Cade ancora la Carrarese, il Piacenza sempre primo

 

Non molte le reti segnate nel diciottesimo turno del Girone A di Serie C, i risultati arrivati, però, si sono dimostrati piuttosto pesanti nel definire gli equilibri di un torneo che si dimostra ancora piuttosto incerto a causa delle diverse partite che diverse squadre dovranno ancora recuperare.

In testa alla classifica continua la marcia del Piacenza, che in trasferta batte di misura l’Olbia (foto sopra, PiacenzaSera), grazie alla decisiva rete in rovesciata di Bertoncini, e riesce a consolidare il primato grazie al concomitante tonfo della Carrarese, caduta per 2-0 in casa del Cuneo (foto sotto, La Nazione): i toscani, orfani di Caccavallo, scivolano a cinque lunghezze di distanza dalla capolista e rimediano la seconda sconfitta consecutiva, senza dimenticare che rispetto agli emiliani hanno anche disputato una gara in più.

In zona playoff sale al terzo posto l’Arezzo, impostosi per 1-0 in casa del Gozzano grazie al gol di Serrotti al 3′, torna a vincere la Virtus Entella, che con lo stesso risultato è riuscita a imporsi sulla Juventus U23, ma a sorpresa è capitolato il Pisa, che tra le mura amiche è stato battuto 2-0 e sorpreso dall’Aurora Pro Patria (foto sotto, La Nazione), che ha giocato una partita al limite della perfezione che le è valsa i tre punti.

Pari e patta tra Robur Siena e Novara (foto sotto Corriere dello Sport), che nell’anticipo del sabato impattano 1-1 e si accontentano di un punto a testa che muove la classifica di entrambe; stesso risultato tra Alessandria e Pontedera, con i “grigi” che trovano il quarto pari di fila che serve più che altro a tenere lontana la zona playout, dalla quale è riuscita a uscire l’Albissola dopo il pirotecnico 2-2 ottenuto in casa della Lucchese fanalino di coda, che ha saputo vendere cara la pelle riuscendo anche a rimontare l’iniziale svantaggio firmato Lombardo.

In coda successo importante della Pistoiese, che trova tre punti d’oro nello scontro diretto con l’Arzachena: i toscani ritrovano la vittoria e raggiungono la diciassettesima posizione, che però non vale ancora la salvezza diretta.

Non si è giocata invece Pro Piacenza-Pro Vercelli: le note vicende societarie dei padroni di casa, che di fatto non può più annoverare in rosa nessun giocatore, hanno impedito il regolare svolgimento della gara, che, in attesa del comunicato del Giudice Sportivo, dovrebbe essere vinta dai piemontesi per 3-0 a tavolino.