Archivio mensile:Dicembre 2020

Due rigori sbagliati. Non è stata la prima volta

Il secondo rigore sbagliatio dalla Pergolettese (foto Us Pergolettese 1932)

I due rigori sbagliati dalla Pergolettese nella partita con l’Alessandria non rappresentano certo un record assoluto ma sono un evento non frequentissimo nel calcio. Per quanto riguarda i Grigi la ricerca di un precedente non ci ha fatto fare molta strada. L’ultima volta, infatti, risale al 21 aprile 2018, partita di Grosseto contro il Gavorrano. La curiosità consiste, semmai, nell’andamento molto simile tra le due partite. Confrontiamole. La sfida di Grosseto è cominciata al 32’ del primo tempo con il calcio di rigore concesso per l’atterramento di un giocatore toscano da parte di Lovric. Sul dischetto va Damonte e sbaglia tirando a due metri dai pali. La partita di Crema decolla con il calcio di rigore parato da Pisseri per fallo di mano di Di Quinzio dopo 6 minuti. Al 60’ i gol: di Bellazzini allo Zecchini, di Suljic al Voltini.

Uno dei due rigori falliti dal Gavorrano con l’Alessandria

Al 68’ il secondo rigore di Crema originato dal fallo di mano di Cosenza e spedito a lato da Panatti.Al 69’ penalty per il Gavorrano per fallo di mano di Barlocco. Vitiello si fa parare il tiro da Pop. La sequenza degli eventi (rigore, gol, rigore) è uguale, identico il minuto della marcatura, un rigore parato ed uno fuori nelle due partite. Soprattutto identico il risultato finale dell’incontro: vittoria dei Grigi in campo avverso per 1-0

Sergio GiovanelliLeggi >

Il Renate rimonta la JuveU23

JuventusU23-Renate 1-2 (foto Getty Images)

L’Olbia mette a segno la terza vittoria in campionato, sconfiggendo il Lecco col gol di Emerson. I sardi, a 18 punti, si allontanano dalla zona più calda della classifica. 1-1 tra Albinoleffe e Piacenza: i seriani, in svantaggio per il gol di Ballarini, replicano con Canestrelli nella ripresa. Vittoria sofferta e preziosissima per il Como, che s’impone 1-0 su di un buon Livorno: Gatto lancia i lombardi a 34 punti, secondo posto confermato; amaranto quartultimi. Prova di forza del Renate capolista, che ribalta con De Sena e Kabashi il vantaggio della Juventus U23 (a segno con Correia) e chiude il 2020 a 38 punti. Bianconeri al nono posto a quota 25. Colpo esterno dell’Alessandria sulla Pergolettese: Suljic fa felici i grigi, ora a 30 punti. La Pistoiese tira fuori il cuore contro il Novara: Valiani e Pierozzi permettono agli arancioni di raggiungere i piemontesi a quota 18. La Pro Patria è settima: Castelli abbatte la Giana Erminio, situata al penultimo posto. Moscati e Broccardi mettono la firma sul successo corsaro del Grosseto in casa della Pro Sesto: inutile il gol di Palesi nel finale. 2-2 emozionante tra Pro Vercelli e Pontedera: toscani avanti con Barba, Iezzi e Comi riportano le bianche casacche in vantaggio ma Faellla al 90′ fissa il risultato sul pari; piemontesi a 28 punti, granata a 25. Tra Lucchese e Carrarese termina 1-1: nel derby toscano avanti gli ospiti con Infantino, ripresi … Leggi >

Quando la buona sorte ti aiuta si ottengono grandi risultati con il minimo sforzo

Pergolettese-Alerssandria 0-1, il primo rigore parato da Pisseri (foto Us Pergolettese 1932)

Un’Alessandria ben lontana dal top del rendimento porta a casa tre punti pesantissimi dalla trasferta di Crema; una partita che sulla carta sembrava segnata a favore dei Grigi si è rivelata molto dura anche per la prestazione non eccelsa dei ragazzi di Mister Gregucci che, nel primo tempo si sono fatti soverchiare dal maggior entusiasmo e ritmo dei padroni di casa. Al match del Voltini, Gregucci ha presentato una formazione molto diversa da quella di domenica: in panchina Parodi e Suljic sostituiti da Mora e Chiarello, con Macchioni per lo squalificato Prestia.

L’inizio è da incubo: al 6′ un fallo di mano di Di Quinzio fa assegnare il rigore ai gialloblu che Bortoluz si fa parare dal reattivo Pisseri.  Il portiere alessandrino compie ancora un paio di miracoli nel corso del primo tempo e viene graziato dal palo su cui finisce una sciagurata quanto involontaria deviazione di Blondett.

Pergolettese-Alerssandria 0-1, i lombardi falliscono il secondo penalty
(foto Us Pergolettese 1932)

Per arginare gli attacchi della Pergolettese a metà frazione Gregucci ordina alla difesa di schierarsi a quattro: la mossa porta un po’ di sollievo e l’Alessandria riesce finalmente a presentarsi nell’area avversaria. Nella ripresa la svolta: al 59′ Parodi e Suljic entrano in campo ed al primo tocco il centrocampista la butta dentro.  Il punto sembra cambiare l’inerzia della partita ma un secondo tocco di mano in … Leggi >

Alessandria, cos’è successo?

Mister Angelo Gregucci (foto © Mario Bocchio)

Se lo saranno chiesto Mister Gregucci e i suoi giocatori, se lo sono chiesto i dirigenti, gli appassionati grigi incollati ai teleschermi privati dell’emozione del Mocca. Ce lo chiediamo noi, chiamati a condividere, seppur con l’obbligo dell’imparzialità, gioie e dolori della nostra squadra del cuore. Cosa è successo a questa Alessandria a corrente alterna che, dopo aver dimostrato un divario notevole nei confronti della generosa e combattiva Pro Sesto nel primo tempo, ha contrapposto una ripresa priva di personalità, di convinzione nei propri mezzi come se regnasse sovrana la confusione mentale?

Eusepi e Arrighini cercano di scardinare la difesa della Pro Sesto (foto © Mario Bocchio)

Questa analisi, nell’ottica di una squadra “normale” senza la primaria ambizione della promozione, non avrebbe nessun senso se non la spiegazione che sono normali black-out del mondo del calcio. Un incidente di percorso, una scivolata, più evidenti se si pensa che l’Alessandria, partita con pronostici e proclami vincenti della vigilia, costretta a rimontare un inizio di stagione cui gli errori e la sfortuna hanno contribuito, chiamata a vincere senza attenuanti contro la Pro Sesto (e ci stava meritatamente riuscendo) sia riuscita a dilapidare quanto di buono fatto nei secondi quarantacinque minuti di gioco.

Giuseppe Prestia cinturato (foto © Mario Bocchio)

Non si è perso, certo, ma non si è neppure vinta una partita alla portata che avrebbe permesso di rimare in scia alle prime della classifica. Una metamorfosi preoccupante perché arrivata nella ripresa di una … Leggi >

Renate e Como avanti tutta

Grosseto-Como 3-4 (foto Grosseto Sport)

La Juventus Under 23 cade sul campo del Pontedera. I padroni di casa passano in vantaggio per primi nel finale di prima frazione di gioco con Catanese. Nella ripresa i bianconeri trovano la via del pareggio con Brighenti ma nel finale di frazione la rete che assegna i tre punti ai toscani arriva con Piana. Il Pontedera con questo successo si porta a quota 24 punti, -1 dalla Juve Under 23 che resta infatti ferma a 25. Pareggio interno per l’Alessandria, che impatta 1-1 con la Pro Sesto: avanti i padroni di casa con Eusepi nel primo tempo, poi nella ripresa è Palesi a riprendere la gara. Spettacolo a Grosseto dove il Como vince 4-3. Il botta e risposta comincia subito: Ferrari porta avanti i lariani, pareggia Simeoni, poi Cicconi per gli ospiti inframezzato dal momentaneo pari di Boccardi. Nella ripresa Sersanti riporta i padroni di casa sul pari, ma poi è Gabrielloni a firmare il definitivo poker. 1-1 tra Livorno e Lucchese: rossoneri avanti con Bianchi, poi pareggia Parisi. La capolista Renate supera 2-1 la Pistoiese. Possenti e Maistrello per i nerazzurri, per i toscani accorcia Cesarini. Il Novara non va oltre lo 0-0 casalingo con la Pro Patria.

Gli anticipi di sabato

Lecco-Pro Vercelli 2-0

La Carrarese si mette alle spalle i due ko di fila sonfiggendo l’Albinoleffe con la rete di Infantino: i marmiferi sono ora a 28 punti, nelle zone nobili della classifica, … Leggi >