Continua il duello a distanza tra Pro Vercelli e Piacenza. Della pagliacciata Cuneo-Pro Piacenza non vogliamo parlare

Pontedera-Pro Vercelli 0-2 (foto La Nazione)

Il duello Pro Vercelli – Piacenza continua. Come continua la “virtualità” del primato in classifica per la Virtus Entella. Questo è quanto emerso dalla ventisettesima giornata del girone A di Serie C .

Piacenza-Pro Patria 1-0 (foto Milani, Piacenza Calcio)

Le due attuali compagini in testa alla classifica hanno vinto entrambe. I piemontesi hanno espugnato il «Mannucci» di Pontedera per 2-0. Vantaggio dei bianchi di mister Grieco con Massimiliano Gatto, bravo a sfruttare un’incomprensione dei difensori centrali Borri e Fontanesi. I toscani provano a reagire, ma al 68′ Mammarella chiude i giochi con una perfetta punizione sulla quale il portiere granata Biggeri non può nulla. Più sofferto il successo degli emiliani, che si aggiudicano il “derby delle centenarie” (entrambe le squadre sono nate nel 1919) con la Pro Patria per 1-0. Partita equilibrata aperta a ogni tipo di risultato e risolta da un’inzuccata di Della Latta su cross di Corradi, entrato pochi minuti prima in campo.

Lucchese-Entella 1-1 (foto La Nazione)

La Virtus Entella si salva in extremis a Lucca. I rossoneri erano infatti passati in vantaggio al 6′ con un colpo di testa di De Vito su punizione di Lombardo. Nella ripresa, i liguri attaccano a testa bassa ma la loro enfasi sembra terminare al 79′ quando Pellizzer viene espulso. Nonostante l’inferiorità numerica, all’ultimo minuto di recupero, Mota Carvalho corregge un cross di Currarino e regala il prezioso pareggio agli uomini di Boscaglia.

Albissola-Arezzo 1-2 (foto La Nazione)

Al terzo posto in classifica ora vi è l’Arezzo. I toscani hanno espugnato Albissola, battendo i liguri per 2-1. Il portiere dei biancazzurri Albertoni tiene a galla la sua squadra fino a quando può, ma al 39′ si deve arrendere a un diagonale di Brunori. E al 56′ Cutolo raddoppia su rigore. L’Albissola però riapre la gara con un diagonale di Martignago, bravo a sfruttare una corta respinta della difesa amaranto. E in pieno recupero Damonte sfiora quello che sarebbe stato un clamoroso pareggio.

Olbia-Carrarese 3-1 (foto Il Tirreno)

Per una toscana che vince, una toscana che perde. La Carrarese crolla a Olbia, venendo sconfitta per 3-1. Eppure erano stati i marmiferi a sbloccare il risultato con Varone bravo a sfruttare un cross dalla destra di Bentivegna. I sardi reagiscono e trovano il pari con uno splendido destro al volo dal limite dell’area di Ragatzu su cross di Peralta. A inizio ripresa, si completa il sorpasso degli uomini di Filippi. Questa volta Ragatzu si traveste da uomo-assist, fornendo a Biancu un prezioso pallone che finisce in porta grazie a un destro in corsa. La Carrarese sparisce dal campo e in pieno recupero l’Olbia cala il tris in contropiede con Maffei.

Robur Siena-Juventus 3-2 (foto Corriere dello Sport)

Nel derby cromatico bianconero, la Robur Siena ha la meglio sulla Juventus U23 per 3-2. Botta e risposta all’inizio con vantaggio piemontese di Zanimacchia e immediato pareggio toscano con una sfortunata autorete di Masciangelo. Al 27′, la Juventus U23 si riporta avanti con Mavididi che concretizza nel modo ottimale un’azione personale. Poi, nella ripresa sale in cattedra Guberti. Il calciatore 34enne dapprima pareggia con un tocco da opportunista e poi sigla il 3-2 grazie a un’azione personale dove la difesa senese è tutto meno che irresistibile.

Pisa-Gozzano 2-0 (foto PisaChannel)

In chiave playoff, successo importante del Pisa che si impone 2-0 sul Gozzano. Per sbloccare l’incontro, è necessaria una conclusione al volo di Masucci su calcio d’angolo di Gucher. E sempre dalla bandierina e sempre dal piede di Gucher parte la palla che Buschiazzo tramuta nel 2-0. Nella ripresa, i nerazzurri gestiscono senza patemi d’animo il risultato.

Novar-Pistoiese 1-1 (foto Corriere di Novara)

Pisa non imitato dal Novara con i piemontesi che non riescono ad andare oltre l’1-1 interno con la Pistoiese. Anzi, erano stati gli arancioni a passare in vantaggio con capitan Luperini che lascia partire un potente tiro su cross di Regoli che non lascia scampo al portiere azzurro Di Gregorio. A inizio ripresa, il pareggio del Novara con un colpo di testa di Eusepi su cross di Nardi. Le due squadre cercano con insistenza la vittoria, ma è la Pistoiese ad andarci più vicino con un sinistro di Momentè che finisce di un nulla alto sopra la traversa.

La farsa di Cuneo-Pro Piacenza 20-0 (foto La Stampa)

In chiave salvezza, 3 punti di platino per l’Arzachena. I sardi battono l’Alessandria al «Moccagatta» per 1-0. Decisiva una zampata di Sanna su assist di La Rosa. Grigi che in pratica non riescono proprio a reagire.

Ah, ci sarebbe anche Cuneo-Pro Piacenza. Ma la omettiamo. Perché desideriamo parlare di calcio e non di pagliacciate.