Archivio mensile:Novembre 2020

La vittoria del carattere. Voluta, cercata, anche ottenuta

Andrea Arrighini sta per calciare il pallone del secondo gol dei Grigi (foto © Mario Bocchio)

La vittoria del carattere. Voluta, cercata, anche ottenuta sfruttando gli errori degli avversari ma, si sa, si può vincere sbagliando meno. L’Alessandria ha sofferto contro la capolista rischiando il minimo possibile nell’arco dell’intera gara e proponendosi più degli avversari in fase offensiva. Gli episodi hanno fatto il resto, anche perché le due disattenzioni difensive che hanno generato i relativi calci di rigore avrebbero potuto cambiare le sorti dell’incontro se entrambi i penalty fossero stati realizzati, e qui ritorniamo a chi sbaglia meno.

Il portiere Matteo Pisseri (foto © Mario Bocchio)

Ma se nel primo episodio Macchioni può essere anche perdonato per l’inesperienza, sicuramente Casarini avrebbe dovuto mettere in campo l’esperienza per evitare tale situazione. Meno male per i Grigi che la “zona Cesarini” (per i nostalgici del calcio vintage) non ha sortito sorprese e la squadra di Gregucci può dormire sonni tranquilli e lavorare più serena in vista della trasferta di Lucca.

Umberto Eusepi (foto © Mario Bocchio)

Un Gregucci soddisfatto, ma che ha sobbalzato in panchina nella fase finale come se si materializzassero gli spettri di Novara e Grosseto. Il potenziale tecnico c’è, bisogna rimanere sempre attenti e concentrati perché in questa stagione il campionato è equilibrato e pieno di insidie per tutti. L’Alessandria ha battuto la capolista ma ha perso in casa del Renate, la nuova numero uno della classifica a dimostrazione che non bisogna lasciare nulla a nessuno.… Leggi >

Il ko con i Grigi impedisce alle Bianche Casacche il controsorpasso in vetta al Renate

Pergolettese-Renate 0-2 (foto Us Pergolettese)

Il Renate piega 2-0 la Pergolettese a domicilio: nerazzurri in vantaggio al 10′ con Kabashi, che fa suo un pallone allontanato dalla difesa e insacca di sinistro. Alla mezzora gli ospiti restano in 10: Palermo rimedia in pochi istanti due cartellini gialli e abbandona anzitempo la gara. Nella ripresa, il Renate raddoppia su calcio di rigore, assegnato per fallo di Bakayoko su Guglielmotti e trasformato da Giovinco. Con questo successo la squadra di Diana vola a 28 punti. L’Olbia dà continuità al pari di Como ottenendo tre punti contro la Juve U23: Pennington porta sopra i sardi, Rafia pareggia per la formazione di Zauli, ma è Udoh all’82 a consegnare la vittoria ai padroni di casa. Colpo grosso dell’Alessandria che supera 2-1 la Pro Vercelli (che non riesce quindi nel crontrosorpasso in vetta al Renate) nel derby piemontese: Grigi sul doppio vantaggio con Eusepi ed Arrighini, poi il rigore di Padovan fissa il risultato. Colpo esterno della Carrarese che batte 2-1 la Giana Erminio grazie alle reti di Manzari e Piscopo, con il gol della bandiera di Montesano. Doppio 0-0 in NovaraAlbinoleffe e Pro PatriaGrosseto, mentre De Respinis regala alla Pro Sesto la vittoria 1-0 sul Lecco. Reti inviolate nel derby toscano tra Livorno e Pontedera. Nell’altro derby toscano invece la Pistoiese ha battuto 2-0 la Lucchese, con le reti di Chinellato e Valiani. … Leggi >

Il derby è dei Grigi, la Pro Vercelli recita il mea culpa

Alessandria-Pro Vercelli 2-1, Luca Parodi (foto © Mario Bocchio)

Il derby è sempre una partita speciale: Alessandria e Pro Vercelli lo hanno onorato fino in fondo, ribattendo colpo su colpo e tenedone il risultato in bilico fino alla fine. Hanno vinto i Grigi più cinici e concentrati delle Bianche Casacche, passando meritatamente in vantaggio e raddoppiando nel momento cruciale della gara, un minuto dopo il rigore sbagliato dal vercellese Rolando. Eusepi ha aperto le marcature al 26’ su angolo calciato da Sulijc con un colpo di testa che ha anticipato e battuto Saro in uscita.

Il vantaggio dei Grigi ad opera di Umberto Eusepi, di testa (foto © Mario Bocchio)

Nella ripresa lo stesso Eusepi (con Cosenza uno dei tre giocatori ad aver vestito la casacca di ben tre squadre del famoso Quadrilatero piemontese) ha inventato un perfetto assist (68’) per Arrighini che in velocità ha eluso la difesa avversaria battendo l’estremo vercellese.

Guarda la fotogallery

La partita avrebbe potuto cambiare un minuto prima (67’), ma Rolando ha calciato malamente sopra la traversa il rigore decretato per atterramento in area di Petris da parte di Macchioni.

Andrea Arrighini sta per far partire il tiro della seconda rete dell’Alessandria
(foto © Mario Bocchio)

Animi caldi in campo e sulle panchine (espulso Modesto) dopo che la Pro aveva riaperto il match al’ 85’ con il secondo calcio di rigore decretato per fallo di Casarini (appena entrato) su Padovan; lo stesso giocatore si è incaricato della trasformazione.

Finisce tra l’esultanza Leggi >

Semifinali scudetto, partite perse a tavolino, reti sfondate

Pro Vercelli – Alessandria 1-2 Campionato 1988-‘89. Alla fine la rete ha ceduto per la pressione dei tantissimi tifosi dei Grigi

Semifinali scudetto, partite perse a tavolino, reti sfondate: normale per uno dei derby più carichi di storia del calcio e fra due squadre che si incrociano da oltre un secolo con una storia simile fatta di un’epoca d’oro (7 gli scudetti della Pro) e di un passato prossimo culminato in fallimenti che portarono alla rinascita delle gloriose casacche di entrambi i club. Alessandria-Pro Vercelli non è mai una sfida scontata anche se a leggere lo score delle sfide si ritrova una sostanziale parità (29 successi dei Grigi, 27 delle Bianche Casacche) che proprio normale non è. La rivalità nel calcio ha origini antiche e le due sorelle del quadrilatero piemontese lo sanno perché c’è un episodio nella storia delle due rivali che è lo spartiacque della loro rivalità.

Un fotogramma della storica semifinale del 1920-’21

Serve risalire al 1921 per capire cosa divida le tifoserie: Alessandria e Pro si ritrovarono avversarie sul neutro di Torino per la sfida che individuava la sfidante del Bologna nel campionato del nord Italia il cui titolo era sinonimo di scudetto vista la palese inferiorità delle compagini del raggruppamento meridionale. A Torino non fu un match troppo normale e si concluse anzitempo perché l’Alessandria abbandonò il rettangolo di gioco dopo che due suoi giocatori erano dovuti uscire anzitempo per infortunio in un incontro dove le maniere forti erano diventate Leggi >

“Dobbiamo dare la svolta”

Umberto Eusepi a “L’Orso in Diretta”

Umberto Eusepi, attaccante dell’Alessandria, a “L’Orso in diretta” a cura di Museo Grigio ha commentato la sua esperienza con i Grigi, rinnovata dopo la sconfitta negli ultimi playoff: “Dopo la maledetta serata di Carpi parlai tre minuti con il presidente guardandolo negli occhi. Mi disse che ci avremmo riprovato perché ce lo meritavamo. Ha sempre detto che non avrebbe mai snaturato questo gruppo e non l’ha fatto. È una persona molto intelligente che non fa mai promesse che non può mantenere. Il mio unico obiettivo era tornare ad Alessandria, dovevo solo sistemare alcune cose quest’estate. E poi sono tornato”Sul campionato attuale: “La nostra altalena di prestazioni e risultati non va bene, dobbiamo sempre avere un rendimento alto. Dopo la sconfitta di Renate ci stiamo lavorando ancor di più, senza peli sulla lingua ci siamo detti le cose come stanno. Questa non è la classifica che noi vogliamo, sicuramente daremo una svolta al nostro campionato”. Sulla sfida contro la Pro Vercelli, sua ex squadra: “È un derby ma è soprattutto una partita che deve darci i tre punti. Soprattutto quest’anno, visto che non  ci saranno i tifosi allo stadio, dovremo vincere per dare almeno questa gioia a loro”

Leggi >