Moreno Longo, il ragazzo del “Fila”

Moreno Longo allenatore del Toro

Moreno Longo torinese di Grugliasco, cuore Toro di formazione è stato un buon difensore che tra il 1994 ed il 2006 ha vestito numerose maglie illustri. A cominciare, ovvio, da quella granata del Torino con il quale ha esordito in Serie A ed ha collezionato le sue tre maglie azzurre (2 in Under 21, una in U18).

Giocatore del Chievo

Dopo Torino ha giocato a Lucca (due campionati) in B; scesi in C1 i rossoneri è andato al Chievo che ha contribuito a far promuovere nella massima serie.

La presentazione in Grigio, con il preidente Luca Di Masi e il diesse Fabio Artico
(foto Ufficio stampa Alessandria Calcio)

La sfortuna si materializza sotto forma di una rottura dei legamenti a causa della quale Longo si perde il ritorno in A. Un passaggio breve al Cagliari e poi la discesa in C nel Teramo e poi nella Pro Vercelli.

Allenatore della Pro Vercelli

Ultima stagione all’Alessandria in Serie D nel 2005-’06 con 17 presenze prima di appendere le scarpe al classico chiodo anricipatamente a causa dei problemi fisici. Da allenatore gavetta comincia con le giovanili prima di una squadretta di Collegno, poi del Canavese e la trafila Allievi-Primavera nel Torino tra il 2009 e il 2016. Vince il campionato Primavera e la Supercoppa nel 2015.

Moreno Longo giocatore dei Grigi

Comincia ad allenare i “grandi” nel 2016-’17 a Vercelli in B. Ottiene una tranquilla salvezza e poi si va a sedere sulla panchina del Frosinone che porta, sia pure attraverso i play-off, alla promozione in Serie A. Con i ciociari rimane per tutto il girone di andata 2018-’19 prima di essere esonerato.

Lo scorso anno subentra a Mazzarri alla guida del Torino e riesce a portare i granata alla salvezza nella finestra estiva ottenendo 3 vittorie e 4 pareggi nelle 16 partite giocate. Da allenatore Longo ha 125 panchine con 36 vittorie (28,80%) e 45 pareggi (36,05) con una media di 1,22 punti a partita).

Sergio Giovanelli