La seconda giornata: non steccano Piacenza, Olbia e Lucchese

 

Nonostante sia ancora aperta la questione relativa ai ripescaggi in Serie B che ha costretto al rinvio, a data da destinarsi, delle gare tra Arezzo e Pro Vercelli, tra Novara e Albissola, tra Robur Siena e Pisa e tra Virtus Entella e Arzachena,  non si può certo dire che il secondo turno del Girone A di Serie C sia stato noioso e poco appassionante: a fronte delle poche gare fin qui giocate, le emozioni e soprattutto i gol non sono mancati.

Sono solo due, per il momento, i successi casalinghi: nell’anticipo del sabato sera non stecca il Piacenza, che tra le mura amiche non delude e stende 2-0 il Pontedera (foto sopra, SportPiacenza) grazie alle reti di Romero e Bertoncini, così come l’Olbia, che dopo un primo tempo opaco, terminato in svantaggio contro la Pro Patria (foto sotto, Malpensa24) dopo la segnatura al 10′ di Battistini, è riuscito a riscattarsi nella ripresa rimontando e vincendo 2-1, trascinato da Ceter Valencia, che dopo aver segnato il gol del momentaneo pareggio si è procurato il calcio di rigore da tre punti trasformato al 76′ da Ragatzu.

Pari e patta tra Cuneo e Gozzano: le due compagini si dividono equamente la posta in palio dopo una gara, decisa dalle reti di Kanis e Rolando (su rigore), in cui nessuna delle due è riuscita a prevalere definitivamente sull’altra.

Arriva in trasferta la prima vittoria stagionale per la Lucchese, che fa suo per 4-2 uno straordinario e incandescente derby toscano con la Pistoiese (foto sopra La Nazione), con Bortolussi messosi in evidenza con una doppietta, ma anche per la Pro Piacenza, che al “Moccagatta” di Alessandria riesce a giocare uno strepitoso secondo tempo che permette a Scardina e compagni di imporsi per 3-1 sui padroni di casa.

Altra sconfitta per la Juventus di Zironelli. Dopo quella di misura rimediata contro l’Alessandria all’esordio in campionato, nel posticipo sul neutro di Pontedera i bianconeri subiscono una sonora batosta dalla Carrarese (foto sopra, La Nazione), che con questa vittoria balza in testa alla classifica con 6 punti insieme all’Olbia. Termina 4-0 il match in Toscana, con la Juve schiacciata da una squadra in grado di contare su un tandem offensivo che rievoca una Serie A non troppo lontana, composto da Maccarone e Tavano. Le reti di Piscopo, doppietta, oltre al gol proprio di “Ciccio” Tavano prima del poker di Caccavallo nel finale.