I tre nuovi arrivi al “Moccagatta”

Nuovi acquisti

 

L’Alessandria ha presentato i suoi tre nuovi acquisti. Di Santiago Morero abbiamo già ampiamente parlato.

Il brindisino Antimo Iunco, classe 1984, di ruolo è attaccante.Iunco Toro
Cresciuto nel Brindisi, esordisce in prima squadra a 16 anni, disputando sprazzi di partite in serie D nel 2000-‘01 per un totale di 8 presenze. Durante le stagioni successive trova poco spazio in squadra, disputando in tre campionati 13 gare tra D e serie C2. Segna una doppietta in Coppa Italia 2003-‘04 nella vittoria del Brindisi sul Bologna per 3-2.
Nel gennaio del 2004 viene acquistato dall’Hellas Verona con cui disputa solo 3 gare nel finale di campionato. Nella stagione 2004-‘05 con il Verona non raggiunge i play-off per un solo punto. L’allenatore Massimo Ficcadenti lo considera il primo ricambio del reparto offensivo e lui segna 6 gol, tra cui quello che ha permesso all’Hellas di pareggiare con il Genoa, futuro vincitore del campionato.
Nella stagione 2005-‘06 realizza 2 reti in un torneo giocato quasi sempre da titolare. In squadra fa coppia con l’attaccante Adailton.
Nel 2006-‘07, dopo la cessione di Adailton, continua ad essere titolare e con l’arrivo in primavera del nuovo mister Giampiero Ventura, il suo rendimento migliora portandolo a diventare il capocannoniere della squadra con sole 5 reti. Nel corso della stagione, tuttavia, riceve diverse espulsioni.
Il 31 agosto 2007 viene acquistato in comproprietà dal ChievoVerona. Con i clivensi disputa la stagione in B e, partendo dalla panchina, riesce a conquistarsi un posto da titolare, contribuendo alla promozione del Chievo in serie A. La società riscatta l’intero cartellino.
Nella serie A 2008-‘09 viene impiegato poco dalla squadra veronese ed a gennaio 2009 viene ceduto in prestito alla Salernitana. A fine stagione torna al ChievoVerona, ma viene ceduto nuovamente in prestito, con diritto di riscatto della comproprietà, al Cittadella. Dopo una stagione positiva tra le file dei padovani, questi esercitano il diritto di riscatto in cambio della seconda metà di Manuel Iori e cedono poi la propria metà del giocatore al Torino.
Esordisce in maglia granata il 15 agosto 2010, nel secondo turno di Coppa Italia Torino-Cosenza (3-1 dts), segnando in quell’occasione il suo primo gol con i piemontesi.
Il 25 giugno 2011 torna di proprietà del ChievoVerona per 100.000 euro dopo l’apertura delle buste sulle compartecipazioni, a causa di un errore nella compilazione dell’offerta da parte del Torino.
Il 30 luglio 2011 viene ceduto in comproprietà allo Spezia. Segna la sua prima rete in maglia bianca alla seconda giornata del torneo 2011-‘12, nella sconfitta per 3-2 sul campo del Frosinone, con un colpo di testa.
Sempre di testa alla sesta giornata, segna la sua prima rete casalinga, sbloccando il risultato al settimo minuto della gara tra lo Spezia e il Trapani; nella stessa giornata veste per la prima volta la fascia di capitano.


Il 23 ottobre, dopo 13 minuti dall’inizio del match esterno contro la Carrarese, viene colpito duramente da Massimiliano Taddei ed è costretto ad uscire dal campo, riportando una lesione alla tibia sinistra che lo tiene fuori dai campi per circa un mese. Il 6 maggio 2012 nell’ultima giornata di campionato, contro il Latina, segna il gol del momentaneo 1-0 nella partita che si concluderà con la vittoria dello Spezia per 3-0 e la conseguente conquista della promozione diretta in serie B.
Il 23 giugno 2012 dopo l’apertura delle buste il ChievoVerona ne riscatta il cartellino. Il 1º agosto 2012 viene ufficializzato l’acquisto dell’attaccante da parte del Bari, in prestito con diritto di riscatto. Al termine della stagione il diritto di riscatto non viene esercitato e il giocatore fa ritorno al Chievo. Il 19 agosto 2013 il Trapani neopromosso in B ufficializza l’acquisizione del giocatore dal Chievo.
Il 23 gennaio 2015 passa ufficialmente all’Alessandria. Attaccante di movimento, può giocare sugli esterni o centrale. Le sue qualità sono la tecnica e la velocità. Iunco esordisce con la maglia azzurra dell’Under-20 l’8 dicembre 2004 nel pareggio 0-0 contro la Germania, mentre l’anno dopo viene aggregato all’Under-23 per i Giochi del Mediterraneo.Germinale

Anche Domenico Germinale, nato a Treviso nel 1987, è un attaccante.
Cresciuto nelle giovanili dell’Inter, ha fatto il debutto in prima squadra il 14 maggio 2006 sostituendo Pierre Womé nel match pareggiato 2-2 con il Cagliari.
La stagione 2006-’07 lo ha visto indossare le maglie di Pizzighettone e Torres, mentre nel torneo successivo si è trasferito in C1 al Cittadella.


Nel campionato 2008-’09 ha giocato nel Foggia collezionando 24 presenze e realizzando 9 reti, per poi calcare gli stadi di Benevento e Como.
Quindi l’esperienza in B con l’AlbinoLeffe, poi ancora Benevento, Catanzaro e Spal. A Ferrara, club dal quale è stato prelevato dall’Alessandria, ha collezionato 18 presenze e messo a segno 3 goals.
Germinale, nel corso della sua carriera, ha vinto la Coppa Italia Primavera nel 2006 con l’Inter.

 Mario Bocchio