Il Renate crolla ad Alessandria

Alessandria-Renate_25_10_2015 (18)

 

Il Renate cade a picco sotto i colpi di un’Alessandria spietata soprattutto nel primo tempo, quando si porta sul 3-0 dopo soli 33 minuti con i gol di Nicco, Bocalon e Marras. Valotti si sblocca, permettendo ai brianzoli di tornare al gol dopo ben cinque match di astinenza. E’ però Fischnaller a poco più di 10 minuti dalla fine a chiudere una partita da dimenticare per le Pantere.

La cronaca

Al “Moccagatta” partono subito forti gli ospiti, con il tiro-cross di Sciacca parato solo in due tempi da Nordi. Due minuti dopo però, nell’altra area, l’Alessandria colpisce: Marras crossa dal fondo per Nicco, che conclude in porta e batte Castelli di giustezza per l’1-0. I brianzoli non si abbattono nonostante la doccia fredda e provano a pareggiare con due occasioni in serie: prima Graziano conclude sull’esterno della rete, dall’interno dell’area, anzichè crossare per un compagno sul secondo palo, poi Ekuban prova il gol da cineteca con una bella girata sul cross di Anghileri che finisce alta. Il pubblico di casa passa 10 minuti di paura, visto che il Renate vuole pareggiare a tutti i costi: Nordi è bravissimo a murare una conclusione di Ekuban, ma sul destro di Scaccabarozzi è battuto e non può far nulla. Solo la traversa lo salva al 13′ da un 1-1 che sarebbe meritato per il Renate. Le Pantere giocano, ma i padroni di casa raddoppiano: Bocalon ruba la palla a Teso e non sbaglia davanti a Castelli per il 2-0 dei piemontesi al 18′. Nordi è ancora protagonista in due occasioni: il portiere dell’Alessandria, prima para un gran destro di Ekuban, mandando in corner, poi non fa passare il bolide di Anghileri. Al 33′ però, gli uomini di Gregucci chiudono la partita: Boniperti pesca Marras in area che esplode un mancino preciso, che non lascia scampo all’incolpevole Castelli. Il finale di tempo è povero di occasioni e quest’ultimo su chiude con i punteggio di 3-0.

Alessandria-Renate_25_10_2015 (6)

La seconda frazione si apre ancora con il Renate in avanti alla ricerca di una disperata rimonta e a rendersi pericolo è sempre il solito Ekuban, che approfittando di un rilancio errato di Nordi, conquista il pallone ma calcia fuori da buona posizione. Qui arriva finalmente il gol dei nerazzurri, che interrompono il loro digiuno da gol con Valotti: dopo una grande azione personale il rapido attaccante brianzolo, batte il portiere piemontese con un bel tiro a giro. Il gol è una liberazione per tutto l’ambiente renatese, nonostante il risultato sia ormai fortemente compromesso. I ragazzi di Boldini ci provano ancora con Graziano che serve Ekuban, vero e proprio centro nevralgico dell’attacco, che calcia ancora fuori, vanificando il bel lavoro del compagno. L’Alessandria abbassa il proprio ritmo e per rendersi pericolosa ha bisogno di un errore dei brianzoli che puntualmente arriva: Di Gennaro perde palla e atterra Nicco in area, con l’arbitro che concede il rigore. Fischnaller trasforma il penalty e al 33′ del secondo tempo è 4-1. Nordi chiude ancora la porta in faccia ad Ekuban e l’Alessandria in contropiede rischia di fare il quinto, anche se sul doppio tiro di Bocalon ci pensano prima Castelli, poi Sciacca sulla linea a negare una ulteriore gioia ai padroni di casa, che riescono a portare il match al termine sempre sul 4-1.

Alessandria-Renate_25_10_2015 (20)

In sala stampa

Il tabellino

Alessandria (4-3-3): Nordi; Celjak, Sosa, Sirri, Sabato; Nicco, Mezavilla, Branca (24′ s.t. Vitofrancesco); Marras, Bocalon (27′ s.t. Marconi), Boniperti (19′ s.t. Fischnaller). A disposizione: Vannucchi, Picone, Terigi, Loviso, Cittadino. All.: Gregucci.

Renate (3-5-2): Castelli; Di Gennaro, Teso, Riva; Sciacca, Graziano (42′ s.t. Romanò), Malgrati (34′ s.t. Chimenti), Scaccabarozzi, Anghileri; Ekuban, Valotti. A disposizione: Moschin, Migliavacca, Solini, Acquistapace, N’Diaye. All.: Boldini

Marcatori:  5′ Nicco (A), 18′ Bocalon (A), 33′ Marras (A), 3′ st Valotti (R), 33′ st rig. Fischnaller (A).

Arbitro: Piscopo di Imperia.

Ammoniti: Riva, Sciacca, Ekuban, Graziano (R)

Espulsi: nessuno.

Alessandria-Renate_25_10_2015 (41)Grande emozione per il ritorno al “Moccagatta”: Claudio Raiteri, giocatore grigio a cavallo tra gli anni Settanta e Ottanta.

 

I risultati e la classifica del girone A della Lega Pro (cliccare)

Mario Bocchio