Archivio mensile:Maggio 2018

Questa è una squadra che si è arresa al campionato con onore

Il corsivo di Mario Bocchio

 

Ci sono lacrime e lacrime. Quelle sincere di alcuni calciatori grigi che hanno anche pianto mercoledì dopo la sconfitta che ha tirato fuori l’Alessandria dalla contesa playoff al primo ostacolo. Lacrime di disperazione da parte di alcuni calciatori che, spinti dall’abnegazione di quel Sestu – che sembrava una furia quando è corso a festeggiare il gol sotto la Curva Nord -, oppure di un Piccolo che ha lottato come un gladiatore, hanno dato tutto e di più per scuotere una squadra incapace di reagire, di giocare. Anche dopo i due ceffoni presi in pieno volto dalla Feralpisalò. Ci sono poi anche lacrime di coccodrillo da parte di chi è sempre in prima linea quando c’è da prendere applausi, sempre in prima linea quando bisogna puntare l’indice contro qualcuno o qualcosa per attribuire colpe e responsabilità.

Poi c’è il silenzio dell’amarezza – come il nostro – per dover ancora una volta disputare un campionato di terza serie. Ma è un’amarezza che va di pari passo con il realismo. Se a novembre ci avessero detto che avremmo giocato i playoff e addirittura vinto la Coppa Italia, sinceramente avremmo messo subito la firma, come si suol dire. Ma molto più semplicemente avremmo risposto: ma che cazzo dite!

Allora c’era un’ Alessandria che agonizzava nel fondo della classifica: una sofferenza che veniva da lontano, dal tramonto dello scorso campionato.

Mesi buttati al vento, con un allenatore inesperto, Cristian Stellini, senza idee chiare e con l’ossessione della … Leggi >

I Grigi che non ti aspetti: sul più bello si sciolgono come neve al sole. E la FeralpiSalò ringrazia

 

Che cosa mi ricorderò nei secoli a venire dell’ennesima “fregatura” (perchè termini più coloriti non mi pare sia il caso di usarli) di questa sera arrivata dalla gara tra Alessandria e FeralpiSalò?

È ‘ l’unica domanda cui, dopo qualche ora dalla figuraccia rimediata dai Grigi contro i bresciani, ho cercato di darmi risposta.

È una fregatura che  fa rabbia, sì, ma fa rabbia in maniera diversa da quelle recenti. E da un lato, ci verrebbe da dire “per fortuna”: già, perchè sarebbe anche potuto capitare di uscire dai playoff così presto, perchè il peso della vittoria della Coppa Italia, almeno in chi scrive, si fa ancora fortunatamente sentire, e perchè, sì, insomma, tutti i tifosi cullavano il sogno che la squadra riuscisse a far rivalere nei playoff le speranze di un campionato buttato via  già a ottobre. Peccato che il “Game Over” sia arrivato decisamente anzitempo.

Di ieri sera della vista dell’ennesima squadra che viene a festeggiare al Moccagatta innanzi a uno stadio pieno, mi rimarranno scalfite nell’animo due cose: l’imbarazzante modo in cui la formazione di Marcolini ha pensato bene di farsi sbattere fuori in maniera tanto incredibile quanto dilettantesca e la corsa di 80 metri di Sestu per andare sotto alla Nord a esultare, con tanto di ruggito al gol del momentaneo 1-2, da parte di uno che non ha mai parlato se non con l’arma migliore che un giocatore di calcio ha: i piedi.

Per il resto, come tutti, prenderò Leggi >

Terremoto nei playoff di Serie C giunti agli ottavi di finale

 

Nelle partite di ritorno del primo turno nazionale giocate ieri sera, sono crollate in casa il Trapani (foto sopra, nel match contro il Cosenza), il Pisa e l’Alessandria che non accedono al prossimo turno. I siciliani dopo il k.o esterno a Cosenza sono stati battuti anche in casa per 2-0. La Viterbese ha eliminato il Pisa vincendo anche sul terreno dei nerazzurri col punteggio di 3-2. Fuori anche l’Alessandria eliminata dalla Feralpisalò.

Passa il turno la Sambenedettese di Moriero che ha battuto il Piacenza per 3-1 (foto sopra). Pareggio 1-1 tra Reggiana e Juve Stabia e emiliani al secondo turno nazionale dove troveranno le seconde classificate dei vari gironi rispettivamente Siena, Sudtirol e Catania. Match di andata il prossimo 30 maggio, il ritorno il 3 giugno.

I risultati

Alessandria-FERALPISALO’ 1-3 – 17′ Raffaello (F), 43′ Guerra (F), 54′ Sestu (A), 73′ Ferretti (F) (andata 3-2)

Pisa-VITERBESE 2-3 (foto sopra) – 9′ Ingrosso (P), 32′ Baldassin (V), 49′ Rinaldi (V), 57′ Cenciarelli (V), 65′ rig. Mannini (P) (andata 0-1)

 

REGGIANA-Juve Stabia 1-1 (foto sopra) – 68′ Simeri (J), 81′ Bastrini (R) (andata 0-0)

SAMBENEDETTESE-Piacenza 3-1 – 50′ rig. e 88′ rig. Miracoli (S), 61′ Rapisarda (S), 90’+1′ Franchi (P) (andata 1-2)

Trapani-COSENZA 0-2 – 63′ Okereke (C), 78′ Tutino (C) (andata 1-2)

 … Leggi >

La Feralpisalò crede all’impresa ed elimina l’Alessandria

 

Una vera e propria impresa, quella effettuata ieri sera dalla Feralpisalò, impegnata sul campo dell’Alessandria per il ritorno del primo turno dei playoff nazionali di Serie C.

Il risultato dell’andata non lasciava presagire nulla di buono, con i Grigi forti del 2-3 rimediato al “Turina”.  Leoni del Garda che partono però fortissimo e al 17’ passano in vantaggio con Raffaello, imbeccato alla perfezione da Guerra.

Proprio il bomber della formazione gardesana fissa il risultato sullo 0-2 allo scadere di prima frazione, sfruttando un ottimo assist di Staiti.

In apertura di ripresa, l’Alessandria accorcia le distanze con Sestu, che di destro non lascia scampo a Livieri.

La Feralpisalò però non si scompone e a venti minuti scarsi dal termine si riporta in vantaggio di due reti. Ferretti scatta al limite del fuorigioco su un lancio lungo di Martin e deposita in rete.

I Leoni del Garda tengono bene il campo nel finale e dopo cinque minuti di recupero può cominciare la festa verdeblu.

Le foto sono di www.museogrigio.it.

In sala stampa

 

Il tabellino

Alessandria-Feralpisalò 1-3 (0-2)

ALESSANDRIA: Vannucchi, Celjak, Sestu (27′ st Fischnaller), Nicco, Marconi, Piccolo, Gonzales, Gazzi (1′ st Bellazzani), Gatto, Blachard (34′ st Chinellato), Barlocco (25′ st Sciacca). A disposizione: Pop, Lovric, Ranieri, Gjura, Fissore, Usel, Ragni, Kadi. All. Marcolini.

FERALPI SALO’: Livieri, Vitofrancesco (8′ st Martin), Marchi P., Ranellucci, Magnino, Ferretti, Raffaello (25′ st Rocca), Guerra (41′ st Voltan), Staiti, Parodi, Tantardini. A disposizione: Arrighi, Capodaglio, Gamarra, Bagadur, Turano, Emerson, Loi, Ponce. … Leggi >

Come una partita delle Coppe europee

 

Così dovrà essere questa sera. Perché in fondo questi playoff per la Serie B sono la nostra Champions League, o se volete la nostra Europa League.

L’Alessandria contro la Feralpisalò dovrà essere bella di notte. Avremo ben tre risultati a nostro favore per superare il turno: vittoria, pareggio e sconfitta con un gol di scarto.

Ma, come abbiamo già detto più volte, ai Grigi chiediamo di non racchiudersi nel ristretto quadrato dei calcoli, ma di scendere in campo con la convinzione di disputare una gara maiuscola, di spessore.

La Feralpi è squadra da prendere con le molle. La sconfitta 2-3 rimediata all’andata, sembrerà paradossale a dirlo,  è stata manna per i ragazzi di Toscano, visto che l’Alessandria, a dieci minuti dal termine, conduceva senza troppi patemi con un vantaggio di tre gol. Il finale di gara del “Turina” ha perciò mostrato come la pelle dei bresciani sia coriacea. Loro all’impresa credono, starà all’Orso proteggere la propria tana, cogliendo le possibilità di aggressione soprattutto qualora i saloini dovessero sbilanciarsi nella foga di attaccare.

Mister Marcolini (al quale vanno ascritti i meriti di aver rigenerato una rosa comunque forte, portandola alla rimonta in campionato e alla conquista della Coppa Italia) dovrebbe fare a meno di Giosa, mentre dovrebbe essere della partita Gazzi. Ma si ipotizzano possibili diverse novità nella formazione di partenza.

I Grigi – come ammesso dallo stesso Marcolini – conteranno molto sulla spinta del pubblico delle grandi occasioni.

Mario Bocchio

Fotografie Fotolive
Leggi >