Archivio mensile:Febbraio 2018

Alessandria-Pontedera 0-0, tutto rinviato alla gara di ritorno

 

Pareggio senza reti: è questo il finale del primo round della semifinale della Coppa Italia tra Grigi e granata toscani. Tutto si deciderà nella la gara di ritorno il 6 marzo al “Mannucci”.

Match nella sostanza equilibrato, dove entrambe le compagini hanno creato interessanti occasioni, e dove i toscani hanno comunque tenuto sempre alti i ritmi.

Da segnalare nel primo tempo il palo di Grassi per il Pontedera, mentre nella ripresa una conclusione ravvicinata del grigio  Bellazzini è stata respinta con bravura dall’estremo difensore granata Biggeri.

In sala stampa

 

Il tabellino

Alessandria-Pontedera 0-0

Alessandria (4-3-3): Vannucchi; Celjak, Piccolo, Giosa, Fissore (32’st Barlocco); Nicco, Gazzi, Bellazzini; Gonzalez, Chinellato (17’st Fischnaller), Sestu (29’st Russini) A disp.: Pop, Lovric, Sciacca, Gjura, Usel, Ragni, Blanchard, Kadi.. All.: Marcolini

Pontedera (3-5-2): Biggeri; Romiti (15’st Risaliti), Borri, Frare; Tofanari, Calcagni, Caponi, Paolini (29’st Spinozzi), Corsinelli; Grassi, Pinzauti (22’st Maritato). A dsip.: Contini, Raffini, Ferrari, Marinca. All.: Maraia

Arbitro: Viotti di Tivoli

Note: serata fredda, terreno in buone condizioni. Spettatori: 1200 circa. Ammoniti: Romiti, Fissore, Gonzalez per gioco falloso. Angoli: 9-2. Recupero: pt 0′, st 4′

Guarda anche

La galleria fotografica della partitaLeggi >

Alessandria-Pontedera, semifinale di Coppa Italia: una partita fondamentale per salvare una stagione intera

Il corsivo di Mario Bocchio

 

La corazzata campione della Serie C contro l’outsider sfrontata e imprevedibile; una squadra che ha preso gusto a fare gli sgambetti alle grandi (Livorno, Siena e Padova) contro il club grigio che vuole riscrivere la propria storia: tutto questo è Alessandria-Pontedera, ovvero l’atipica semifinale della Coppa Italia.

La cornice del Moccagatta è pronta ad accogliere il terz’ultimo atto della tanto bistrattata Coppa nazionale: vogliamo uno stadio  gremito di tifosi grigi, motivati dalla voglia di supportare i propri colori, nella speranza di raggiungere un traguardo che potrebbe “salvare” la stagione. Si tratta, infatti, di una competizione che potrebbe dare tutt’altro aspetto alla difficile annata dell’Alessandria.

Una cosa appare certa, il peso specifico che la conquista del trofeo potrebbe avere per le due semifinaliste è molto diverso.

Per quanto riguarda la super favorita Alessandria reduce dalla favolosa cavalcata di due anni fa nella TimCup, il successo in Coppa Italia rappresenterebbe una sorta di viatico alle delusioni dell’ultimo anno. L’imprevisto epilogo dello scorso campionato e l’inizio di quello in corso bruciano ancora, per cui il trionfo in questa Coppa potrebbe comunque regalare il primo vero titolo per il presidente Luca Di Masi e la certezza matematica di accedere direttamente al terzo turno dei play off per la Serie B.

È una prospettiva incoraggiante per il futuro dei Grigi: sarebbe anche il giusto riconoscimento per il lavoro che sta svolgendo Mister Michele Marcolini, chiamato a raddrizzare la rotta.

Atmosfera molto diversa in Leggi >