Archivio mensile:Maggio 2017

L’Alessandria doma la Casertana e passa il turno

 

La Casertana non riesce nell’impresa di continuare i playoff tramite una vittoria in Piemonte. L’Alessandria batte i falchetti per 3-1, grazie ad una maggiore fisicità ed esperienza. Ciotola illude con il gol del vantaggio, poi Gozzi, Cazzola e Bocalon chiudono la stagione della compagine rossoblù.

Gli highlights della partita (clicca qui)

PREPARTITA – Mister Esposito conferma i titolari della gara d’andata, fatta eccezione per Ivan Rajcic che è squalifica: al suo posto Carriero. Per il resto, confermato De Marco terzino destro, con Ciotola e Orlando in appoggio a Corado. Per Pillon, invece, due cambi: dentro Marras, rientrato dal turno di stop, al posto di Fischnaller, e Manfrin, con Barlocco che si accomoda in panchina. Durante il riscaldamento si ferma Iocolano, dato tra i titolari, al suo posto Nicco.

PRIMO TEMPO – La partita inizia subito con polemiche: dopo 2 minuti Ciotola prova a prendere alle spalle la difesa di casa e servire il taglio di Orlando, Manfrin fa la copertura ma sul rimbalzo il terzino non è perfetto (ma efficace) nell’intervento e l’attaccante rossoblù protesta per un tocco di mano. Al 3’ ci prova Branca da lontanissimo, tiro che non preoccupa Ginestra. Passano due minuti e la Casertana si fa viva dalle parti di Vannucchi: un destro di Corado, servito da Orlando, viene bloccato dal numero uno piemontese. Minuto otto: rimpallo favorevole alla compagine grigia, Gonzalez prova il sinistro ma la sfera termina a lato la propria corsa. La gara viaggia su un buon ritmo, con i falchetti che non … Leggi >

Alessandria contro Casertana: ritorniamo tutti ad urlare Forza Grigi, Forza Grigi, ForzaGrigi!!!

Il corsivo di Mario Bocchio

 

Questa sera l’Alessandria, contro la Casertana nel ritorno del secondo turno dei playoff, avrà dalla sua due risultati su tre. L’importante non sarà ovviamente perdere. Consci che in partite come queste, sono quasi sempre i singoli episodi a risultare determinanti.

Domenica al “Pinto” di Caserta abbiamo visto una squadra diversa, quella Grigia, nel complesso tonica, anche aggressiva, atleticamente sù. Peccato solo per l’errore di Celjak, che ha determinato il pari. A nostro avviso, è stata l’unica sbavatura nel contesto di una partita che sino a quel punto era praticamente perfetta. La libertà di espressione è sacrosanta, ci mancherebbe altro, ma è anche lecito – sempre in nome della predetta libertà – dissentire dal clima ipercritico che ha caratterizzato gran parte dei social dei tifosi dopo questo pareggio.

In tutti noi, ci mancherebbe altro, è ancora troppo sanguinolenta la ferita per la mancata promozione diretta in B, ma questo malcontento, questo dolore, questa rabbia non devono creare del pregiudizio per partito preso. Comunque vada. Differiamo eventuali supplementi di polemiche al momento (ci auguriamo non possa capitare) di un’eventuale eliminazione.

Solo fighetti di merda, come abbiamo letto in un post? Per noi solo un gruppo mortificato, che sta tentando di rialzare il capo per ritrovare soprattutto la dignità. E domenica a Caserta – lo ripetiamo, errore a parte – abbiamo visto segnali incoraggianti.

Contro la Casertana al “Mocca”, Mister Pillon ritrova Marras, squalificato per il match di domenica, e … Leggi >

I Grigi visti da “Sportcasertano.it”. “Eroica Casertana! Bloccata la corazzata Alessandria con una prestazione maiuscola. Ora serve l’exploit al Moccagatta”

 

Il Falco guarda negli occhi l’Orso e lo ipnotizza. La Casertana neutralizza la corazzata Alessandria con una prestazione da incorniciare e tiene il discorso aperto per la qualificazione al terzo turno. In una gara molto vivace, in un Pinto stracolmo di tifosi e vessilli rossoblu, le due compagini pareggiano col punteggio di 1-1 nella gara valevole per l’andata del secondo turno dei play-off di Lega Pro. Il lampo d Taurino replica al vantaggio di Fischnaller e permette ai falchetti del presidente D’Agostino di credere sempre al sogno serie B. Per il passaggio del turno, serve infatti la vittoria al “Moccagatta” di Alessandria, nella sfida in programma mercoledì alle 20.30. Egregia la perfomance casertana, con una piazza intera che ha lottato per un intero pomeriggio ed ha spinto i calciatori in campo alla conquista un pareggio che vale tanto. Per una maglia, per una passione, per la Casertana.

PRE-PARTITA. Gli allenatore rossoblu Raffaele Esposito e Guglielmo Tudisco confermano gli stessi undici che hanno compiuto l’exploit a Siracusa. In difesa Rainone e D’Alterio, con De Marco confermato come terzino destro. In attacco Orlando e Ciotola a supporto di Corado, nel 3-4-2-1 dei falchetti. Tra le fila ospiti Giuseppe Bepi Pillon si affida ad un difensivo 4-4-2. L’ex Novara Gonzalez e Bocolan in attacco, mentre Gozzi affianca Piccolo al centro della difesa. Parte dalla panchina Evacuo, uno dei calciatori illustri della sfida del secondo turno play-off.

EMOZIONI ALL’INGRESSO. Splendida cornice allo stadio “Pinto” per un appuntamento tanto atteso in … Leggi >

Un errore condanna l’Alessandria al pari

 

Pari patta tra Casertana e Alessandria: termina 1-1il match dei playoff tra campani e Grigi, lasciando ancora tutto aperto in vista della gara di ritorno.

Gli highlights della partita (clicca qui)

Primo tempo di marca piemontese, con la squadra di Pillon che segna lo 0-1 con l’altoatesino Fischnaller al 15′; nel prosieguo i Grigi hanno un paio di altre chance per bissare, mentre i Falchetti non sembrano particolarmente ispirati.

Nella ripresa però Taurino, entrato da poco, incorna gli uomini di Pillon sfruttando un retropassaggio assassino di Celjak. La gara si innervosisce nel finale ma il risultato non cambia più.

MBoc

Il tabellino

Casertana-Alessandria 1-1 (0-1)

Casertana: Ginestra; De Marco, D’Alterio, Rainone, Ramos; Giorno (dal 91′ Finizio), Rajcic, Magnino (dal 55′ Carriero); Orlando, Corado, Ciotola (dal 70′ Taurino). A disposizione: Pezzella, Lorenzini, Fontanelli, Diallo, Petricciuolo, De Filippo, Simone, Colli, Cisotti. All.: Raffaele Esposito

Alessandria: Vannucchi; Celjak, Gozzi, Piccolo, Barlocco; Fischnaller (dal 68′ Sestu), Cazzola, Branca, Iocolano (dal 92′ Manfrin); Gonzalez, Bocalon. A disposizione: La Gorga, Mezavilla, Piana, Rosso, Sosa, M’Hamsi, Nava, Sala, Evacuo. All.: Bepi Pillon

Arbitro: Balice di Termoli

Reti: 15′ Fischnaller; 76′ Taurino

Ammoniti: Ciotola (C), D’Alterio (C), Gonzalez (A), Bocalon(A), Rajici (C)

Angoli: 3-10.

Recupero: pt 0′, st 4′

Gli ottavi di finale dei playoff di Lega Pro

Articoli correlati

 

Tutte le volte che i Grigi hanno incontrato le squadre campane

Casertana-Alessandria: i giocatori che hanno vestito le due maglie sono diciotto

Alessandria contro Casertana: sinora solo una volta

 

 … Leggi >

Che Alessandria dobbiamo attenderci domani nella bolgia dello stadio “Pinto”?

Il corsivo di Mario Bocchio

 

L’Alessandria deve mettere da parte la cocente delusione e calarsi con umiltà nei playoff, che sono un vero e proprio altro campionato.

Domani è in programma la trasferta nel profondo Sud, a Caserta i Grigi dovranno essere bravi a mantenere i nervi saldi su uno dei campi più caldi della categoria.

Vedremo se il lavoro sin qui svolto dal tecnico Bepi Pillon (che stimiamo) e dal direttore sportivo Sensibile sarà stato in grado di rimettere insieme i cocci di una stagione gettata al vento nelle battute conclusive, quando ormai il ritorno dell’Alessandria in serie B (che manca dalla metà degli anni Settanta) sembrava cosa fatta.

Per tutto il girone d’andata ci siamo convinti che l’Alessandria fosse una formazione di primissimo ordine nel panorama dell’intera Lega Pro. Un attacco devastante ed un reparto di mediana di grande solidità. Quando abbiamo dovuto ricercare qualche pecca, abbiamo puntato il dito verso il pacchetto arretrato – molto forte dal punto di vista fisico, ma alquanto lento e col rischio di calare alla distanza –  che comunque alla fine è risultato il secondo migliore nel girone A, dietro soltanto al Livorno.

Che Alessandria dobbiamo attenderci domani nella bolgia dello stadio “Pinto”?

Mister Pillon ha provato a mischiare le carte: l’assenza pesante è quella dell’esterno offensivo Marras, squalificato per un turno al pari del centrocampista Nicco. Con lui in campo il 4-4-2 visto all’opera nel corso della stagione sarebbe stato scontato: il forfait disciplinare dell’ala … Leggi >