La storia dei Grigi raccontata attraverso le figurine

Figurine Lurati

 

Queste sono le figurine sportive della Cioccolata Lurati che ritraggono i giocatori dell’Alessandria, e si riferiscono al campionato di Divisione Nazionale (attuale serie A) 1927-’28.
La collezione completa prevedeva tutte le squadre, con undici o più figurine per club. Attraverso queste pregevoli “pezzi” da collezione, andiamo ad analizzare quell’ormai lontanissimo campionato.
La stagione fu densa di soddisfazioni. La squadra alessandrina valente esponente del calcio “provinciale”, giunse addirittura a sfiorare la conquista del titolo di campione d’Italia. Solo l’infausta sconfitta di Casale a poche giornate dal termine, dovuta alla nera giornata del portiere Curti, non consentì all’undici di Carlo Carcano di dire una parola importante nella volata finale per la conquista del titolo. Il Torino così in virtù dell’inopinata sconfitta dei Grigi, riuscì a distanziare la compagine alessandrina che malgrado l’exploit costituito dalla vittoria sui granata ottenuta nella terz’ultima giornata, non ce la fece più a riagganciarsi ed anzi – sfiduciata – cedette anche la seconda piazza perdendo l’ultima partita a Genova.
Per i ragazzi di Carcano fu un campionato veramente denso di soddisfazioni: basti pensare che nel girone finale Juventus, Internazionale, Genoa, Torino, Casale e Milan vennero sconfitte al campo degli Orti, mentre in trasferta i Grigi imposero il pareggio ad avversarie di rango quali Bologna, Torino e Juventus.
Malgrado l’infausto scivolone finale che risultò fatale, la prestazione dell’Alessandria nel campionato 1927-‘28 resta senz’altro la più bella di tutta la lunga storia del sodalizio grigio. Il dare spettacolo di bel gioco su tutti i campi dove si esibirono, per i Grigi rimase pur sempre un’affermazione di grande prestigio.

Mario Bocchio

Marcello Marcellini