La terza giornata è iniziata con il derby tra Pisa e Arezzo

 

Reti bianche nell’anticipo del terzo  turno del girone A di Serie C.  Martedì infatti, il derby toscano tra Pisa e Arezzo (foto sopra, La Nazione) è finito 0-0.  Atmosfera strana sugli spalti a causa dei problemi causati dai gravi incendi sui Monti Pisani. In campo i nerazzurri soffrono l’Arezzo, ma meriterebbero il successo nei minuti finali.

Festival del gol al «Garilli» di Piacenza. Tra la Pro Piacenza e la Pistoiese (foto sopra, sportPiacenza) la partita termina sul 3-3, ma la squadra ospite si deve mangiare le mani dato che all’80’ stava conducendo per 3-1. Gli arancioni la sbloccano subito con un sinistro di Latte Lath. Poi la Pistoiese resta in 10 per l’espulsione di Dossena e la Pro Piacenza ne approfitta subito impattando con Scardina. Nella ripresa, i toscani, nonostante l’inferiorità numerica si riportano avanti prima con Vitiello e poi con Rovini, ben imbeccato dallo stesso Vitiello. Sono decisivi i cambi dalla panchina. Il tecnico degli emiliani Giannichedda lancia Nolè che accorcia subito le distanze, quello dei toscani Indiani getta nella mischia Terigi all’89’. Quest’ultimo però è autore sessanta secondi dopo di una sfortunata autorete che sigla il definitivo 3-3.

Il Piacenza però fa addirittura meglio dei cugini della Pro, perché al «Piola» di Vercelli  gli emiliani di mister Franzini ribaltano nella ripresa il Gozzano (foto sopra La Stampa), passando dall’essere sotto per 3-0 a una clamorosa vittoria per 3-4. I piemontesi sembravano aver chiuso i giochi nel primo tempo per effetto delle reti di Messias e della doppietta di Rolando. Sembravano, appunto. Perché nella ripresa in casa Piacenza entra dalla panchina Niccolò Romero. Il 26enne attaccante prima accorcia le distanze al 50′, poi dopo la rete del 3-2 siglata da Sylla su calcio d’angolo, pareggia i conti all’81’ direttamente da calcio di rigore. E al 90′, Romero si porta a casa il pallone, regalando 3 punti insperati al Piacenza con un’incornata da calcio d’angolo.

E nella serata delle rimonte, non poteva esimersi dal farla il Pontedera contro l’Albissola (foto sopra, La Nazione) in una partita iniziata con 30 minuti di ritardo per problemi all’impianto di illuminazione del «Mannucci». Liguri in vantaggio a fine primo tempo con un calcio di rigore di Martignago. Nella ripresa, l’Albissola controlla ma cede nel finale. All’82’ Mannini pareggia anch’egli dal dischetto e in pieno recupero la zuccata di Ropolo fa esplodere lo stadio di Pontedera, regalando i tre punti alla compagine di mister Maraia

 Ultima ora

Si sono giocati giovedì  i due posticipi del girone A. La Juventus U23 ha strapazzato per quattro a zero il Cuneo (foto sopra, LaPresse) . Mattatore della serata Pereira, autore di una doppietta. Le altre reti portano le firme di Bunino e Muratore. Prima vittoria in campionato per gli uomini di Zironelli.

Scoppiettante due a due, invece, nel derby toscano tra Lucchese e Carrarese (foto sopra La NAzione). Vantaggio rossonero con Gabbia al 47′, pareggio di Biasci quattro minuti dopo. Nuovo vantaggio della truppa di Favarin con Lombardo al 53′, e due a due definitivo di Piscopo a cinque minuti dal termine.