Archivio mensile:novembre 2016

Chiamatelo Puchi o Speedy o anche Postino e in cambio avrete da Pablo Gonzalez un bel sorriso

gonzalez-1-1

 

Facciamo una breve panoramica sulla situazione della classifica dei marcatori nei tre gironi di Lega Pro. Il capocannoniere assoluto è Pablo Andrés Gonzalez, attaccante dell’Alessandria, che è uno dei segreti della marcia trionfale dei Grigi, con la bellezza di 13 gol all’attivo, fondamentali per le dodici vittorie e i tre pareggi finora raccolti dalla sua squadra.

gonzalez-2

Lontani tutti gli altri attaccanti del girone A, cominciando da Forte della Lucchese che è secondo ma con “soli” 9 gol segnati. Nel girone B invece bastano proprio 9 reti per essere capocannoniere: questo è il numero di realizazzioni finora messe a segno da Leonardo Mancuso della Sambenedettese, che è seguito a quota 8 da Arma del Pordenone. Infine nel girone C c’è il Lecce in primo piano, grazie innanzitutto a Salvatore Caturano che è il capocannoniere a quota 9 gol, inseguito a quota 8 dal compagno di squadra Torromino oltre che da Negro del Matera.

Le reti in maglia grigia

gonzalez-1I gol di Gonzalez sono stati quasi tutti decisivi: alla prima giornata con la Pro Piacenza, alle seconda sbloccando il punteggio con il Livorno, alla terza su rigore a Lucca, alla quinta segnando l’1-0 a Piacenza, alla decima con la rete del 2-1 ad Olbia, a Roma con il “missile” del pareggio contro la Racing, poi ancora il gol che ha cancellato lo 0-0 a Gorgonzola, la doppietta con la Carrarese e il capolavoro di PratoLeggi >

Dal Chapecoense alle morti tragiche degli ex giocatori dei Grigi

real-chapecoense

 

La catastrofe aerea che ha decimato la Chapecoense ci ha fatto tornare in mente alcuni giocatori dell’Alessandria che sono morti quando erano ancora in piena attività.

Le tragedie non hanno mai colpito direttamente la squadra, in quanto tutti avevano già lasciato la maglia grigia per trasferirsi altrove.

Il cordoglio per la formazione brasiliana ci induce a ricordare anche i “nostri” giocatori.virgilio-maroso

Facile l’accostamento (fatto peraltro da tutti) con la sciagura di Superga: ancora più facile ricordare che Virgilio Maroso, terzino sinistro del Grande Torino, disputò con la maglia dell’Orso il campionato di guerra 1943-’44 racimolando 12 presenze.1470-pisci

Anche se non in incidenti aerei, bensì stradali, ci hanno lasciato prematuramente Gigi Pisci (foto a fianco), portiere a cui è intitolato il campo storico dell’Aurora, rimasto sull’asfalto di ritorno da un’amichevole estiva giocata con la Solbiatese, sua squadra del momento; stessa infausta sorte per Raffaele Biava, centrocampista con una sola presenza nei Grigi guidati da Sarri.

Il mese di luglio del 1970 è stato decisamente drammatico. Pochi giorni prima dell’incidente nel quale perse la vita Pisci, Luciano Eco, attaccante uscito dalle giovanili grigie ed in forza al Savoia di Torre Annunziata, si sentì male negli spogliatoi del Don Stornini dove era andato a salutare alcuni amici. I soccorsi furono inutili e il giovane spirò dopo pochi minuti.

ecoAlessandria-Trevigliese 3-0, campionato 1967-’68. Invernizzi della Trevigliese controlla Luciano Eco.

 

Un’altra morte era avvenuta, negli spogliatoi dell’ Amsicora di Cagliari poco … Leggi >

“L’Orso in diretta”: Prato-Alessandria ai raggi X

prato-al

 

Nella trasmissione di ieri sera de “L’Orso in diretta” (regia di Mauro Bavastri), Mario Bocchio, Marcello Marcellini, Silvio Bolloli e Sergio Giovanelli hanno commentato la vittoria dell’Alessandria a Prato. È anche intervenuto in diretta Massimiliano Martini de “La Nazione”.

Sono poi stati mandati in onda i contributi dei protagonisti del match, raccolti nel dopo partita allo stadio Lungobisenzio.

Il Mister del Prato Francesco Monaco: “Abbiamo speso tantissimo nel primo tempo e non siamo riusciti a riproporre la stessa intensità nella ripresa. Dispiace per il risultato, non per la prestazione”.

allenatore-prato-dopo-alessandria

Il tecnico dell’Alessandria Mauro Isetto (ha sostituito lo squalificato Piero Braglia): “Vantaggio importante sulla Cremonese, ma dobbiamo provare a scavare un solco. Gonzalez? La ciliegina sulla torta”.

isetto-dopo-partita-prato

Il difensore dell’Alessandria Felice Piccolo: “Importante non subire reti, è un bel segnale. Il +6? Prezioso, ma non ci sentiamo arrivati”.

piccolo-dopo-gara-prato

Il centrocampista del Prato Gabriele Moncini: “È stata una grande prova d’intensità, siamo vivi e lo abbiamo dimostrato con la corsa e il carattere. Dispiace solo per il risultato”.

Il centrocampista dell’Alessandria Gianluca Nicco: “Tre punti fondamentali. La mia prova? Lavoro per farmi trovare sempre pronto. Conoscevamo, prima di scendere in campo, il risultato della Cremonese: troppo importante, per noi, vincere questa partita. E lo abbiamo fatto giocando bene. Qualche affanno nella prima mezzora, ma poi è stato un crescendo

1480262688405-jpg-cremonese_e_tesser_vicino_all_intesa

Marcellini ha poi approfondire quanto successo nelle altre partite. La Cremonese è caduta sul campo della Lupa Roma (foto sopra), che si è presa una … Leggi >

I Grigi visti da “Il Tirreno. Si chiude con la vittoria dell’Alessandria il testa coda del Lungobisenzio

pratoalessandria-10

 

È stato Gonzalez a sbloccare il risultato al 25′ del secondo tempo dopo una prestazione coriacea della formazione di casa. Pubblichiamo quanto ha scritto il collega Vezio Trifoni de “Il Tirreno”.

pratoalessandria-2

pratoalessandria-3

Si chiude con la vittoria dell’Alessandria il testa coda del Lungobisenzio. E’ Gonzalez a sbloccare il risultato al 25′ del secondo tempo dopo una prestazione coriacea della formazione di Monaco. Il Prato si schiera con la formazione che ha vinto a Olbia. Prima della gara momento dedicato al ricordo di Paolo Cecconi con la consegna di una targa da parte del presidente del Prato Nicola Radici ai figli del portiere biancazzurro che ha collezionato 258 presenze con la maglia del Prato. I giocatori biancazzurri indossano prima del match la maglia dell’Oji con la scritta “Cecco uno di noi” e la foto dell’ex portiere sul davanti. Prima dell’inizio un minuto di silenzio. Comincia subito forte l’Alessandria con Marras che prova a calciare da fuori area e il suo tiro da alto. Pressa alta la squadra di Braglia che vede la gara da fuori perchè squalificato.

pratoalessandria-4

pratoalessandria-5

Il Prato esce dal suo guscio con una bella verticalizzazione per Moncini che conquista un angolo e dal corner c’è il colpo di testa di Martinelli che va a lato di poco con Vannucchi (pratese cresciuto nella Juventus) che si distende alla sua destra. Ancora i biancazzurri che sfruttano la velocità di Di Molfetta sulla sinistra e dal secondo angolo arriva il tiro di Tomi deviato da Vannucchi che si ripete sul tapin Leggi >

Il “fattore Gonzalez” decisivo anche a Prato

gonzalezsiena

 

L’Alessandria espugna il Lungobisenzio di Prato al termine di un match tiratissimo deciso, tanto per cambiare, da Pablo Gonzalez, autore della sua tredicesima rete in campionato. I Grigi faticano a trovare la rete contro contro un Prato abile nel chiudere tutti gli spazi all’interno della propria metà campo e nel ripartire in contropiede.

pratoalessandria

pratoalessandria-1

Ma Braglia può contare sul “fattore Gonzalez”, che si conferma, per l’ennesima volta, un giocatore di un’altra categoria. I piemontesi, oltre che a mantenere l’imbattibilità in campionato, con questo successo portano a sei i punti di vantaggio sulla Cremonese, sconfitta a sorpresa dalla Lupa Roma.

Gli highlights della partita (clicca qui)

Onore al Prato, che con grande compattezza e determinazione è riuscito a reggere il confronto contro una squadra, sulla carta, più forte.

MBoc

Il tabellino

Prato-Alessandria 0-1 (0-0)

Prato: Iuliano, Catacchini, Martinelli, Romano (dal 72′ Ogunseye), Carcuro, Moncini, Di Molfetta (dal 79′ Sowe), Malotti (dall’83’ Tavano), Checchin, Ghidotti, Tomi. A disposizione: Melgrati, Sobacchi, De Micheli, Danese, Cavagna, Salani. All. Francesco Monaco

Alessandria: Vannucchi, Celjak (dall’81’ Sosa), Manfrin, Cazzola, Iocolano (dal 66′ Nicco), Piccolo, Marras, Gonzalez (C), Gozzi, Branca, Bocalon (dal 55′ Fischnaller). A disposizione: La Gorga, Mezavilla, Cottarelli, Marconi, Fissore, Barlocco. All. Mauro Isetto

Rete: 26′ Gonzalez (A)

Arbitro: Luca Massimi di Termoli

Ammoniti: 19′ Malotti (P), 21′ Marras (A), 58′ Cazzola (A), 62′ Manfrin (A), 79′ Ogunseye (P), 85′ Martinelli (P)

Calci d’angolo: 6-10

In sala stampa

Lega Pro girone A: risultati e classifica (clicca qui)

Articoli correlati

Leggi >