Lorenzetti e quando l’Alessandria vinse la Coppa Italia

Grigi-1972-73Stagione 1972-’73, Alessandria-Derthona 2-0. La formazione dei Grigi, in piedi da sinistra: Vigano’, Pozzani, Dolso, Berta, Paparelli, Maldera II. Accosciati: Colombo, Musa, Salvadori, Lorenzetti, Bianchi, Di Brino.

 

 

Nel 2013 si è spento a 65 anni Giuseppe Lorenzetti, indimenticato centrocampista dell’Alessandria Calcio. Lorenzetti indossò la maglia grigia per 108 volte, dal 1970 al 1973. Con il club mandrogno Lorenzetti viimage216nse una Coppa Italia di serie C, battendo l’Avellino allo stadio “Flaminio” di Roma.

24 giugno 1973: Lorenzetti, lanciato da Cini, realizza il gol del pareggio nella semifinale di Coppa Italia contro il Modena. I Grigi sono in finale a Roma, contro l’Avellino.

 

Lorenzetti era un numero 10, una classica mezzala di punta, un giocatore di grandissima qualità. Basti pensare a cosa c’era scritto su uno striscione a lui dedicato che campeggiava sugli spalti del Moccagatta: Rivera + Benetti = Lorenzetti. Dopo l’esperienza con l’Alessandria militò anche nella rappresentativa nazionale under 21 di serie C. Nella tifoseria alessandrina di una certa età rimarrà di lui un ricordo indelebile.

LorenzettiStagione 1972-’73 i Grigi vincono la Coppa Italia. In finale battuto l’Avellino.

 

Per rivedere i Grigi per l’ultima volta in serie B dobbiamo attendere sino al campionato 1973-‘74. Il primo tentativo va però a vuoto, anche se di un soffio, perchè è il Parma ad aggiudicarsi il torneo di C 1972-‘73, anche se in uno stadio “Moccagatta” pieno zeppo di spettatori, ben ventimila, l’Orso vince 1-0 proprio contro gli emiliani, con “graffio” di Roberto Salvadori, detto “Faina”, che tre anni dopo vince lo scudetto con il Torino di Gigi Radice, Renato Zaccarelli, Claudio Sala, Francesco Graziani e Paolino Pulici.

Lorenzetti (1) Termine  della partita Alessandria-Parma, 28 marzo 1971. Di Pucchio con Mario David (allenatore). Sullo sfondo Lorenzetti.

 

L’annata è però impreziosita dalla conquista della prima edizione della Coppa Italia di Serie C nella finale contro l’Avellino disputata il 29 giugno allo stadio “Flaminio” di Roma e vinta 4-2 ai supplementari con tanto di invasione di campo da parte dei supporters irpini.

Mario Bocchio