I nostri avversari, il Cittadella

formazione-2007-08La formazione 2007-’08 che riconquistò la Serie B.

 

L’Associazione Sportiva Cittadella è nata nel 1973 dalla fusione di due preesistenti società: la Cittadellese (maglia biancoblu, attiva dal 1920) e l’Olimpia (maglia bianco-verde, fondata nel 1948). Di queste solo l’Olimpia ha raggiunto un buon livello giocando il campionato di Quarta Serie nel 1954-’55 – classificandosi al decimo posto – e nel 1955-’56, retrocedendo nelle categorie inferiori.

 

Fotostory

1_3

1_4

1_8

1_10

1_9  Tutto partì dal 1920 con l’Unione sportiva Cittadellese…

 

Nel 1973 il presidente dell’Olimpia, Angelo Gabrielli, riuscì ad unificare le due realtà calcistiche in una sola creando una società che, da allora, ha avuto una storia tutta in crescendo.

gagli Il gagliardetto dell’Olympia Cittadella.

 

angelo-campo-1238x1024 Angelo Gabrielli fu l’artefice della fusione fra le due squadre della città.

 

Nel 1980 il primo successo di rilievo con la vittoria nella Coppa Italia Dilettanti vinta nella finale di Montecatini Terme contro il Ponsacco per 2-1 dopo i tempi supplementari. Alla fine della stagione successiva il Cittadella, classificatosi quarto nel suo girone di Promozione viene ammesso alla Serie D per completare gli organici del massimo livello dilettantistico. Dopo alcune stagioni di assestamento concluse peraltro a metà classifica senza particolari affanni nel 1989 vince il girone D e passa in C2.

Cittadella_Coppa_Dilettanti La consegna della Coppa Italia Dilettanti al Cittadella.

 

Tra i protagonisti della promozione anche Giancarlo Pasinato, scudettato nell’ Inter nel 1980, nativo di Cittadella e cresciuto nella società, tornato a concludere la carriera a 35 anni con i colori del cuore. Tre anni di assaggio di C2 un rapido ritorno tra i dilettanti e di nuovo salita: 1992-’93 in C2, 1997-’98 in C1 , 1999-2000 in Serie B passando attraverso i playoff e battendo il Brescello in finale.

Glerean-1240x826 Ezio Glerean.

 

Per il campionato cadetto il Cittadella si trasferisce, di nome e di fatto, a Padova.

L’esordio in Serie B il 3 settembre 2000 con secco 0-2 interno ad opera del Piacenza.

Reti: 20. Caccia [P], 24. Gautieri [P].
Cittadella: Capecchi; Simeoni, Zanon, Ottofaro; Filippi, Migliorini, Mazzoleni; Sturba [71. Musso], Scarpa [88. Baiocchi], Ghirardello, De Poli [52. De Gasperi]. All. Glerean.
Piacenza: Roma; Lamacchi, Boselli, Lucarelli, Tramezzani; Gautieri [72. Palmieri], Statuto, Volpi, Tosto; Rastelli [82. Morrone], Caccia. All. Novellino.
Arbitro: Rossi (Ciampino).

Prima vittoria quindici giorni dopo con il 3-1 sulla Ternana.
Il primo campionato cadetto si concluse con il Cittadella 14° classificato; l’anno dopo 18° posto e retrocessione.
Due stagioni di C1 con piazzamenti nella parte centrale della classifica e poi il ritorno alla denominazione originale. Ancora un paio di stagioni di patimenti correndo anche qualche rischio di finire in C2 poi il Cittadella ci riprova: nel 2007-’08 sotto la guida di mister Foscarini è ammesso ai playoff come terzo classificato. Batte prima il Foligno e poi la Cremonese e riconquista la serie B.

6_6 Esultanza dopo il derby contro il Padova per 2-0.

 

Il suo terzo campionato cadetto comincia ancora in esilio: a cuasa dei lavori di adattamento dello stadio Piercesare Tombolato di Cittadella giocano le prime partite al Tenni di Treviso. Esordiscono finalmente a casa loro il 29 novembre 2008 con l’Ancona (0-0). Arriva 17° ed evita per un soffio i playout. L’anno successivo arriva sesto e si qualifica addirittura ai playoff per salire in Serie A ma viene eliminato al primo turno dal Brescia: sconfitto 0-1 a Cittadella ma vincitore 1-0 al Rigamonti viene eliminato a causa del peggior piazzamento rispetto alle rondinelle. Quattro stagioni ancora nella zona bassa della classifica poi lo scorso anno la retrocessione in C1.

Brescia - Cittadella Un fotogramma della sfida Brescia-Cittadella.

 

In totale i granata hanno giocato 9 campionati di Serie B, sette a 22 squadre e due nel tradizionale formato a 20 formazioni con il seguente bilancio:

Bilancio serie B

Il Cittadella non ha mai giocato con l’Alessandria in partite ufficiali. 

Nell’attuale rosa dell’Alessandria ci sono ben tre ex giocatori granata: Iunco che ha militato nel Cittadella nel 2009-10, Vitofrancesco (dal 2011 al 2013) e Sosa (dal 2012 al 2014)”.

                                                                                                                                             Sergio Giovanelli

Fotografie tratte dall’archivio www.ascittadella.it