Orso, nell’uovo di Pasqua c’è la vittoria!

Alessandria-Pordenone_24_03_2016 (46)

 

Successo importante quello ottenuto dall’Alessandria contro il Pordenone. Importante per tutta una serie di fattori.

In primo luogo per la classifica, visto che la gara era una sorta di spareggio playoff. Considerata la sconfitta casalinga del Bassano in casa col Pavia per 4-1, i Grigi sono quarti a un solo punto dai Ramarri e a tre lunghezze dallo stesso Bassano.

Alessandria-Pordenone_24_03_2016 (5)

L’1-0 finale è poi importante per elevare il morale dei giocatori di Mister Gregucci, soprattutto dopo le note tensioni dopo la trasferta di Busto Arsizio. Infine, vale anche perché ottenuta tra le mura amiche, sul prato del “Moccagatta” che aveva finito per perdere quelle credenziali di palcoscenico in grado di condizionare gli avversari. Era infatti dal successo contro il Cuneo, agli inizi di gennaio, che in casa non maturavano i tre punti: solo pareggi e sconfitte, l’ultima delle quali contro la capolista Cittadella.

Alessandria-Pordenone_24_03_2016 (22)

La vittoria dell’Alessandria è stata meritata, ineccepibile. I Grigi si sono dimostrati più forti della formazione di Tedino, arrivata in Piemonte senza lo squalificato Pederzoli, a segno sabato scorso nel 2-1 al Padova, e l’infortunato De Agostini.

Guarda la sintesi video della partita (clicca qui)

Gregucci dal canto suo, ha dovuto fare a meno in difesa dello squalificato Morero, mentre in attacco si è affidato al tridente Marras-Marconi- Fischnaller.

Alessandria-Pordenone_24_03_2016 (15)

Il fantasista Massimo Loviso è entrato solo ad un quarto d’ora dalla fine, al posto di Vitofrancesco. Ma è stato quando Iocolano ha rilevato Fischnaller, che il ritmo dell’Alessandria è salito vistosamente, sconquassando il reparto difensivo del Pordenone.

Il vantaggio dell’Alessandria è giunto al 23′: tiro di Iocolano che diventa un assist per Marconi, il quale, ben appostato sul secondo palo, ha dovuto solamente mettere dentro da distanza ravvicinata. Elementare.

Alessandria-Pordenone_24_03_2016 (8)

Sul nostro taccuino abbiamo anche annotato – sul finire del primo tempo – l’azione insistita dei Grigi: bravo Tomei a sventare la minaccia con un buon riiflesso su Nicco e un minuto dopo botta potente di Fischnaller da dentro l’area: palo.

Alessandria-Pordenone_24_03_2016 (33)

Pasqua dunque, ha portato un uovo gradito al presidente Luca Di Masi e a tutta la tifoseria, un pulcino giallo e non nero.

Ma non c’è sicuramente da bearsi sugli allori: mangiata la colomba, ci sarà subito la non facile trasferta a Pavia. Pavia e Padova si sono fatte di nuovo minacciose in chiave playoff, oltre a FeralpiSalò e Reggiana.

In sala stampa

 

Alessandria-Pordenone_24_03_2016 (42) Due grandi ex al “Moccagatta” hanno assistito al successo contro il Pordenone: Natalino Fossati (a sinistra) e Rocco Melideo.

 

Il tabellino

Alessandria-Pordenone 1-0

ALESSANDRIA: Vannucchi; Celjak, Sosa, Sirri, Sperotto; Vitofrancesco (st 29′ Loviso), Branca, Nicco; Fischnaller (st 17′ Iocolano), Marconi (st 48′ Bocalon), Marras. A disp.: Nordi, Manfrin, Guerriera, Cittadino, Boniperti. All. Gregucci.

 PORDENONE (4-3-1-2): Tomei; Boniotti, Stefani, Ingegneri, Martin; Mandorlini, Pasa, Buratto (st 32′ Berrettoni); Cattaneo (st 5′ Martignago); Filippini (st 32′ Beltrame), Strizzolo. A disp.: De Toni, Cosner, Castelletto, Berardi, Talin, Ramadani, Valente, Marchi. All. Tedino.

 ARBITRO: Marinelli di Tivoli.

 MARCATORE: nella ripresa, al 23′ Marconi.

NOTE: ammonito Nicco. Angoli 10-1. Recupero: pt 3′; st 5′. 2.629 spettatori (1.460 paganti + 1.169 abbonati).

I risultati e la classifica del girone A della Lega Pro (clicca qui)

 Mario Bocchio