La Carrarese schianta il Pisa. Prima sconfitta per l’Entella e Juve23 in crisi

 

La tredicesima giornata del Girone A di Serie C porta con sé, certamente, almeno tre spunti importanti: la prima sconfitta stagionale della Virtus Entella, la lezione di calcio della Carrarese al Pisa (foto sopra, La Nazione) e la caduta al Garilli del Piacenza contro l’Arezzo.

Gli uomini di Boscaglia inciampano, al termine di una gara disputata sotto tono, in quel di Siena contro una Robur quadrata e convinta dei propri mezzi (foto sopra, Robur Siena): a decidere le sorti dell’incontro, dopo un palo colpito da Aramu nel primo tempo, il gol di Cianci che devia in maniera decisiva una conclusione di Guberti. Quelli di Baldini, invece, dominano per novanta minuti in lungo e in largo il Pisa di D’Angelo e si permettono persino il lusso di sprecare due calci di rigore con Tavano. Ma la Carrarese è in giornata di grazia e i gol arrivano lo stesso con Caccavallo, Piscopo, al secondo centro consecutivo, e Mobilio. Il Piacenza deve rinunciare alla vetta della classifica per via della sconfitta di fila e cedere le armi all’Arezzo che colpisce alla mezz’ora della ripresa con un uno-due micidiale nel giro di tre minuti.

Lemme lemme si porta a ridosso delle prime, seppure con tre gare ancora da recuperare, la Pro Vercelli di Vito Grieco: basta un rigore trasformato al quarto d’ora della prima frazione dell’ex Catania e Messina da Silva Gladestony per avere la meglio sulla Juventus U23 (foto sopra, Corriere dello Sport) giunta alla quinta sconfitta consecutiva.

Le sorprese di giornata, ma mica tanto, le mettono a segno il Cuneo, che schianta al “Moccagatta” l’Alessandria, e l’Albissola, che sconfigge col minimo scarto il Pro Piacenza (foto a fianco, Albissola2010). Le Aquile confermano di essere in un momento strabiliante inanellando il nono risultato utile di fila e mantenendo l’imbattibilità di Richard Marcone che dura ormai da 489′. I liguri, invece, centrano la terza vittoria nelle ultime quattro gare grazie all’ex Pordenone Martignago.

Seconda gioia da tre punti nell’arco degli ultimi 180′ anche per il Pontedera trascinato dai gol di Tommasini e Pinzauti e, più in generale, da una prestazione concreta e cinica senza troppi tatticismi e leziosità. Terminano in parità, invece, Novara-Gozzano (foto sopra, Stampa Diocesana Novarese), Olbia-Pistoiese e Pro Patria-Lucchese.