La corazzata Alessandria cala il tris

Alessandria-Pordenone_18_10_2014 (7)

Dopo un primo tempo nel quale l’Alessandria ha mostrato non poche difficoltà nel produrre gioco, il vantaggio, onestamente fortunoso trovato dai padroni di casa nel finale di primo tempo nell’extratime, grazie a Cavalli, ha come sbloccato la squadra di D’Angelo che nella ripresa, dopo essere passata al 4-3-1-2, si è espressa con più convinzione ed ha imposto l’ennesimo stop stagionale al Pordenone.

Alessandria-Pordenone_18_10_2014 (13)

Il 3-0 finale (a segno anche Marconi e Guazzo), però, punisce oltre misura gli ospiti degli ex Foschi (allenatore) e Ghinassi, che nei primi quarantacinque minuti hanno tenuto testa ai Grigi e con maggiore convinzione avrebbero potuto ottenere un risultato diverso. Per il Pordenone quinta sconfitta consecutiva lontano dal “Bottecchia” e conferma all’ultimo posto in classifica con soli 5 punti, mentre l’Alessandria sale a 14 punti in classifica.

Alessandria-Pordenone_18_10_2014 (4)

L’Orso era sceso in campo con il 3-5-2: davanti a Nordi, difesa a tre con Sosa, Ferrani e Terigi; centrocampo composto da Spighi, Vitofrancesco, Cavalli, Mezavilla e Mora; il tandem Taddei e Marconi in attacco.

I goals grigi:

Su un cross di Mora da sinistra uscita di pugno di Bazzichetto la cui respinta è ribadita in rete di testa da capitan Cavalli nel recupero del primo tempo.

Raddoppio di Marconi che gira al volo un cross dalla sinistra di Sabato.

Guazzo segna direttamente su calcio di punizione dal limite: esecuzione magistrale.

In sala stampa Mister D’Angelo non è stato d’accorso con chi ha criticato il comportamento dell’ Alessandria nel primo tempo: “Era difficile giocare contro una squadra che si difendeva con dieci giocatori dietro alla linea della palla”. All’umile e serio Cavalli, va il merito di aver cambiato decisamente la gara, portandola sul binario grigio. Ecco perché, in fondo, non è sbagliato parlare di partita “double face”.

Mario Bocchio

Alessandria-Pordenone_18_10_2014 (17)

IL TABELLINO Alessandria: Nordi, Sosa, Mora (dal 9’s.t. Sabato), Ferrani, Mezavilla, Terigi, Spighi (dal 1′ del s.t. Guazzo), Cavalli (C), Marconi, Taddei (dal 26′ s.t. Obodo), Vitofrancesco. A disp. Poluzzi, Sabato, Scotto, Sirri, Obodo, Guazzo, Nicolao. All.: D’Angelo.

Pordenone: Bazzichetto, Capogrosso, Pramparo, Uliano (dal 24′ s.t. Potenza), Peccarisi, Ghinassi, Bacher, Buratto (C), Barbuti, Conti (dal 28 p.t. Simoncelli), Paladin (dal 27′ s.t. Benatti). A disp. Maniero, Placido, Rosania, Migliorini, Simoncelli, Benatti, Potenza. All.: Foschi.

Arbitro: Alessandro Prontera di Bologna.

Marcatori: Cavalli (A) al 46 p.t., Marconi (A) al 17′ s.t., Guazzo (A) al 28′ s.t..

Ammoniti: Mezavilla (A) al 40′ p.t., Capogrosso (P) al 40′ p.t., Barbuti al 48′ s.t..

Calci d’angolo: 8-3.

Spettatori: 919 paganti; 761 abbonati.

Recupero: primo tempo 1′; secondo tempo 3′.

Tutti i risultati, la classifica e il calendario del girone A della Lega Pro: cliccare qui

Le fotografie sono tratte dal profilo Facebook dell’Alessandria Calcio e sono di Mauro Zoboli.