Che gara potrà essere quella di stasera tra l’Alessandria e la Lucchese?

 

Il problema è che si gioca tanto e in tempi ravvicinati. Il problema è che la Lucchese se la gioca contro una squadra “matta”, che non ti perdona. Questi Grigi possono vincere contro chiunque, sanno far male a chiunque. Con i giocatori tecnici che hanno, avrebbero dovuto occupare una posizione di classifica diversa. È il solito discorso trito e ritrito.

I numeri sono impressionanti. In sei trasferte, ben sedici punti raccolti. Da quando è arrivato Michele Marcolini, in 15 partite di campionato sono stati messi in cassaforte 34 punti, alla media di 2,27 a gara. Le batterie da fuoco viaggiano, nell’ultimo mese e mezzo, a 2,8 gol di media a gara e il terzetto Gonzalez-Marconi-Fischnaller è arrivato a 33 realizzazioni in tre, molto vicine alle 40 del duo Gonzalez-Bocalon dello scorso campionato.

Peccato per la prima parte del campionato, che ha azzoppato la classifica. Ecco perché ci siamo permessi di scrivere squadra “matta”. Prima si permetteva il lusso di perdere e pareggiare con chiunque, oggi i fattori si invertono: vincere o al massimo pareggiare con chiunque.