Archivio mensile:Agosto 2017

I Grigi visti da “la Nazione”. “Pontedera, un pari all’esordio: con l’Alessandria finisce 1-1”

Il Pontedera esordisce nel campionato di serie C con un buon pareggio contro la big Alessandria. Al Mannucci finisce 1-1 con i granata in vantaggio al 18′ della ripresa grazie ad un imperioso stacco di testa di Pesenti (il centravanti nel primo tempo si era mangiato un gol grosso così) ma raggiunti nel finale (a 4′ dala fine) da una percussione centrale di Gonzalez. Per il Pontedera, affidato a Maraia, è il quinto debutto consecutivo nella terza serie nazionale senza sconfitte. Domenica prossima i granata sono impegnati nel derby a Lucca.

Stefano Lemmi

Articoli correlati

Pontedera-Alessandria 1-1, i granata sfiorano l’impresa

 … Leggi >

Pontedera-Alessandria 1-1, i granata sfiorano l’impresa

 

Come l’anno scorso, al ‘Mannucci’ il Pontedera impone ancora il pareggio all’Alessandria. Ma stavolta i granata sono andati vicinissimi a portare a casa tre punti che avrebbero davvero stravolto i pronostici di questa prima giornata di campionato. Anche l’1-1 fa comunque gridare all’impresa. Una squadra costruita per la salvezza ha tenuto testa a una costruita per vincere. È ancora calcio d’agosto, e alla lunga i valori emergeranno. Ma l’inizio di stagione del Pontedera fa davvero ben sperare. Una partita tatticamente intelligente quella dei granata, abili ad arginare i piemontesi e ad approfittare dei loro momenti peggiori per colpirli. Da un pressing insistente nasce l’1-0 di Pesenti. Poi la squadra di Maraia si schiaccia e l’Alessandria trova il pareggio con Gonzalez a 5′ dalla fine.

La partita

Maraia non sconfessa il 3-5-2  visto in Coppa Italia e conferma Frare in difesa con Risaliti e Vettori, mentre le corsie esterne sono affidate a Tofanari e Corsinelli, con Calcagni, Caponi e Gargiulo a completare il centrocampo. Davanti la coppia Grassi-Pesenti. Anche Stellini sceglie il 3-5-2 per l’Alessandria, con Casasola, Piccolo e Fissore in difesa, l’ex Pastore e Sestu esterni e Cazzola, Gazzi e Nicco in mezzo. In attacco Gonzalez e Fischnaller. Il Pontedera non ha intenzione di aspettare gli avversari e pressa alto trovando la prima occasione della partita al 9′, con la conclusione alta di Pesenti che finisce di poco sopra la traversa. Un minuto dopo rispondono i Grigi con il sinistro di Gonzalez respinto da ContiniLeggi >

Inizia la Serie C… aos, fra scioperi scongiurati e ammissioni dell’ultima ora

 

Bentornata serie C…aos. Si scende in campo, in 58, dopo che per tutta la settimana è pesata la spada di Damocle della minaccia dello sciopero. Come sciopero? Come si permettono i calciatori di scioperare? Calma, benpensanti. Non si tratta di chi gioca in serie A o ha stipendi a 9 zeri. Qui si parla di gente che fatica ad arrivare a fine mese, o non pagata da anni. Lo stato di agitazione rimane, ma si gioca. Non prima della sorpresa dell’ultima ora. Fermi tutti, c’è anche la Vibonese. Girone C da ridisegnare. Ma no, basta un ritocchino. E vabbè che C…asino.

L’Aic di Tommasi (ieri sera in esclusiva a “L’Orso in diretta”) in prima linea

Lo stato di agitazione è promosso dall’Associazione Italiana Calciatori, in pieno scontro con il presidente Gabriele Gravina. La rottura affonda le radici nella questione “over”. Sino alla scorsa stagione era possibile schierare sino a 16 calciatori nati dal 1995 in poi. Il nuovo regolamento invece prevede che il numero sia ridotto a 14. L’Aic chiede una proroga. La Lega non ne vuole sapere. Una presa di posizione che preoccupa l’assocalciatori che teme per il lavoro dei propri tesserati.

Pericolo disoccupazione

La serie C è stata già ridotta da 60 a 57 squadre. Anzi da poche ore 58 (sic). Sembra poco, ma in una rosa di 22-25 giocatori significa un centinaio di posti di lavoro in meno. E non si tratta di stipendi da nababbi, ma poco più di un buon … Leggi >

Il calendario completo dell’Alessandria

 

Ecco il calendario completodell’Alessandria per il campionato di serie C 2017-’18, appena reso noto dalla Lega Pro.

1. PONTEDERA – ALESSANDRIA

2. Riposo

3. PRO PIACENZA – ALESSANDRIA

4. ALESSANDRIA – LIVORNO

5. ROBUR SIENA – ALESSANDRIA

6. ALESSANDRIA – AREZZO

 

7. MONZA – ALESSANDRIA

8. ALESSANDRIA – PRATO

9. ARZACHENA – ALESSANDRIA

10. ALESSANDRIA – PISA

11. GIANA ERMINIO – ALESSANDRIA

12. CARRARESE – ALESSANDRIA

13. ALESSANDRIA – OLBIA

14. LUCCHESE – ALESSANDRIA

 

15. ALESSANDRIA – VITERBESE CASTRENSE

16. PIACENZA – ALESSANDRIA

17. ALESSANDRIA – GAVORRANO

18. ALESSANDRIA – PISTOIESE

19. CUNEO – ALESSANDRIALeggi >

Manuel Marras: “Io ho dato tutto quello che è stato possibile per l’Alessandria”

Fresco acquisto del Trapani l’attaccante esterno Manuel Marras,  ha salutato l’Alessandria per raggiungere la Sicilia. Queste, come riportato dal sito ufficiale del club siciliano, le prime parole in granata del classe ’93:

“Mi aspetto di fare una stagione importante, un campionato di vertice in una società seria e che ha grandi ambizioni. Il Trapani è la società che più mi ha cercato e voluto e non ho esitato a dire si e a mettermi in gioco per questa nuova esperienza. Sarà una esperienza nuova anche giocare in una piazza del Sud: la gente è calorosa e vicina alla propria squadra. Sarà un’esperienza nuova e importante. Ho parlato con mister Calori, non lo conosco di persona, ma come allenatore. Sono sicuro che mi darà una grande mano a livello professionale. Io sono pronto a mettermi a disposizione dello staff e dei miei nuovi compagni”. 

Parlando poi di sè stesso: “Sono un esterno mancino, che può giocare sia a destra sia a sinistra. Velocità e tecnica le mie caratteristiche principali”.

C’era una volta… le favole (di solito) cominciano così. Quella che nel dicembre 2015 ha raccontato gianlucadimarzio.com  parlava di un ragazzo pronto a vivere in fondo quello che è un vero e proprio sogno. Classe?1993 “. Professione? “Attaccante”,  Nato a? “Genova”. Sogno nel cassetto?… Silenzio. Gliela avessero fatta quindici anni fa questa domanda la risposta sarebbe stata immediata, e una sola. “Scendere in campo al Ferraris, con la maglia Genoa”. Sogno realizzato (a metà), e … Leggi >