Quarantun giocatori hanno vestito il grigio in tinta unita dell’Alessandria e il grigio strisciato di rosso della Cremonese

giovedì, 25 Novembre 2021

Davide Baiocco capitano della “Cremo” con Mister Beppe Scienza

Evidentemente il percorso tra le due città è più complesso rispetto ad altri. Solamente la scorsa settimana raccontavamo le gesta dei 68 doppi ex Alessandria-Spal che, pure, ha incrociato i Grigi 36 volte contro le 55 della Cremonese. Il primo della serie porta un cognome illustre: Ettore Girardengo. Il figlio primogenito dell’”Omino di Novi” non pedalava ma tirava calci ad un pallone da terzino. Cresciuto nell’Alessandria passò al Milan (Milano nella denominazione dell’epoca) per essere girato alla Cremonese, dove esordì in Serie B. Girardengo, però, non giocò mai con l’Alessandria in prima squadra per cui il primo vero doppio ex deve essere considerato Eligio Vecchi, ala mantovana, lanciata dai grigiorossi in B per approdare, dopo un triennio all’Ambrosiana, all’Alessandria in cui militò nella stagione della prima retrocessione dalla A e nella sfortunata stagione di B conclusa con gli spareggi (persi) per tornare la piano di sopra.

Ettore Girardengo con la maglia dell’Alessandria (foto Magliarossonera.it)

Negli anni successivi pochi, e secondari, giocatori hanno condiviso l’esperienza nelle due città. Solamente dai ‘60 del secolo scorso gli scambi si sono identificati. Cominciò Mario Pasquina bei primi anni dopo la retrocessione dalla B, seguì Gianni Marella un anno da giovane nei Grigi e un anno a Cremona dopo l’esperienza al Casale, poi Gabriele Bongiorni, due stagioni nella città del Torrone in B dopo essere stato lanciato nei Grigi. Di tutti gli altri ricordiamo Davide Baiocco, Enrico Fantini, Angelo Montrone, Riccardo Taddei, Luigi Turci (che a Cremona ha scritto la storia). Più recentemente Claudio Loviso, Michael Agazzi e Nicola Talamo.

Nell’anno dell’ultimo incrocio, e sappiamo bene qual’è, c’erano Riccardo Bocalon alessandrino e Stefano Scappini cremonese. Quest’ultimo segnò all’ultima giornata il gol che diede la promozione alla sua squadra a scapito della ex. Visto che i ricordi sono freschi una menzione speciale merita Francesco Stanco che da noi ha segnato solo una rete ma decisiva per il passaggio del turno nei playoff. Nessun ex grigio oggi milita nella Cremonese, due ex grigiorossi sono nell’Alessandria. Parliamo di Bruccini e Palombi.

Tra gli allenatori, a parte i danubiani Krappan e Stürmer (due veri giramondo, sono stati praticamente in ogni squadra) gli unici che si sono seduti sulle due panchine sono stati Giorgio Roselli (a Cremona per due campionati divisi in due esperienze) e Giuseppe Scienza subentrato a Brevi dopo quattro partite.

Sergio Giovanelli

Condividi