Archivio della categoria: I Campioni di un secolo

Nella giornata del successo dei Grigi vince anche il Novara

Novara-Albinoleffe 1-0 (foto La Voce di Novara)

Pari casalingo per l’Olbia, che impatta 1-1 con il Como. Lariani avanti con Iovine in apertura, poi Pennington ristabilisce la parità. Stesso risultato in PianeseGozzano: succede tutto nella ripresa, quando Tomaselli porta in vantaggio i rossoblù, poi Udoh firma il pari a 7′ dalla fine. Risultato a occhiali in Pro VercelliPergolettese, che termina 0-0. L’Arezzo, grazie a Madonna, Cutolo e Gori, torna a vincere schiantando la Pro Patria 3-1. Lo stesso risultato che il Pontedera infligge in trasferta alla Giana Erminio: Calcagni, Semprini e De Cienco castigano i lombardi, a cui non basta il gol tardivo di Cortesi. L’Alessandria ottiene la vetta della classifica, andando a prendersi i tre punti sul campo del Lecco, in piena crisi: è Chiarello l’autore di entrambi i gol dei grigi. Il Novara passa di misura sull’Albinoleffe, ed è quarto: decide Barbieri nella ripresa. Tra Renate e Carrarese nè vincitori nè gol: 0-0. … Leggi >

Monza a punteggio pieno davanti al sorprendente Renate. Primo punto per la JuventusU23

Monza-Pro Vercelli 1-0 (foto Roberto Del Bo)


La quarta giornata del girone A ha preso il via con l’anticipo Monza-Pro Vercelli. La formazione brianzola continua nel proprio percorso netto, centrando la quarta vittoria su quattro. Per oltre 70 minuti i piemontesi tengono botta, pregustando la possibilità di imporre il primo stop alla capolista, ma la rete di Anastasio spezza l’equilibrio. Brocchi si aggiudica la sfida con l’ex compagno di squadra Gilardino e tenta il primo strappo.

Renate-Como 2-1 (foto Fabrizio Cusa)

Tra Albinoleffe e Pianese termina 0-0, con gli ospiti che non sfondano nonostante la superiorità numerica per l’espulsione di Mondonico. Il derby toscano sorride alla Carrarese, che supera 2-1 la Pistoiese in rimonta: ospiti avanti con il rigore di Falcone, poi la premiata ditta Tavano-Maccarone ribalta il risultato. Il Siena sbanca Lecco grazie alle reti nel primo tempo di Cesarini e Arrigoni. Netta affermazione dell’Alessandria: i grigi superano 3-0 a domicilio l’Olbia con i gol di Arrighini e Akammadu, oltre all’autorete di Dalla Bernardina. Termina a reti bianche PontederaNovara. Primo punto stagionale per la Giana Erminio: Perna risponde Emiliano e col Gozzano finisce 1-1.

JuventusU23-Pro Patria 2-2 (foto www.museogrigio.it)

Anche la Juventus U23 cancella lo 0 alla voce dei punti conquistati: dopo il vantaggio esterno della Pro Patria con Defendi a 5′ dall’intervallo, Olivieri pareggia per i bianconeri nei minuti di recupero (guarda la nostra fotogallery). Nella ripresa Ghioldi raddoppia per i bustocchi, ma i bianconeri realizzano il … Leggi >

Arrighini confeziona il primo successo per l’Alessandria

Alessandria-Renate 1-0, il math winner Arrighini (foto www.museogrigio.it)

Il primo successo stagionale dei Grigi, di misura contro il tignoso Renate, arriva grazie ad un gol di Arrighini nella ripresa, con una correzione in aerea. Poi i brianzoli vanno vicinissimi al pari, ma l’Alessandria si salva in modo a dir poco rocambolesco. Mister Scazzola propone il 3-4-1-2 con Eusepi ed Arrighini in avanti supportati da Chiarello. In difesa esordio dal primo minuto per Cosenza.

Alessandria-Renate 1-0, capitan Gazzi (foto www.museogrigio.it)

Partita dura, maschia, caratterizzata dalla grande fisicità dei Grigi, che provano a dettare i ritmi di gioco coinvolgendo molto gli esterni di centrocampo. Primi venti minuti tuttavia senza occasioni di rilievo poi è nerazzurra la prima chance da rete. Kabashi nello stretto serve Grbac, ma il destro del 10 croato viene murato in maniera decisiva da Prestia. Prima della mezz’ora è Satalino a farsi apprezzare respingendo l’inzuccata da corner di Cosenza, tre minuti dopo il portiere di proprietà del Sassuolo si ripete murando Eusepi a due passi dallo specchio di porta. All’intervallo è 0-0.

Alessandria-Renate 1-0, “Ciccio” Cosenza (foto www.museogrigio.it)

Guarda la galleria fotografica

Alessandria che parte forte nella ripresa, giocando sotto la curva che carica e spinge l’undici di Scazzola, pericoloso al 5′ con la rasoiata di Celia (esterno della rete). Passano pochi minuti e l’equilibrio si spezza. Corner a favore dei Grigi, sugli sviluppi del quale nasce il gol-partita di Arrighini, che di testa scaraventa in rete il contro-cross di Cambiaso. … Leggi >

Ci ha lasciati Angelo Volpato, portando con sè la gioia per quella promozione in B con i Grigi

Angelo Volpato in azione

La notizia è parsa liquefarsi nella calura di queste ultime settimane: lo scorso 4 luglio ci ha lasciati Angelo Volpato, uno degli artefici dell’ultima promozione in Serie B dei Grigi.

Era nato ad Azzano San Paolo, nel Bergamasco, nel 1943: crebbe nelle giovanili dell’Azzanese, dove esordì in prima squadra nel campionato di Seconda Categoria. Il suo talento di centrocampista offensivo emerse immediatamente, tanto che il Varese lo acquistò ancora minorenne facendolo esordire in Serie C. Con il Varese conquistò una doppia promozione che lo proiettò in Serie A nel campionato 1964-’65. Da lì un lungo girare per l’Italia nei campionati professionistici con una lunga parentesi nel Catania, per finire la propria carriera in provincia, nel Villa d’Almè, nel 1980.

Giunse in Grigio nel 1973, in tempo per far parte di quella squadra che al termine di quella stagione ottenne la promozione in Serie B, l’ultima nella storia dell’Orso. rimase in riva al Tanaro anche nel campionato successivo.

Come ha sottolineato Marco Boffa su “BergamoPost, era un giocatore d’altri tempi, quando ancora l’essere professionista non portava ai guadagni odierni, ma che ha permesso a Volpato di aiutare la famiglia. Coi primi guadagni riuscì a comperare casa ai genitori e si dedicò ai suoi fratelli.

In un undici dell’Alessandria Calcio nella stagione 1974-’75.
Volpato è quello con il pallone

Ci ha colpiti un commento su Facebook: «Ciao Angelo, tu per la nostra generazione sei stato un modello, per noi eri Rivera, Pelé.

Volpato in azione

Quando eri Leggi >

Quella volta che i Grigi espugnarono Monza in Coppa Italia

L’Alessandria 1959-’60, edizioni Lampo

Il 6 settembre 1959 si giocò il primo turno di Coppa Italia, edizione 1959-60. Per la prima volta parteciparono solamente le formazioni di Serie A e B a causa della creazione della Lega Nazionale di C.  La formula rimase ad eliminazione diretta. Alla giornata inaugurale presero parte le 18 squadre cadette e 10 di Serie A abbinate con criteri di vicinanza geografica. 

Una “rosa” del Simmenthal Monza

All’Alessandria toccò il Simmenthal Monza, formazione di B abbinata alla nota azienda di carne in scatola (il cui proprietario, Sada, era anche presidente della squadra). Teatro della sfida il Città di Monza, stadio poi intitolato allo stesso Sada. Alle 16,30 di una domenica soleggiata, agli ordini dell’arbitro De Marchi scendono in campo le seguenti formazioni:

Monza: Covacich, Copreni, Grassi, Frascoli, Tellini, Dalio, Brambilla, Fraschini, Carminati, Gagliano, Mattavelli. All.: Kossovel Attilio.

Alessandria: Stefani, Boniardi, Giacomazzi, Forin, Pedroni, Girardo, Oldani, Filini, Maccaccaro, Migliavacca, Tacchi. All.: Pedroni Franco – Robotti Luciano.

Sul Corriere dei Piccoli

L’Alessandria parte favorita ma la partita la fa il Monza, almeno nelle battute iniziali.  A metà del primo tempo si infortuna ad una mano il portiere grigio Stefani sostituito (in Coppa Italia era consentito un cambio) dal giovane Arbizzani, che sarà protagonista della gara con le sue parate

Secondo Giulio Accatino, inviato de La Stampadi questo ragazzo, pescato in tutta segretezza a Bondeno (IV Serie) per la modica cifra di un milione e mezzo, si potrebbe senz’altro usare la parola rivelazione: prontissimo Leggi >