Alessandria in vetta con il Pavia Il Novara insegue ad un punto

Alessandria-Albinoleffe 14_03_2015 (2)

 

Al “Moccagatta” l’AlbinoLeffe ferma la corsa dell’Alessandria: gli ospiti agguantano il pareggio nei minuti finali con Spinelli che risponde a Germinale per l’1-1 finale. I Grigi sono dunque ripresi in testa alla classifica dal Pavia.
Un pareggione all’ultimo tuffo in casa della capolista. Mica male l’esito del sabato pomeriggio dell’AlbinoLeffe, che impedisce la fuga dell’Alessandria tenendosi la terzultima posizione (a quota 24, ma il Pordenone è a soli 3 punti, raggiunto dalla Pro Patria che ha battuto il Lumezzane nel match clou domenicale) grazie alla seconda perla del metronomo bonaerense Fernando Horacio Spinelli, rinforzo di gennaio già a segno nell’ultima vittoria stagionale a Como (il primo febbraio scorso).

Alessandria-Albinoleffe 14_03_2015 (16)

Il bottino pieno all’AlbinoLeffe ormai latita da sette partite, ma per come s’era messa è andata benone. Allo start nei Mangone-boys a proporsi in avanti sono davvero in pochi, come Corradi quando al 3′ si allarga innescando dalla mancina Silva Reis, chiuso in corner dalla diagonale di Mora. Di lì a poco l’ex clivense Morero deve immolarsi sulla percussione dalla destra di Momentè – capocannoniere di squadra (11) e doppiettista-killer dei piemontesi all’andata -, ma i rischi arrivano dall’out anche per i bergamaschi: al 7′ Moi stoppa l’ex di turno Germinale – cercato a ripetizione dal compagno di linea Iunco – in piena area prima che Spighi liberi il tiro-cross abbrancato da Offredi sul suo palo.

Alessandria-Albinoleffe 14_03_2015 (19)

I Grigi sganciano palloni dalle estreme senza azzeccare una sola verticalizzazione, agevolando così ai raccogliticci rosso-gialli (kit da trasferta) i recuperi sulla trequarti difensiva. Il problema resta la semi-latitanza nella fase di costruzione, che quando si scorge all’orizzonte non è nemmeno malaccio: al 27′ Corradi e Silva Reis confezionano dal limite per Momentè, che cade sul contrasto (apparso regolare) con l’onnipresente Morero.

Alessandria-Albinoleffe 14_03_2015 (38)

I Grigi sfiorano il vantaggio tre volte mentre il cronometro scorre verso la pausa: con l’ennesima azione di Obodo, che impegna il Gigante di Strozza al 33′ approfittando di un rinvio corto della retroguardia sul cross di Mora e provando la palombella nel sette al 42′, e con Germinale che un paio di giri di lancetta dopo si vede annullare l’appoggio da un passo susseguente ad azione dalla bandierina per un probabile fuorigioco sulla sponda (di mezza spalla) di Morero.

Alessandria-Albinoleffe 14_03_2015 (46)

Roba da richiedere correttivi nell’atteggiamento e in un paio di pedine, insomma. E difatti la ripresa vede due avvicendamenti da trazione anteriore: Pesenti per Silva Reis e, in capo a quattro minuti, Bradaschia per Corradi. Nemmeno il tempo di acclimatarsi per le new entry e al 6′ la traversa piena di Iunco dal vertice destro, poi Sabato a imbeccare la girata con battuta secca del velenosissimo ex della Marca. Il tema tattico non cambia, solo che l’undici di D’Angelo si concede il lusso di gestire in scioltezza rintuzzando l’incostante forcing orobico. Succede poco o nulla (Morero svetta al 27′ sull’angolo di Vitofrancesco ma non trova la mira), fino alla combinazione di prima tra Momentè e Pesenti sventata in fallo di fondo da Obodo al 38′. Calì non sfrutta la torre di Momentè sparacchiando a lato di stinco al 45′, poi sul mischione da palla inattiva (fallo conquistato da Salvi) l’azione di disturbo del duo d’attacco e di Moi spiana a Spinelli la strada della zampata di punta dell’insperato 1-1.

Alessandria-Albinoleffe 14_03_2015 (24)

E’ dunque durato una sola domenica il primato solitario dell’Alessandria: il peggior attacco del girone è riuscito ad infilzare la miglior difesa del torneo quando i giochi sembravano ormai fatti.
Ne approfitta il Pavia; con un colpo di testa di Malomo al 76′ ha la meglio su un Pordenone che, a tratti, ha giocato alla pari contro i più quotati avversari, creando anche un paio di opportunità sprecate da Maccan. La coppia di testa ha 58 punti, uno in più del Novara, fermato a Bolzano da un brillante Sudtirol, in vantaggio dopo 4 minuti con Mazzitelli e raggiunto dal decimo gol stagionale di Evacuo a 10 minuti dal termine. Nel finale due legni clamorosi di Shekiladze mentre in precedenza era stato poco fortunato Bianchi.

Alessandria-Albinoleffe 14_03_2015 (31)

Torna in corsa il Bassano (55 punti): terza vittoria consecutiva su un campo non facile, Sassari. È ancora Pietribiasi a risolvere il match al 57′. Torres, due punti nelle ultime 5 partite, risucchiata in zona play out.
Anche il Como vive un momento particolarmente brillante: terza vittoria consecutiva, 11 punti nelle ultime 5 gare, quota 51 e il quarto posto, per ora, nel mirino. Vince in trasferta il derby contro il Renate grazie a Le Noci al 72′.
Il prossimo turno vedrà l’impegno più difficile proprio per i Grigi ad Arezzo, nell’insolito orario delle 11 di domenica mattina. Si giocherà conoscendo i risultati del Como (a Pordenone sabato ore 15), del Bassano che riceve la Pro Patria (sempre sabato ore 17) e del Novara che alle 19,30 ospita il Renate. Alle 14,30 di domenica invece il Pavia sarà di scena a Sassari.

Alessandria-Albinoleffe 14_03_2015 (35)

In sala stampa

Domenico Germinale: “C’è rammarico per il risultato perché abbiamo giocato una buona gara. Il gol mi ha sbloccato, ho fatto in po’ fatica all’inizio, ma poi mi sono sentito sempre meglio”.

Così Rantier: “Nel calcio ci sta anche pareggiare partite che meriti di vincere. Dopo di che ci rimbocchiamo le maniche ricominciamo a lavorare più determinati di prima, lavorando con la solita concentrazione e la solita rabbia”.

Mister D’Angelo: Abbiamo giocato 70 minuti nella loro metà campo, facendo una prestazione che reputo positiva. Poi ci sta nel calcio prendere gol su un rimpallo, ma senza dimenticare che la partita l’abbiamo fatta noi. Adesso non facciamo il pieno di pessimismo e concentriamoci sui prossimi impegni, il campionato è ancora lungo e ci aspettano 8 battaglie.

Mario Bocchio

Alessandria-Albinoleffe 14_03_2015 (65)

IL TABELLINO – Alessandria: Nordi, Sosa, Sabato, Morero, Mezavilla (C), Mora, Spighi (dall’85’ Valentini), Obodo, Germinale (dall’80’ Marconi), Vitofrancesco, Iunco (dal 64′ Rantier).
A disposizione: Poluzzi, Terigi, Valentini, Marconi, Sirri, Rantier, Nicolao. All. Luca D’Angelo.

AlbinoLeffe: Offredi, Salvi, Anghileri, Spinelli, Moi, Allievi, Maietti (dal 73′ Calì), Gazo, Momenté, Silva Reis (dal 46′ Pesenti), Corradi (dal 49′ Bradaschia).
A disposizione: Amadori, Ondei, Pacifico, Nichetti, Calì, Bradaschia, Pesenti. All. Amedeo Mangone.

Alessandria-Albinoleffe 14_03_2015 (68)

Arbitro: Marco Capilungo di Lecce.

Reti: 51′ Germinale (A), 92′ Spinelli (Alb).

Ammoniti: 42′ Spinelli (Alb), 57′ Mora (A), 59′ Pesenti (Alb), 76′ Sabato (A), 86′ Allievi (Alb).

Calci d’angolo: 11-5.

Recupero: 5 minuti nel secondo tempo.

Spettatori: paganti 1.936, abbonati 764.

Alessandria-Albinoleffe 14_03_2015 (71)

Alessandria-Albinoleffe 14_03_2015 (75)

Tutti i risultati, la classifica e il calendario del girone A della Lega Pro: cliccare qui