Archivio mensile:Agosto 2018

L’Alessandria vince il test match contro il Calcio Derthona

 

Successo dei Grigi di Mister Gaetano D’Agostino, nell’amichevole contro il Calcio Derthona, che milita nel campionato di Eccellenza.

L’Alessandria ha trovato il vantaggio con Russini al 58’ ed ha poi raddoppiato grazie alla rete di Usel al 66’. A chiudere le marcature, fissando così il risultato sullo 0-3, è stato Gazzi allo scadere.

Queste le dichiarazioni del tecnico grigio al termine della partita: Nel 3-5-2 le punte devono collaborare. Con il 4-3-3, con più ampiezza , abbiamo creato di più e trovato linee di passaggio. C’erano giocatori nel loro ruolo e quello che mi è piaciuto di più è il fatto di aver provato anche conclusioni da fuori.  È normale che più si va avanti più i carichi di lavoro aumentano. Oggi sono contento soprattutto per come abbiamo interpretato il 4-3-3 nel secondo tempo. De Luca, pur sfortunato, è migliorato. È stato un buon test, contava far minutaggio per trovare la giusta identità di squadra. Ora bisogna vedere come si evolverà il mercato, con tutto che diventa un po’ più complicato. Ma sono fiducioso, perché sia Cerri che soldati si stanno adoperando per completare la squadra.

Abbiamo più giovani che over e devo saper ottimizzare le caratteristiche dei giocatori e ne abbiamo diversi che prediligono l’ampiezza. Russini? Spero rimanga, si sta allenando bene”.

La formazione dei Grigi

Pop (46’ Cucchietti); Gjura, Prestia (75’ Sbampato), Fissore (46’ Gazzi); Tentoni (75’ Cotarelli), Gatto (65’ Usel), Maltese, Bellazzini (55’ Rusini), Agostinone; Sartore ( 55’ Rocco), De Luca.

La
Leggi >

Pari a reti bianche nell’amichevole tra l’Alessandria e l’Albinoleffe

 

Deciso passo indietro dei grigi al Moccagatta, nell’amichevole con l’Albinoleffe. Finisce 0-0 ma, rispetto al precedente confronto col Renate, la squadra di D’Agostino balbetta e va in difficoltà costante contro un’avversaria tosta fisicamente e ben organizzata.

Primo tempo con almeno 4 nitide occasioni per i bergamaschi, mentre l’Alessandria è in affanno anche nelle giocate più semplici. Lievemente migliore la ripresa, con Sartore in evidenza sulla fascia. Infortunato dopo soli 6’ il neo acquisto Panizzi, che esce però dal campo con le proprie gambe (per lui probabile contrattura).

La sensazione è che ai grigi servano almeno ancora 4 innesti di peso.

www.lastampa.it

Le fotografie sono tratte dal profilo Fb dell’Alessandria Calcio e sono di Marie Christine Selea.

Articoli correlati

L’amichevole contro il Renate finisce 0-0: Grigi in crescita

Ad Asti si è visto un Fischnaller scatenato: tripletta

L’ Alessandria vince per 5-0 l’amichevole contro il Voghera

Primo test in famiglia per i nuovi Grigi che stanno nascendo

 

 

 … Leggi >

Ma chi è Erik Panizzi?

 

L’ Alessandria ha acquistato a titolo definitivo dell’esterno sinistro Erik Panizzi.
Panizzi, classe 1994, proviene dalla Reggiana, dove la scorsa ha giocato 33 partite in campionato e 2 in Coppa Italia.

Nato a Guastalla (Reggio Emilia) il 15 febbraio 1994, Erik Panizzi è un terzino sinistro con caratteristiche offensive. In comproprietà tra Reggiana e Spal, Panizzi ha esordito in Lega Pro nel campionato 2011-’12.

Vi proponiamo l’articolo scritto da Il Resto del Carlino nel 2012.

Destinazione paradiso. Il talento di Erik Panizzi non può passare inosservato. Ha 18 anni, ma è tutto tranne che un pulcino. Gioca sciolto, senza paura, l’occhio competente di chi mastica calcio ci mette un attimo a giudicarlo un sicuro prospetto, sul quale lavorare con fiducia. E’ ovvio che possa commettere qualche errore (vedi esitazione contro il Benevento, costata un gol), ma il suo approccio al campionato di Prima Divisione è stato ultra-promettente.

Con queste premesse, automatico che il nome del ragazzo della Bassa sia già finito su taccuini importanti. Di serie A e di nobile serie B. Quattro squadre, in particolare, stanno seguendo con attenzione la crescita del mancino diventato maggiorenne giusto un mese fa. In massima serie Fiorentina e Palermo hanno inserito il granata nel «meccanismo» delle osservazioni. Poi due grandi decadute che stanno cercando di riconquistare quel posto in serie A che fa parte della propria storia, cioè Torino e Sampdoria.

Non ci sono ancora canali privilegiati, opzioni già concesse a qualche pretendente. Tutti stanno monitorando

Leggi >

Maltese, un regista rimpianto dal Palermo

 

L’ Alessandria cha ingaggiato a titolo definitivo il centrocampista Dario Maltese.
Classe 1992, lo scorso anno 26 presenze al Pisa, Maltese ha vestito in precedenza le maglie di Reggiana, L’Aquila, Latina e Viareggio.

Un regista col vizio del gol, tifoso del Palermo ma anche del Milan: è Dario Maltese, appena arrivato all”Alessandria, che lo ha prelevato dal Pisa.

SI ISPIRA A SEEDORF – Maltese, sin dalla Primavera del Palermo allenata da Beruatto, era considerato uno dei giocatori più promettenti del vivaio siciliano: dopo aver girato in prestito in Lega Pro, il ragazzo si è un pò perso, portando il Palermo a cederlo al Latina. Il suo idolo era Clarence Seedorf, regista atipico, capace di giocare anche come mezz’ala: proprio come l’olandese, Maltese ama cercare la via del gol, lanciando anche i compagni a rete.

TANTA GAVETTA – Nell’estate del 2011 il Palermo lo cede in prestito al Viareggio, dove Maltese in due stagioni colleziona 54 partite, condite da due reti: tanti minuti messi nelle gambe, che gli consentono di arricchire il suo bagaglio tecnico e incrementare la sua esperienza, a soli 20 anni.Poi il Latina lo preleva in comproprietà: il ragazzo ha così l’opportunità di debuttare in Serie B, dove gioca ben 12 partite. I laziali lo girano poi all’Aquila, per permettergli di avere un maggiore minutaggio: qui Maltese paradossalmente gioca meno, ma a giugno il Latina decide ugualmente di riscattarlo dal Palermo, prestandolo poi alla Reggiana.

Mario Bocchio

Articoli correlati

Calciomercato, Cucchietti e De Luca Leggi >

L’amichevole contro il Renate finisce 0-0: Grigi in crescita

 

Finisce a reti inviolate (0-0) la partita-allenamento contro i il Renate. Il match, giocato in condizioni di estrema calura, ha visto i Grigi più manovrieri e votati al possesso palla.

Da segnalare il buon esordio del neo arrivato Daniele Rocco.

“Non abbiamo segnato, e su questo dobbiamo lavorare, ma rispetto all’ultima gara abbiamo creato cinque o sei occasioni, senza mai rischiare. Per questo sono soddisfatto  e lo sono più della scorsa settimana. A me piace molto lavorare con i giovani e aiutarli a crescere, nella squadra servono alcuni over che in campo e negli spogliatoi siano in grado di aiutare i compagni a maturare, anche nel carattere e nella personalità. E i giovani devono avere la voglia di essere aiutati” ha dichiarato Mister Gaetano D’Agostino.

Aggiungendo: “Una squadra è completa se è equilibrata. Se la squadra è forte, aiuta i giocatori a crescere. Io non voglio avere dei giocatori che si limitano a gestire la gara, voglio gente che dia sempre il massimo fino a quando ne ha”.

Il tabellino

Alessandria-Renate 0-0

Alessandria (3-4-3): Pop (46′ Cucchietti); Prestia (71′ Zogkos), Gjura (71′ Gozzi), Fissore (46′ Agostinone); Cottarelli (61′ Tentoni), Gatto (83′ Sessa), Gazzi (71 Usel), M’Hamsi (66′ Badan); Bellazzini (61′ Rocco), Sartore (66′ Gerace), Russini. All. D’Agostino

Renate (3-5-2): Cincilla (66′ Romagnoli); Priola (74′ Florindo),Tesio, Vannucci; Caccin (85′ De Stefano), Simonetti (66′ D’Alena), Doninelli (66′ Piscopo), Rada (85′ Rossetti), Frabotta; Gomez (81′ Finocchio), Spagnoli (81′ Pattarello). All. Brevi

In sala stampa

Guarda la gallery

Leggi >