Ancora una sconfitta per la Pro Vercelli, vince il Como

Livorno-Pro vercelli 2-1 (foto QuiLivorno)

Nel Girone A di Serie C, inaspettato ko della Pro Vercelli, che cade in casa del fanalino di coda Livorno. L’ultima in classifica vince in extremis sulla seconda forza del campionato:  dopo il vantaggio locale di Braken e il pari di Comi, decide Bussaglia in pieno recupero. Livorno sempre ultimo, ma a 21 punti, Pro Vercelli ferma a 58, a -4 dalla capolista Como. Per la Pro sfuma l’obiettivo di portarsi a -1 dalla vetta, obiettivo sulla carta alla portata della squadra di Modesto. Uragano Alessandria sulla malcapitata Lucchese, battuta con un secco 5-2. In vantaggio vanno subito i toscani con Petrovic, poi i grigi si scatenano con Arrighini (doppietta), Bruccini, Parodi e Prestia, intervallati dal gol rossonero, che restano così penultimi a 26 punti, di Marcheggiani. Longo, invece infila il terzo successo consecutivo e sale a quota 59, a -3 dalla vetta. La Giana Erminio supera il Renate grazie alle reti di Corti e Perna: inutile il momentaneo pari di Anghileri.  Con una rete di Lanini nel finale il Novara batte il Grosseto e sale a quota 41 punti, avvicinandosi proprio ai toscani fermi a 43. Una rete per tempo, firmate Duca e Ferrari, e la Pergolettese supera la Carrarese, portandosi a quota 41 e sorpassando proprio i toscani. Vittoria esterna del Piacenza sul campo della Pro Sesto: doppietta di Cesarini e rete di Lamesta per gli ospiti, mentre i locali di Parravicini accorciano solo nel finale. Piacenza che sale a 39 punti scavalcando proprio la Pro Sesto ferma a 38. 

Como-Pontedera 4-2 (foto Tuttosport)

Olbia ko in casa: al Nespoli passa l’Albinoleffe 2-1. Ospiti subito avanti con l’autorete di Pennington, poi anche espulso al 9′ della ripresa. Parità numerica ristabilita poco dopo col secondo giallo a Tomaselli, l’1-1 lo firma Ragatzu su rigore (fallo di Nichetti su Udoh). Nel finale Manconi porta i tre punti ai seriani che salgono a 47 in classifica, l’Olbia di Canzi resta a 31. Il Como conferma la sua leadership (62 punti) grazie al gran poker rifilato al Pontedera (fermo a quota 48): nel 4-2 finale sbloccano i lariani con l’autogol di Benassai, poi il raddoppio con il rigore di Rosseti. I toscani accorciano con Caponi dal dischetto, prima che Gabrielloni realizzi il tris e Caponi accorci nuovamente, poi la chiudono Gabrielloni e Gatto. Vince di misura e sale a 55 punti il Lecco, 1-0 in casa della Pistoiese che resta ferma a quota 27: decisiva la rete nella ripresa di Masini.