Archivio mensile:Giugno 2019

Primo colpo di mercato dei Grigi: il giovane Aussie Cleur

Gabriel Cleur, 21 anni, è un nuovo giocatore dell’Alessandria. È ufficiale, infatti, l’arrivo in grigio del difensore di fascia destra italo-australiano. È stato prelevato dalla VirtusEntella, come spiega il comunicato del club grigio: “L’Alessandria Calcio comunica l’ingaggio con la formula del trasferimento a titolo temporaneo annuale del giocatore Gabriel Cleur. Cleur, difensore di fascia destra, Italo-australiano, proviene dall’Entella, società dove è cresciuto calcisticamente, esordendo in serie B e in C, dopo il suo trasferimento dall’Australia al nostro paese“.

Nelle giovanili dell’Entella contro l’Inter

Cleur giocò tutta la storica partita di Coppa Italia a “Marassi”, quando l’Entella eliminò il Grifone ai rigori, e fu in campo anche per tutti i novanta minuti negli ottavi di finale a Roma contro i giallorossi.

I festeggiamenti per la recente promozione dell’Entella in Serie B

Cleur in Italia ha giocato, sempre in prestito, con la Robur Siena. Proprio alla vigilia della trasferta contro l’Alessandria, nel gennaio 2018 rilasciò questa intervista:

L’esperienza a Siena

“Sono arrivato in una bella squadra, formata da bravissime persone, mi sono integrato molto facilmente. Sono molto contento per il mio esordio con la maglia del Siena, ringrazio il mister e la società per questa opportunità, peccato perchè abbiamo perso 2 punti per strada. Speriamo pero’ di continuare ad avere questo livello di forma, cercando di andare a fare punti ad Alessandria. Sono un terzino destro, però posso giocare anche nel ruolo di mezzala, sia a destra che a sinistra, le mie caratteristiche sono di spinta e corsa sulla fascia. Mia Leggi >

Il portiere Pop lascia i Grigi

L’Alessandria Calcio ha comunicato la rescissione consensuale del contratto con il portiere romeno Ionut Pop. A Ionut, protagonista della vittoria in Coppa Italia nel 2018, la società piemontese formula gli auguri per il miglior proseguimento della propria carriera.

Pop è stato anche protagonista a gennaio della sfida, sempre di Coppa Italia, a Vercelli contro la Pro, parando due rigori.… Leggi >

Il ritorno di Martini, l’uomo del sarrismo in tinta grigia

Martini in maglia grigia

Dal campo come calciatore, alla panchina dell’Alessandria come vice di Mister Cristiano Scazzola, passando anche per l’Europa. Storia curiosa quella di Marco Martini, classe 1979, uno dei protagonisti del primo sarrismo, quello con tonalità grigie, in una squadra che, al di là delle vicissitudini societarie, al termine della stagione 2010-’11 riuscì a giocarsi la Serie B in un doppio e drammatico confronto con la Salernitana.

L’esultanza di Martini dopo il gol alla Salernitana

Era una squadra che Maurizio Sarri faceva giocare tremendamente bene e lui, Marco Martini, rimarrà per sempre quello che la portò in vantaggio nel vulcano dello stadio Arechi, prima che decisioni arbitrali assurde, due espulsioni, favorissero il pareggio della Salernitana. Ma fu sempre lui, al ritorno, a riportare in vantaggio i Grigi, poi anche in questa gara l’arbitro Viti di Campobasso finì per danneggiare irrimediabilmente l’Alessandria. Complici anche gli errori di Sarri nei cambi, la Salernitana vinse 3-1.

Foto a fianco: con la Sambenedettese

Oggi rieccolo in riva al Tanaro, dove ritrova Fabio Artico nelle vesti di diesse, dopo aver smesso di giocare alla fine dello scorso campionato chiudendo la carriera nel campionato sammarinese: La Fiorita Montegiardino prima e Tre Penne San Marino Città poi. Sempre comunque da bomber di razza, capocannoniere premiato due volte con il “Bombardino d’oro”, quale miglior realizzatore in assoluto della stagione.

Miglior goleador a San Marino

Sia con “La Juventus del Titano” che con i biancorossi ha disputato persino quattro partite in Leggi >

Maurizio Sarri portò i Grigi ad un passo dal paradiso

Maurizio Sarri sulla panchina dei Grigi

Una delle annate più da Grigi della storia. Stiamo parlando della stagione 2010-’11: passione, tensione, emozioni, stupore, disperazione. Uomini che scelgono Alessandria per diventare grandi e uomini che grandi non avrebbero mai potuto diventare.

Stefano Scappini

Liquidato Gianni Bianchi, la politica alessandrina propone un imprenditore aretino Giorgio Veltroni che nei primi tempi, spiazzando un po’ tutti, novello Forrest Gump, sembra dare respiro e speranza alla società. Il suo management sportivo è Maurizio Sarri e il suo staff.

Il gol di Marco Martini allo Spezia

Partiti in otto per il ritiro, i Grigi diventano presto una squadra dai meccanismi raffinati e se la giocano sempre con le prime.

Maurizio Sarri quando venne presentato come tecnico dell’Alessandria di Giorgio Veltroni. Accanto a lui il diesse Nario Cardini

Ma Giorgio Veltroni non è Forrest Gump ma piuttosto Pat Hibulaire, per dirla alla francese, e a gennaio mancano i soldi per i palloni.

Eppure le parate di Servili, la linea Pucino-Romeo-Cammaroto-Bonomi, la diga Camillucci-Damonte, gli inserimenti di Croce, Negrini e Martini, i gol di Scappini, con il lavoro di Segarelli, Bondi, Artico, Barbagli e Ghinassi portano la squadra a un passo dal sogno, svanito il 5 giugno nella seconda partita di play off con la Salernitana in una maledetta domenica afosa e bagnata, sporcata dall’ingiustizia e da un arbitraggio fazioso.

Prima del fischio d’inizio: Salernitana-Alessandria 1-1, playoff campionato di Lega Pro Prima Divisione 2010-’11

Una partita giocata da una città e da una squadra che alla fine piangono … Leggi >

Il Trapani è la seconda squadra promossa in B

Trapani-Piacenza 2-0 (foto Sky Sport)

Nella seconda delle finali playoff della Serie C è il Trapani ad avere la meglio in virtù del 2-0 sul Piacenza maturato al Provinciale. Gara molto combattuta e disputata su ritmi altissimi, con i siciliani che passano in vantaggio al 21′: respinta della difesa emiliana, Nzola conquista il pallone vincendo un contrasto e di potenza fulmina Fumagalli. Gli uomini di Franzini provano a rimontare, ma è ancora il Trapani nel finale ad andare a segno: calcio d’angolo battuto da Corapi, la palla rimbalza in area di rigore prima di un tocco di Da Silva; poi è Taugourdeau a sancire il definitivo 2-0 e la conquista della promozione.

Trapani-Piacenza 2-0 (foto Head Topics)

FINAL FOUR

Finale A 
Trapani-Piacenza  2-0  (0-0)  21′ Nzola, 84′ Taugourdeau

Finale B 
Triestina-Pisa  1-3 (2-2)  28′ Masucci (P), 57′ rig. Granoche (T), 92′ Marconi (P), 116′ Gucher (P)… Leggi >