La classifica vista al contrario

lunedì, 13 Settembre 2021

La Curva Nord, simbolo del “Moccagatta” e dell’Alessandria

Penso che tutti i veri tifosi grigi e gli addetti ai lavori presenti al Moccagatta sabato contro il Brescia abbiano avuto la stessa impressione che ho avuto io. La parola chiave quest’anno è “Resposabilità”. Ognuno di noi ha capito che non può permettersi di guardare lo spettacolo passivamente ma deve essere parte dello spettacolo stesso. La serie B è complessa e per affrontarla ci vuole il contributo attivo di tutti. 

Chi lo ha capito sicuramente sono i ragazzi della Nord. Filippo Inzaghi è un grande conoscitore di calcio e sa come prepararsi il terreno però penso anche che sia stato onesto verso la nostra tifoseria dicendo che può fare la differenza. Ha ragione! Ma anche gli altri settori dello stadio devono fare altrettanto. 

Al termine di Alessandri-Brescia i Grigi salutano la Curva Nord (Foto © Mario Bocchio)

La classifica dobbiamo imparare a guardarla in un altro modo, noi giochiamo un campionato nel campionato. Dobbiamo strappare ogni punto con ogni mezzo. Dobbiamo essere parte dello spettacolo. Dobbiamo far sentire agli avversari che qui è dura passare. 

Come in una battaglia senza tempo, mi immagino cento impavidi eroi che combattono contro mille cavalieri oscuri. Per ottenere la vittoria i nostri eroi devono essere pronti a tutto, senza paura. Devono sostenersi e combattere fianco a fianco anche se sono molto diversi gli uni dagli altri. Chi ha paura vada a nascondersi e poi esca quando è finita la battaglia

Il campionato sarà lungo e irto di tanti ostacoli. Noi siamo una neopromossa, con tutti i limiti derivanti da 46 anni in serie C o categorie inferiori. Dimostriamo che siamo in grado di vincere la battaglia anche se in cento contro mille. 

Emanuele Bellingeri

Condividi