie per dilagare e al 27’ Gonzalez serve Branca che da ottima posizione, però, calcia malissimo. E’ Taurino (27’) che prova a scuotere i suoi: il suo tiro arriva facile tra le braccia di Vannucchi. Al 36’ ci prova Fischnaller con un tiro a giro ma è agevole la parata di Ginestra. E’ Felice Evacuo, ad un minuto dal termine del tempo regolamentare, a provare a fare il 4-1, di testa, ma non viene fuori nulla di buono. Questo l’ultimo squillo del match. L’Alessandria batte 3-1 la Casertana, con la stagione dei falchetti che termina qui.

Red

Le due curve

Il tabellino

Alessandria-Casertana 3-1 (2-1)

ALESSANDRIA – Vannucchi, Celjak, Manfrin, Cazzola, Nicco, Piccolo (18′ st. Sosa), Marras, Gonzalez (30′ st. Fischnaller), Gozzi, Branca, Bocalon (35′ st. Evacuo). A disp.: La Gorga, Mezavilla, Piana, Rosso, Iocolano, Sestu, Barlocco, Nava. All.: Pillon

CASERTANA – Ginestra, Giorno, Magnino, De Marco, Corado (40′ st. De Filippo), Ramos, D’Alterio, Carriero (8′ st, Taurino), Rainone, Ciotola, Orlando (24′ st. Colli). A disp.: Fontanelli, Finizio, Pezzella, Lorenzini, Petricciuolo, Simone, Cisotti. All.: Esposito

ARBITRO – Francesco Fourneau di Roma 1.
MARCATORI – Ciotola (C), Gozzi (A), Cazzola (A), Bocalon (A).
AMMONITI – Carriero (C), Cazzola (A), Piccolo (A), De Marco (C), Ramos (C).
ESPULSI – /.

Gli ottavi di finale dei playoff di Lega Pro

Articoli correlati

Alessandria contro Casertana: ritorniamo tutti ad urlare Forza Grigi, Forza Grigi, ForzaGrigi!!!