Addio ad un Grigio che ha speso la sua vita per il calcio giovanile


La “rosa” della Juniores scudettata.  Rolando è il capitano (quarto da destra, in piedi)

Il mondo dello sport e della scuola piangono la scomparsa di Vincenzo Rolando, figura conosciutissima ad Alessandria. Ex calciatore, insegnante di educazione fisica, è morto all’Hospice il Gelso dove era ricoverato da alcuni giorni. Aveva compiuto da poco (era nato il 31 gennaio 1953) i 67 anni.
Fu il capitano della formazione Juniores dei Grigi che il 18 giugno 1972 a Rimini vinse lo scudetto di categoria battendo in finale 2-1 il Giulianova di Renato Curi. In quella squadra che era allenata da Tinazzi, militavano tra gli altri anche Manueli e Di Tommaso.
Dopo il periodo nel settore giovanile dell’Alessandria Rolando vestì le maglie di Nicese, Asca, Acqui, Felizzano, Ivrea e Savigliano.
Diventato allenatore ha lasciato il segno nei settori giovanili di numerose società dell’Alessandrino la stessa Asca, Novese e Valenza, solo per ricordarne alcune).
Splendide le parole che il coordinatore regionale della Figc Luciano Loparco ha pubblicato sul sito ufficiale del Piemonte:
“L’amore per il gioco del calcio e l’attenzione per la crescita dei bambini attraverso lo sport, dimostrate da Vincenzo giorno dopo giorno, saranno l’esempio da seguire per tutto il mondo del calcio giovanile“

Sergio Giovanelli