Gara vibrante: Lucchese-Alessandria finisce 2-2

Lucchese-Alessandria 2-2 (Foto Gazzetta Lucchese)

Una gara vibrante, in cui la Lucchese si è svegliata solo nel secondo tempo quando Favarin ha cercato di dare la scossa alla squadra ed ha indovinato i cambi, inserendo subito Provenzano, Isufaj e Greselin, togliento De Feo, Sorrentino e Zanini che, onestamente, non avevano fatto gran che. L’Alessandria, nel primo tempo, ha sempre tenuto in mano le redini del gioco ed ha sfondato soprattutto sugli esterni, con Sartore da una parte e Gemignani, autore tra l’altro di un gol da cineteca, dall’altra.

Prima del fischio d’inizio (foto Lucchese Libertas)

Dopo il gol di Bellazzini, la Lucchese poteva essere morta ed invece, nel secondo tempo, è arrivata la rimonta perché questa squadra ha un cuore grande come una casa, e al di là di moduli e varianti tattiche che può impartire il tecnico Favarin sta dimostrando un carattere da leone che ha permesso prima di accorciare le distanze con Isufaj e poi di pareggiare con Provenzano. Bisogna però fare i complimenti a Cucchietti, perché tra il primo e il secondo gol ha fatto due o tre parate che hanno limitato i danni. Analizzando la gara, si può tranquillamente dire che è stata una partita dai due volti: nel primo tempo ha meritato l’Alessandria mentre nella ripresa la Lucchese e tutto sommato il pareggio è stato giusto. Il parapiglia che è successo nel finale c’entra poco con il calcio giocato e sarà chi di dovere a giudicare chi ha torto e chi ragione.

Il parapiglia finale (foto Gazzetta dello Sport)

Andando alla cronaca della partita, la prima occasione è stata a favore dei rossoneri con una punizione di Lombardo che ha impegnato Cucchietti ma sono stati i Grigi a passare in vantaggio al 9’ con una spettacolare girata al volo di Gemignani che non ha lasciato scampo a Falcone. I piemontesi hanno raddoppiato al 32’ quando Bellazzini è stato libero di appoggiare in rete la corta respinta di Falcone sul tiro dal limite di Sartore. Alessandria ancora pericolosa dopo 3’ con il numero uno rossonero che si è salvato in angolo su un colpo di testa da distanza ravvicinata di De Luca. Nella ripresa, la Lucchese è partita con il piglio giusto e i Isufaj, appena entrato, ha accorciato le distanza dopo soli 3’ risolvendo una mischia in area e ribadendo in rete la palla che prima aveva calciato sul palo. Al 42’Greselin ha sfiorato il pareggio con un bel tiro dal limite che Cucchietti è riuscito a deviare in angolo. Il 2 a 2 è finalmente arrivato al 47’ con Provenzano che ha concluso una bella azione corale dentro all’area avversaria.

Dopo il gol del pareggio, la tensione è esplosa e in seguito all’espulsione del tecnico rossonero Favarin c’è stata una vera e propria rissa tra il tecnico e la panchina alessandrina.

In sala stampa

Il tabellino

Lucchese-Alessandria 2-2 (0-2)

Reti: 9′ pt Gemignani, 32′ pt Bellazzini, 2′ st Isufaj, 48′ st Provenzano 

Lucchese: 22 Falcone, 5 Martinelli, 6 Lombardo, 9 Sorrentino (1’ st 21 Isufaj), 11 Bernardini (31’ st 14 Di Nardo), 16 Favale, 18 Gabbia, 23 Bortolussi, 26 Mauri, 28 De Feo (1’ st 10 Provenzano), 33 Zanini (1’ st 8 Greselin). A disposizione: 12 Scatena, 31 Bacci, 3 Madrigali, 7 Cardore, 13 Santovito, 15 Palmese, 17 De Vito, 27 Baroni. Allenatore: Favarin.

Alessandria: 22 Cucchietti, 3 Agostinone, 8 Gatto, 9 De Luca (23’ st 16 Akkamdu), 11 Sartore, 18 Coralli, 20 Checchini (23’ st 29 Chiarello), 21 Bellazzini (37’ st 24 Gazzi), 23 Panizzi (1’ st 14 Sbampato), 25 Gemignani (17’ st 19 Badan), 28 Prestia. A disposizione: 1 Pop, 4 Sessa, 5 Zogkos, 7 Santini, 13 Gerace, 30 Rocco. Allenatore: D’Agostino.

Arbitro: Donda di Cormons.

.Note. Ammoniti: 45’ st Mauri (L), 48’ st Isufaj (L), 49 Baroni (L) Angoli: 5 – 2 .Spettatori: 1000 circa.

Gazzetta Lucchese