Il presidente Di Masi duro con l’allenatore e i giocatori: “Tutti in discussione”

Albinoleffe-Alessandria  (8)

Una delle più deludenti partite dell’Alessandria (con il look giallo) negli ultimi due anni. È questo il commento sintetico dopo la netta (e meritata) sconfitta di Bergamo contro l’Albinoleffe per 2-0. Quella andata in onda allo stadio “Atleti Azzurri d’Italia” è stata la recita dell’ uno-due di Momentè, che ha steso una squadra tatticamente mandata in campo in maniera del tutto sbagliata. Tanto che il presidente Luca Di Masi a fine gara è stato sin troppo esplicito con l’allenatore e i giocatori: “Tutti in discussione. Se avessimo messo in molte trasferte la grinta evidenziata con Novara e Pavia, adesso avremmo 5-6 punti in più”.

Albinoleffe-Alessandria  (9)

Al 51’ l’attaccante bergamasco è riuscito a concludere positivamente una sgroppata di trenta metri palla al piede (colpevole non solo direttamente Terigi, ma l’intera linea difensiva) e, due minuti dopo, lo stesso Momentè ha trafitto nuovamente Nordi con un sinistro teleguidato dal limite.
I Grigi, nonostante le sostituzioni operate da Mister D’Angelo, non sono stati in grado di reagire. Per l’Albinoleffe si è trattata della seconda, meritata, vittoria in campionato, mentre l’Alessandria ha interrotto una serie positiva che durava dalla seconda giornata, fatta comunque di troppi pareggi, che a ben guardare non portano lontano. L’Alessandria è dunque riuscita nella non facile impresa di far segnare all’Albinoleffe due reti. Quante i seriani ne avevano realizzate nelle precedenti nove gare di campionato.

Albinoleffe-Alessandria  (7)

Gi stessi hanno poi avuto altre due nitide occasioni realizzative. Dopo un inizio accettabile – le iniziative di Spighi e Sabato mandano in difficoltà la retroguardia di casa, e proprio quest’ultimo da sinistra premia l’inserimento di Spighi, la cui sforbiciata è controllata sulla linea di porta da Offredi – la squadra di D’Angelo si è sfaldata. A risultato ormai compromesso, Taddei ci prova al 32’, ma l’estremo difensore di casa si fa però trovare pronto alla respinta. A fine partita i Grigi vanno verso i tifosi, che però non hanno certo parole tenere all’indirizzo dei giocatori.

Mario Bocchio

Albinoleffe-Alessandria  (11)

IL TABELLINOAlbinoleffe: Offredi, Moi, Allievi (C), Ondei (dal 19′ Geroni), Cortivonis, Taugourdeau, Maietti, Gazo, Pesenti, Vorobjovs (dall’81’ Calì), Momentè (dall’87’ Personè).
A disposizione: Amadori, Barzaghi, Calì, Nichetti, Personè, Geroni, Aurelio. All. Alessio Pala.

Alessandria: Nordi, Sosa, Sabato (dall’81’ Nicolao), Ferrani, Mezavilla, Terigi, Spighi (dal 59′ Scotto), Obodo, Marconi, Cavalli (C, dal 59′ Taddei), Guazzo. A disposizione: Poluzzi, Nicolao, Valentini, Taddei, Scotto, Mora, Vitofrancesco. All.: Luca D’Angelo.

Arbitro: Mauro Giosuè D’Apice di Arezzo.

Reti: 51′ e 53′ Momentè (Alb.).

Ammoniti: 34′ Gazo (Alb.), 60′ Marconi (Ale).

Calci d’angolo: 0-3.

Recupero: 2′ nel primo tempo; 5′ nel secondo tempo.

Tutti i risultati, la classifica e il calendario del girone A della Lega Pro: cliccare qui

Le fotografie sono tratte dal profilo Facebook dell’Alessandria Calcio e sono di Paolo Magni AFB.