Grigi ancora raggiunti. A Lumezzane una partita non bella

Lumezzane-Alssandria_27_09_2014 (19)

Lumezzane-Alessandria 1-1. Reti di Guazzo per i Grigi e pareggio di Mogos per i bresciani. È stata una partita davvero povera di spunti di interesse, con l’Orso che non è riuscito, ancora una volta, a difendere il vantaggio iniziale, facendosi raggiungere già nella fase finale del primo tempo. Nella ripresa Mister Luca D’Angelo ha cercato di ridisegnare la sua squadra attraverso i cambi, ma gli stessi non hanno modificato la fisionomia del match.

Lumezzane-Alssandria_27_09_2014 (10)

L’Alessandria non ha saputo dunque ripetere la grintosa prova offerta col Pavia al Moccagatta. Il collega Massimo Delfino de “La Stampa” ha fatto questa analisi: “Molli e lenti in tutti i reparti, i Grigi confermano una tendenza già emersa a Vicenza. Una volta passati in vantaggio hanno un calo di tensione inspiegabile e si fanno agguantare. Buon che i bresciani siano poca cosa, ma la prova della squadra di D’Angelo è insufficiente”. Non possiamo certamente dargli torto.

Lumezzane-Alssandria_27_09_2014 (5)

Alcuni cenni di cronaca

Alessandria in vantaggio al 15′: cross dalla sinistra di Mora per la testa di Guazzo. Il n. 11 spinge in rete il pallone per il vantaggio dell’Orso,realizzando il quarto consecutivo centro personale.

“Invece di affondare i colpi contro un’avversaria che non mette insieme due passaggi in fila, l’Alessandria ha il torto di allentare la presa e di accontentarsi. Ma la gestione della palla non è efficace e il Lumezzane prima costringe Terigi a un salvataggio quasi sulla linea, poi pareggia con Mogos che salta secco Mora e dal vertice destro spara sotto l’incrocio, senza che nessun avversario esca a contrastarlo” (Massimo Delfino).

Pareggio del Lumezzane al 39′: Mogos va via sul lato destro con un doppio passo, entra in area e calcia. La palla si insacca nel sette sul palo più lontano alle spalle del portiere Nordi.

Lo stesso Guazzo potrebbe riportare avanti l’Alessandria ma Gazzoli esce bene, nella ripresa le sostituzioni non cambiano il volto della gara e c’è solo un tiro di Obodo che chiama alla parata Gazzoli. Anzi, verso la fine è Nordi ad esibirsi in un bell’intervento che salva l’1-1.

Lumezzane-Alssandria_27_09_2014 (9)

Le parole del presidente Di Masi

“C’è amarezza: in vantaggio di un gol, eravamo convinti di poter fare bene. Poi un errore e la partita che scende di ritmo e noi purtroppo di conseguenza. Fuori casa la crescita dovrà avvenire nel gioco e nella mentalità, fermo restando che tutti dobbiamo essere carichi e pensare positivo perché le potenzialità della squadra sono ancora molto inespresse. In casa giochiamo da grande squadra, fuori ci dimentichiamo di poterlo essere. Oggi mezz’ora di buon livello, partenza giusta e possibilità di raddoppiare in tre nitide occasioni. Fuori dovremo aggredire l’avversario di più, essere più intensi, non farlo ragionare e non lasciargli alzare la testa. Ci arriveremo! E per me, che sento un po’di pessimismo ingiustificato dopo prestazioni come questa, è e sarà un punto dal quale ripartire. Oggi non belli? Sì, non lo nego”.

Mario Bocchio

Lumezzane-Alssandria_27_09_2014 (15)

IL TABELLINO – Lumezzane: Gazzoli, Monticone, Benedetti, Ndiaye (dall’84 Franchini), Pini (C), Da Silva, Mogos, Baldassini, Alimi, Meduri, Ferrari (dal 75′ De Paula). All. Paolo Nicolato.

Alessandria: Nordi, Terigi, Mora, Sosa, Vitofrancesco, Valentini, Spighi (dal 50′ Ferrani), Obodo, Rantier, Taddei (C, dal 61′ Cavalli), Guazzo (dal 69′ Marconi). All. Luca D’Angelo.

Lumezzane-Alssandria_27_09_2014 (20)

Arbitro: Ivan Robilotta di Sala Consilina.

Reti: 15′ Guazzo (A), 39′ Mogos (L).

Ammoniti: 16′ Da Silva (L); 85′ Cavalli (A).

Corner: 5-4.

Recupero: 1′ nel primo tempo; 4′ nel secondo.

Tutti i risultati, la classifica e il calendario del girone A della Lega Pro: cliccare qui

Le fotografie sono tratte dal profilo Facebook dell’Alessandria Calcio e sono di Francesco Barilaro.