Archivio dell'autore: mgblogger

Serie C, playout: in D Pianese e Giana

Giana Erminio-Olba 1-1 (foto asgiana.com)

Play out e verdetti, per il campionato di Serie C. Fa l’impresa l’Olbia: la Giana Erminio passa in vantaggio al pronti-via con Perna; nella ripresa l’Olbia resta in nove per i rossi rimediati da Lella e Giandonato, ma nel finale la rete di Ogunseye vale il pareggio, che si somma al successo dell’Olbia nella gara d’andata e vale la salvezza. Finisce 3-3 PergolettesePianese: dopo lo 0-0 dell’andata, sono i padroni di casa a festeggiare in una partita rocambolesca, con Manicone protagonista della rimonta dopo l’1-3 della Pianese. Retrocede anche l’Arzignano: 0-0 in casa dell’Imolese, con gli ospiti che giocano buona parte dell’incontro in inferiorità numerica per il rosso a Checchi e falliscono anche un calcio di rigore con Rocco. Il Picerno batte il Rende 3-0 ribaltando lo 0-1 della gara d’andata e mantiene la categoria. Si salva anche la Sicula Leonzio: 1-0 al Bisceglie, bissando il successo dell’andata con la rete di Catania. Una rete di Carpani vale la salvezza per il Fano, che si impone sul campo del Ravenna, che aveva perso la gara d’andata con il punteggio di 2-0.… Leggi >

Serie C, playoff: Novara ok, rimonta del Catania

Novara-Albinoleffe 0-0 (foto  Antonio Saia – ag. Aldo Liverani )

Al via i play ff di Serie C, con i primi verdetti. Nel Girone A, Reti inviolate in NovaraAlbinoleffe, il risultato premia i padroni di casa che passano al turno successivo in virtù della miglior classifica in regolar season. Nel Girone B, reti inviolate anche tra Padova e Sambenedettese, coi biancoscudati che vanno avanti. Nel Girone C, reti inviolate tra Catanzaro e Teramo: sono quindi i giallorossi calabresi ad approdare al turno successivo, grazie al miglior piazzamento in classifica. Sfida emozionante al Massimino: la Virtus Francavilla va avanti di due reti con Perez e Vazquez, prima dell’intervallo il Catania accorcia con Biondi. Nella ripresa, il pari di Curcio e il sigillo finale di Pinto in pieno recupero vale il raggiungimento del prossimo turno per i nerazzurri. … Leggi >

“Siamo molto liberi di testa, convinti che questo finale di stagione sia da vivere senza troppo timore”

Lo screenshot della conferenza stampa (immagine Ufficio stampa Alessandria Calcio)

Il centrocampista  Grigio Davide Di Quinzio ha incontrato in video conferenza i media alessandrini. “Sono qui da gennaio ma, per l’emergenza Covid-19, e la conseguente sospensione del campionato, ho avuto ancora poche partite a disposizione. In compenso, mi sono calato un po’ nella realtà alessandrina e ho visto quanta passione c’è per la squadra. Giocare i play off senza pubblico sarà un vero peccato, conoscendo la passione della gente, ma noi cercheremo di fare bene per dare entusiasmo.

Davide Di Quinzio nel match giocato contro il Gozzano (foto di archivio)

Dei playoff mi resta la gran bella impresa dello scorso campionato a Pisa; qui, il contesto è diverso ma la spinta è uguale e noi cercheremo comunque di caricare ancora di più l’ambiente. Il Siena è sicuramente un avversario stimolante, sono tenaci ed esperti. Conosco molti giocatori e so che si caleranno nel modo giusto nell’atmosfera dei playoff perchè hanno stimoli e mestiere ma noi veniamo da un mese di lavoro molto proficuo; siamo cresciuti fisicamente e siamo anche molto liberi di testa, convinti che questo finale di stagione sia da vivere senza troppo timore, con la voglia di giocarcela e vincere. Siamo consapevoli che ci sono avversarie temibili e attrezzate ma anche che tutti hanno dovuto convivere con le nostre difficoltà e, quindi, in partenza c’è un sostanziale equilibrio. La settimana che ci resta da giocare sarà utile per affinare ancora la condizione e prepararci al meglio. E poi Leggi >

Tutte le volte dei Grigi nei playoff

Alessandria-Lecce (archivio www.museogrigio.it)

Nella stagione 1993-’94 la Serie C introdusse i playoff.  L’Alessandria vi ha preso parte otto volte: tre per la promozione dalla C2 alla C1 e cinque dalla C alla B.

Dario Serra contro il Meda

L’esordio dopo la C2 1999-2000. L’Alessandria seconda affronta il Meda che supera grazie al miglior piazzamento. Le due gare finirono in pareggio: 0-0 in Lombardia, 2-2 al Mocca. Poi la finale: il 3-2 del Giglio di Reggio Emilia che vendicò lo spareggio (non play-off) perso al Braglia di Modena.

Angelo Montrone, il vero protagonista della finale di Reggio Emilia.

Di nuovo playoff di C2 nel 2002. I Grigi affrontano la Sangiovannese con il vantaggio del ritorno in casa e della posizione di classifica. Vincono in Toscana 1-0 e basterebbe perdere con un gol di scarto per passare il turno. Ma non sarebbe da Grigi: che infatti cadono al Moccagatta per 3-0!

Si arriva al 2008-’09. Dopo un buon terzo posto in C2 il playoff propone la sfida con l’Olbia. In Gallura i bianchi vincono 1-0 ed al Mocca un “Eurogoal” di Briano sblocca la situazione e regala il passaggio di turno ai grigi. Che perdono il doppio decisivo confronto con il Como.

Nel 2010-’11, dopo una stagione terribile contrassegnata dalle malefatte del presidente Veltroni, l’Alessandria si piazza al terzo posto e per la prima volta si gioca la promozione in B. La Salernitana all’Arechi è costretta al pareggio dai ragazzi di Sarri. Questa volta è Leggi >

Casarini: “Noi ci siamo e ci vogliamo essere fino in fondo”

Lo screenshot della conferenza stampa (immagine Ufficio stampa Alessandria Calcio)

Alla videoconferenza con i media alessandrini è intervenuto Federico Casarini. Le sue prime considerazioni Casarini le ha espresse sul lavoro di queste settimane, parlando di un gruppo motivato e in salute.
“La sosta è stata lunghissima e non è stato facile mantenere la condizione in contesti e situazioni in cui non era semplicissimo allenarsi. Ma quando siamo tornati, stavamo bene e in queste settimane si è vista una bella crescita complessiva. Certamente si è trattato di un lavoro un po’anomalo rispetto alle preparazioni fatte dopo soste così lunghe; si è trattato di riprendere confidenza con il nostro ‘attrezzo’ di lavoro e cioè il pallone ma anche riacquisire quella gestualità che lontano dal campo e dal campo inevitabilmente perdi. Parlando di me, mi sento molto bene. Riprendere insieme agli altri mi ha dato grandi stimoli, facendomi sentire ‘alla pari’, situazione che per molti aspetti non avevo vissuto a inizio stagione”.

Federico Casarini in campo, con la fascia di capitano (immagine www.museogrigio.it)

Ha poi concluso: “E ora, con gli altri, sono pronto a giocarmela, sapendo che questi playoff, di fronte all’eventualità che solo qualche settimana si stava paventando e cioè di buttare via un anno, sono un’opportunità bella e imperdibile, in cui nessuno parte vincente o battuto e gli stessi pronostici, pur nel rispetto dei valori di tutti, possono essere sovvertiti per le mille variabili che possono realizzarsi, a cominciare dalla vicinanza delle gare, agli infortuni, per non parlare Leggi >