A questi giocatori Grigi vanno fatti solo incoraggiamenti

Alessandria-Lucchese 5-2 (foto www.museogrigio.it)

Se come dicono i numeri  la promozione diretta è ancora possibile all’Alessandria non resta che vincere. Per farlo servono organizzazione,  prestazioni di qualità e una mentalità che ti permettono di fare tue determinate partite. La squadra che vince è quella che si impone anche nei momenti difficili. Lo ripetiamo: tutto è ancora possibile, c’è ancora lo scontro diretto con il Como, che deve anche recuperare su un campo difficile come quello di Olbia. Non sappiamo se Mister Moreno Longo, il tecnico che ha saputo raddrizzare le sorti dei Grigi, lo dica per scaramanzia oppure se realmente a lui non interessino i calcoli ma solo la crescita del gruppo. Sta di fatto che mai come in questo momento i calcoli sono importanti, fondamentali, anche perché in prospettiva dello scontro del Sinigaglia, l’Alessandria scenderà in campo già sapendo i risultati dei lariani. A cominciare da questa sera. Con i lariani che hanno espugnato Carrara al termie di un match discusso, con due espulsioni per i toscani.

La rabbia di Umberto Eusepi (foto www.museogrigio.it)

A questi giocatori Grigi vanno fatti solo incoraggiamenti, in questo preciso momento. L’Alessandria è una squadra composta da giocatori pazzi (nel senso buono) che hanno tutte le qualità  per giocare al vertice, ma che sono anche capaci di inattesi e clamorosi scivoloni. Intanto i Grigi  devono continuare  a vincere. Contro la JuveU23 dovranno giocare una partita di grande umiltà, con un pizzico di giusta rabbia: sarà una partita difficile, i ragazzi hanno bisogno dell’entusiasmo a distanza della gente, delle certezze del loro gioco.

Mario Bocchio