La prima giornata: dilaga la Carrarese, ok la Pro Patria. Perde la Juve B

 

La Serie C ha preso il via con le prime sfide valide per la prima giornata di andata. Con le cinque sfide rinviate per le cinque squadre che sperano ancora nel ripescaggio in Serie B, ed un primo turno “spezzatino” che durerà fino a mercoledì.

Inizia alla grande la Carrarese, tra le favorite nel girone A del campionato di Serie C. La squadra di Baldini si impone per 1-5 sul campo dell’Arzachena (foto sopra), affermazione netta in trasferta. E sono andati subito in gol due grandi ex Empoli come Massimo Maccarone e Ciccio Tavano: sono loro a indirizzare nel migliore dei modi la partita nel corso del primo tempo. All’intervallo, infatti, è 1-2 per la Carrarese: in mezzo ai gol dei due ex Empoli c’è la rete di Andrea Sanna per il momentaneo pareggio dei padroni di casa. Nella ripresa, però, dilaga la Carrarese, con tre gol negli ultimi tredici minuti: la chiudono Nicola Valente, Claudio Corallo e Giuseppe Caccavallo su calcio di rigore.

Bene anche la Pro Patria, che esordisce con una vittoria in casa contro la Pistoiese. (foto sopra). Finisce 0-0 il primo tempo, poi ci pensano Mastroianni e Gucci a regalare la vittoria ai lombardi (inutile la rete di Gregorio Luperini per la Pistoiese).

Inizia con una sconfitta, invece, il cammino della Juventus B, battuta dall’Alessandria. Ospiti avanti 0-2 con Sartore e De Luca, inutile il gol bianconero con Zappa.

Infine l’Arezzo vince di misura a Lucca (foto sopra), decisivo un gol all’85’ di Buglio.

Pronostici rispettati nei due “Monday night” in programma lunedì sera.

Pisa (foto sopra) e Virtus Entella hanno portato a casa i primi tre punti stagionali, non però senza affanni di fronte a Cuneo e Gozzano.

All’ “Arena Garibaldi” la squadra del borghettino Cristiano Scazzola, coadiuvato da Pierluigi Lepore e Simone Barresi, ha infatti ceduto con il minimo scarto, colpita da Moscardelli (per lui anche una traversa nel finale) a inizio ripresa dopo una buona prima frazione di gara.

I chiavaresi di Boscaglia (foto sopra) hanno avuto la forza di ribaltare lo svantaggio iniziale, realizzato da Secondo al 17′, per poi ribaltare i giochi nella seconda frazione con Nizzetto e la doppietta di Mota (inframezzata dall’espulsione di Cleur).

Mercoledì si è concluso il programma (al netto delle gare rinviate) con Albissola – Olbia.

Girandola di gol di emozioni :  2-3 il risultato finale che arride ai sardi (foto sotto). Gli uomini di Filippi sono passati in vantaggio al 25′ con un sinistro dal limite di Ceter per poi raddoppiare al 64′ con un destro di Ragatzu, capace di replicare due minuti più tardi per il tris dei bianchi. Chi pensava però che la gara fosse finita lì, si è dovuto ricredere: i liguri hanno infatti provato a rimontare: al 75′ con la zampata sotto misura di Cais e all’81’ grazie ad un calcio di rigore provocato da un’ingenuità clamorosa di Pinna, dal dischetto Martignago non sbaglia, ma la squadra di Fossati non riesce a completare l’opera pervenendo al pareggio, nonostante le occasioni fiocchino da una parte e dall’altra.

Al netto dei rinvii, questa era l’ultima gara della prima giornata di campionato: l’Olbia guadagna 3 punti e va a fare compagnia in vetta a un nutrito gruppo (Carrarese, Virtus Entella, Alessandria, Pro Patria, Arezzo e Pisa), mentre l’Albissola resta inchiodata a 0, insieme a Juventus U23, Pistoiese, Cuneo, Lucchese, Gozzano ed Arzachena.