Archivio mensile:Agosto 2020

Colpo dell’Alessandria: Matteo Pisseri è Grigio

Matteo Pisseeri nel Catania

L’Alessandria comunica l’ingaggio a titolo definitivo del portiere Matteo Pisseri, che nella scorsa stagione ha difeso 28 volte la porta della Pistoiese. Pisseri, classe 1991, ha sottoscritto un contratto biennale.

Lo scorso campionato alla Pistoiese

 I numeri definiscono la forza e il valore di questo calciatore, che compirà 29 anni il prossimo 21 novembre: 308 partite in campionato nei professionisti in otto stagioni, spesso disputando tornei di vertice al Sud.
Fisico imponente: 188 centimetri per 78 chilogrammi, si distingue come portiere completo ed affidabile.

Sempre nel Catania

Nelle ultime quattro stagioni, ha difeso con grande rendimento la porta del Catania e della Pistoiese in serie C, sempre da titolare. In precedenza si era reso protagonista di ottime annate nelle fila di: Monopoli, Juve Stabia, Gubbio e Renate.
Nato a Parma, Pisseri ha mosso i primi passi al servizio di Ermes Fulgoni, lo stesso preparatore atletico di Gianluigi Buffon.

Nel Renate

Dopo la trafila nelle giovanili, i Ducali lo mandano, in prestito, al Renate nel 2011-’12 in Serie C2. Subito titolare, colleziona 33 presenze, e riconferma le discrete prestazioni tra le fila del Catanzaro l’anno successivo. Poi il Gubbio nel 2013-’14. Disputa 29 gare che lo pongono all’attenzione generale. Passa alla ambiziosa Juve Stabia, alla cui guida trova Giuseppe Pancaro.

Alla Juve Stabia

Il fallimento del Parma, sempre proprietaria del suo cartellino, consente alla Ternana di assicurarselo da svincolato, che lo gira in prestito al Monopoli, in cui disputa … Leggi >

I diari di Sergio Rampini

Una caricatura dell’epoca di Sergio Rampini, soprannominato “L’acrobata”
(archivio www.museogrigio.it)

Negli anni Settanta Sergio Rampini diventa allenatore delle giovanili dell’ Alessandria e, appassionato di disegno, crea questi autentici cimeli che il nipote Alex , grandissimo tifoso grigio, decide di donare a Museo Grigio. Quaderni e diari scritti e disegnati da Sergio, con schede personali dei giocatori, allenamenti da fare, statistiche e tanto altro…

Una bellisima copertina di un quaderno, con tanto di Orso e Orsacchiotto

In uno di questi quaderni ci sono la dedica ai ragazzi, il commento sulla stagione finita con consigli umani e la sua firma. Fu sicuramente realizzato come regalo di fine campionato per ognuno dei suoi giocatori.

Dedica con firma

Da calciatore grigio, Rampini visse la sua stagione più importante ad Alessandria nel campionato Misto B-C 1945-‘46.

… Riprende l’attività calcistica regolare ma il Paese è ancora distrutto: problemi di comunicazione e trasporti precari rendono complicatissimi gli spostamenti. Per questa ragione i vertici federali decidono di mescolare le carte. Al Nord le squadre aventi diritto alla Serie A giocano un torneo; al Centro-Sud analogo torneo composto dalle squadre di A e B con girone finale per il titolo.

Nelle regioni settentrionali si gioca anche un torneo misto di Serie B e C destinata a promuovere in Serie A la migliore. Nei tre gironi eliminatori prevalgono Alessandria e Vigevano (A), Cremonese e Pro Patria (B), Padova e Reggiana (C). Nel raggruppamento finale l’Alessandria prevale con autorità e … Leggi >

Da Roman (Anfossi) all’Adidas

La storica Camicia e l’Alessandria di Gianni Rivera

Correva la stagione 1959-‘60, fu l’ annata della consacrazione di Gianni Rivera, fu l’ anno dell’ ultima Serie A e i Grigi giocarono la maggior parte delle partite con la storica Camicia, grigia con i polsini e il colletto blue. Quella maglia/camicia, rimasta nella storia, fu prodotta da Roman A, Romano Anfossi... che all’epoca aveva una camiceria chiamata proprio Roman.

Da Roman all’Adidas

In base all’ annata e allo sponsor tecnico cambierà la tonalità del Grigio, cambierà il colore che spesso lo affiancherà (blue, bianco oppure rosso) e cambierà la seconda maglia (dal bordeaux al blue, dal verde al rosso o al giallo). Dopo la storica Camicia “di Rivera” gli sponsor tecnici furono Atalasport (negli anni ‘60 vestiva parecchi club di Serie A e Serie B) poi per i primi anni 70 ( vittoria prima Coppa Italia di Serie C, vittoria del campionato di Serie C e l’ ultimo campionato giocato di Serie B) le maglie in lana furono prodotte dal maglificio Solef.

Dalla maglia di Rivera a quelle per la stagione 20120-’21


A seguire, da metà anni ‘70 in poi furono prodotte delle maglie in lana dalla maglieria Fraber. Per il portiere, la maglia in lana di fine anni ‘70 veniva creata dal Maglificio A&S Artigianato e Sport.
Inseriti tra questi marchi tecnici alcune maglie che non avevano specificato il produttore. Nella stagione 1982-‘83 (solo inizio campionato) le maglie furono prodotte dalla Long Day che … Leggi >

Addio a Sergio Tenente

Alessandria stagione 1963-’64 a Napoli. In piedi da sinistra: Carlini, Migliavacca, Bettini Sergio, Nobili, Sogliano, Tenente. Accosciati: Vitali, Verga, Soncini, Oldani e Bettini Renzo
(foto archivio www.museogrigio.it)

Sabato 1 agosto 2020 ci ha lasciati Sergio Tenente. Triestino, classe 1940, giocava da centrocampista.

Sergio Tenente


Crebbe nella Cremcaffè, una formazione minore del capoluogo giuliano, poi passò alla Roma. Dopo un anno in Serie C con l’Ascoli venne ceduto nel 1961 al Milan, con cui giocò quattro gare nella Coppa dell’Amicizia italo-franco-svizzera del 1962.


L’anno successivo debuttò in Serie B con l’Alessandria, con cui disputò due campionati cadetti totalizzando 62 presenze e 2 gol. L’esordio assoluto in Maglia Grigia avvenne il 9 settembre 1962, in Coppa Italia, quando l’Alessandria venne sconfitta al “Moccagatta” dall’Inter per 5-0. Il debutto in campionato sette giorni dopo: Alessandria-Lazio 2-2.

I Grigi 1962-’63. In piedi da sinistra: Migliavacca, Sergio Bettini, Fara, Nobili, Melideo, Tenente. Accosciati: Vitali, Bassi, Colondri, Vanara, Giacomazzi (foto archivio www.museogrigio.it)


Dopo due stagioni in Serie C con il Como, tornò al Milan per un breve periodo nel 1966, per poi passare al Siracusa, dove concluse la carriera.… Leggi >