Cade la Carrarese, il Piacenza ora è al comando. Vittoria per Novara e Pro Vercelli

 

La diciassettesima giornata del girone A di Serie C vede un cambio della guardia in vetta alla classifica. Il Piacenza (foto sopra, SportPiacenza) è infatti la nuova capolista, sopravanzando al vertice la Carrarese.

I marmiferi perdono in casa il derby con la Robur Siena per 2-1 (foto sopra, La Voce Apuana). Vantaggio bianconero con Vassallo che tramuta in oro un assist di tacco di Gliozzi. La Carrarese perviene al pareggio al 79′ con Coralli che con un pallonetto beffa il portiere senese Contini, ma 60 secondi dopo la Robur realizza il gol del definitivo 1-2 con Cianci, bravo a ribadire in rete una corta respinta del portiere carrarese Borra su tiro dello stesso Vassallo.

Il Piacenza ne approfitta battendo la Lucchese per 1-0 (foto sopra, SportPiacenza). Gol vittoria segnato da Nicco al 9′, con il piacentino che concretizza un perfetto cross di Sestu. La Lucchese cerca per tutta la gara di trovare il pertugio giusto per pareggiare, ma Jovanovic sfiora solo il pari sparando alto da buona posizione.

Nell’attesissimo derby Pontedera-Pisa (foto sopra, La Nazione), sono i nerazzurri di mister D’Angelo a sbancare il «Mannucci» per 2-0. Vantaggio siglato da Marconi che colpisce di testa su cross di Zammarini. Raddoppio di Di Quinzio che sfrutta una palla persa da Serena.

In classifica, il Pontedera è sopravanzato non solo dal Pisa ma anche dalla Pro Vercelli. I piemontesi battono all’ultimo respiro la Pistoiese per 1-0 (foto sopra, La Nazione). Una partita sostanzialmente equilibrata decisa da un guizzo di Iezzi al terzo minuto di recupero e nella quale gli arancioni devono mangiarsi le mani per diverse occasioni sprecate. I toscani sono alla quarta sconfitta consecutiva e la panchina di Asta è fortemente in bilico.

Spettacolo al «Comunale» di Arezzo, dove i granata toscani impattano 2-2 contro la Virtus Entella (foto sopra, La Nazione). Gli uomini di Dal Canto però hanno gettato alle ortiche una grande occasione, dato che avevano concluso il primo tempo avanti 2-0 con un diagonale chirurgico di Brunori e con un guizzo di Foglia su cross di Serrotti. I liguri di Boscaglia rimontano nella ripresa con una doppietta di Eramo.

Risale la classifica il Novara che al «Piola» travolge con un 4-0 senza appello l’Olbia (foto sopra, La voce di Novara). I piemontesi chiudono la gara già nel primo tempo, concluso sul 3-0 con una doppietta di Cacia su rigore inframezzata dal gol di Schiavi. Nella ripresa, Eusepi cristalizza il risultato sul definitivo 4-0.

Due sono gli 0-0 di questa  giornata. Il primo è tra la Juventus U23 e il Gozzano (foto sopra, Corriere dello Sport), una sfida intensa, equilibrata ma povera di vere occasioni da rete. Se ne possono registrare due, una per parte, Pereira per i bianconeri e Carletti per i rossoblu. Il secondo è tra Pro Patria e Alessandria. Una sfida scoppiettante, soprattutto nella ripresa, con capovolgimenti di fronte da una parte e dall’altra ma con entrambe le squadre che non sono state in grado di superarsi.

In chiave salvezza, due vittorie pesanti per Albissola e Arzachena rispettivamente nei confronti di Cuneo e Pro Piacenza (foto sopra, Arzachena Costa Smeralda Calcio). I liguri nel finale hanno ragione dei piemontesi per 2-0. Partita soporifera che ha avuto il suo momento culminato al 69′, quando la squadra di mister Scazzola è rimasta in 10 per l’espulsione di Suljic per doppia ammonizione. Forte della superiorità numerica, l’Albissola comincia a premere e la sblocca all’87’ con Cais, bravo a capitalizzare un cross di Oukkhada. Al sesto minuto di recupero Balestrero la chiude in contropiede. I sardi maramaldeggiano sugli emiliani vincendo con un secco 3-0, sebbene il punteggio non rispecchiano l’andamento della gara dato che la squadra di Maspero si è divorata diverse reti. Invece i biancoverdi l’hanno prima sbloccata con un rigore (contestato) di Gatto e poi hanno chiuso la sfida nel finale prima con Sanna e poi con lo stesso Gatto.