Matteo Di Gennaro: un centrale per la diga grigia

Matteo Di Gennaro capitano del Livorno nell’ultimo match giocato contro l’Alessandria (foto © Mario Bocchio)

Matteo Di Gennaro, classe ’94, è stato acquistato dall’Alessandria a titolo definitivo dal Livorno. Per lui, che indosserà la maglia 30, contratto con fino a giugno 2023. Difensore centrale cresciuto nelle giovanili di Ascoli e Parma, è nato a S.Elpidio a Mare (curiosità geografica: se Porto S.Elpidio è sul mare ma non ha il porto, S.Elpidio a Mare è nell’entroterra e non ha il mare …) nel 1994.

Nel Renate

Lanciato dall’Ascoli in Lega Pro nel 2013, l’anno successivo approda al Renate. Con le Pantere gioca 113 partite in 4 stagioni. Nell’estate 2018 la grande occasione: firma con il Livorno e finalmente raggiunge la serie B dove esordisce nella partita di Pescara del 2 settembre 2018 (vittoria degli abruzzesi per 2-1). Con i labronici ha giocato fino a pochi giorni fa indossando anche la fascia di capitano. Nell’estate scorsa è arrivato ad un passo dal trasferimento alla Reggiana, passaggio sfumato proprio agli ultimi secondi. La trattativa estiva è rimasta impressa ad alcuni giornalisti che, venerdi scorso, hanno annunciato a tutta pagina l’avvenuta firma con i granata emiliani. A Livorno ha totalizzato 66 partite (46 in B).

L’esordio in Serie B, eccolo in duello con il pescarese Mancuso

Sui social Di Gennaro ha salutato così la sua ormai ex-squadra: “Da settembre ad oggi ne sono successe di cose e, in cuor mio, speravo in una storia più lunga con la fascia al braccio, ma la vita, si sa, a volte ti mette davanti a delle decisioni da dover prendere ed io oggi credo di aver fatto la scelta migliore per me sia come uomo che come calciatore. Grazie a tutti quelli che mi hanno dimostrato affetto fino ad oggi e che continueranno a dimostrarmelo anche se le nostre strade si sono divise. Arrivederci Livorno”.

Contro la sua nuova squadra il forte difensore non ha avuto molta fortuna. Ha affrontato l’Alessandria otto volte (7 con la maglia del Renate, una con il Livorno in questo campionato) accumulando ben cinque sconfitte e tre pareggi.

Sergio Giovanelli