Archivio mensile:ottobre 2016

Alla fine il Siena crolla sotto i colpi della capolista

fotografie-alessandria-siena_30_10_2016-64

 

La gara tra Alessandria e Robur Siena, valida per l’undicesimo turno del girone di Lega Pro, si è conclusa sul punteggio di 5-2 grazie alle reti di Marras (A), Gonzalez (A) due, Mendicino (S) su rigore, Bunino (S) e Bocalon (A), anche lui doppietta. Entrambi gli allenatori presentano diverse sorprese nelle formazioni iniziali. Al primo affondo, siamo al 10’, passa l’Alessandria con Marras, il quale riceve da Celjak e si accentra prima di concludere di sinistro da venti metri fulminando Moschin. Immediata la reazione ospite, con Vannucchi chiamato a risolvere una furibonda mischia nell’area grigia. Al 17’, però, l’Alessandria raddoppia. Grave incertezza di Stankevicius, Gonzalez gli ruba la sfera, si porta a tu per tu con Moschin e va a siglare il più classico dei gol dell’ex.

fotografie-alessandria-siena_30_10_2016-27

Gli ospiti provano nuovamente a reagire chiamando più volte Vannucchi all’intervento. L’Alessandria c’è ed al 29’ è clamorosa l’ occasione per i Grigi. Sestu crossa da sinistra, Bocalon incorna a colpo sicuro ma Moschin si oppone da campione. Al 38’ Bunino approfitta di un’incertezza della difesa di casa e si incunea nell’area dei padroni di casa, Vannucchi lo stende ed il signor Guida decreta il rigore che, un minuto dopo Mendicino trasforma.

fotografie-alessandria-siena_30_10_2016-35

Sulle ali dell’entusiassmo la Robur trova anche il pareggio con Bunino che, al 41’, si ritrova liberissimo sul secondo palo e trasforma al meglio un cross da sinistra. Ma le emozioni non finiscono qui. Al 44’, infatti, l’Alessandria si riporta in Leggi >

Nemmeno la nebbia fa più paura dell’Alessandria

dscn0163

 

Partita incredibile al Moccagatta dove l’Alessandria batte 5-2 il Siena, conquista la sua decima vittoria stagionale (in 11 partite) e resta saldamente al comando della classifica a +5 sulla Cremonese. Risultato rotondo ma che non deve trarre in inganno: il successo dei grigi di Braglia non è stato affatto una passeggiata.

dscn0194

Merito di un Siena mai domo, capace di rimontare in due minuti da 0-2 a 2-2 per poi sciogliersi definitivamente nella ripresa. In evidenza Gonzalez e Bocalon, autori di una doppietta ciascuno. Partita condizionata dalla fitta nebbia che ha costretto l’arbitro Guida a sospendere il gioco per qualche minuto a metà ripresa.

Gli highlights della partita (clicca qui)

dscn0208

dscn0223

MBoc

In sala stampa

Le due curve

fotografie-alessandria-siena_30_10_2016-3Quella senese.

fotografie-alessandria-siena_30_10_2016-5

fotografie-alessandria-siena_30_10_2016-15

fotografie-alessandria-siena_30_10_2016-41Il silenzio di quella grigia durante i venti minuti protesta…

 

fotografie-alessandria-siena_30_10_2016-48Poi riesplode l’incitamento!

Il tabellino

Alessandria-Robur Siena 5-2 (3-2)

Alessandria: Vannucchi, Celjak, Manfrin, Cazzola, Mezavilla (C), Piccolo, Sestu, Marras, Gonzalez, Gozzi, Bocalon. A  disposizione: La Gorga, Cottarelli, Nicco, Marconi, Iocolano, Fissore, Sosa, Barlocco, Branca. All.: Piero Braglia

Robur Siena: Moschin, Gentile, Guerri, Mendicino (C), Bunino, D’Ambrosio, Iapichino, Bordi, Stankevicius, Grillo, Vassallo. A disposizione: Ivanov, Panariello, Ghinassi, Marotta, Ventre, MAsullo, Lucarini, Saric, Firenze, Doninelli, Terigi, Secondo. All. :Giovanni Colella

Arbitro: Ilario Guida di Salerno

Reti: 9′ Marras (A), 16′ e 63′ Gonzalez (A), 39′ Mendicino (RS, rig.), 41′ Bunino (RS), 44′ e 95′ Bocalon.

Ammoniti: Vannucchi (A), Sestu (A), Iapichino (RS), Stankevicius (RS)

Calci d’angolo: 2-5

Recupero: 1′ nel primo tempo, 5′ nel secondo tempo.… Leggi >

A “L’Orso in diretta” i contributi di Argilli e Morero

argilli

Nella puntata del 28 ottobre, de “L’Orso in diretta” andata in onda negli studi di Radio Voce Spazio (regia di Mauro Bavastri)   Mario Bocchio, Sergio Giovanelli e Paolo Baratto hanno presentato la gara di domenica pomeriggio, inizio alle ore 18,30, tra Alessandria e Robur Siena.

Come sempre, sono stati diversi gli interventi che si sono susseeguiti durante l’ora di diretta.

Andrea Bianchi, giornalista del “Corriere di Siena”, ha parlato di come la squadra di Mister Colella arrivi al match, con il problema di Marotta, ancora in dubbio.

Poi è stata la volta di Stefano Argilli, responsabile del settore giovanile del Siena e allenatore della squadra under 17, ex allievi; grande bandiera bianconera, ha raccontato le sue forti emozioni nel vestire questa maglia per nove stagioni, nelle quali è passato dalla serie C alla A, pero poi denunciare tutta quella parte sommersa di marcio che esiste nel calcio, dando il là alla purtroppo triste e squallida vicenda di Calciopoli.

Morero in Cuneo-Alessandria

L’ex capitano dell’Alessandria,ed ex giocatore del Siena,  Santiago Morero, attualmente in forza alla Juve Stabia, ha ricordato i trascorsi recenti in maglia grigia, con il rammarico avuto questa estate per non essere stato riconfermato.2005-rastelli

Claudio Rastelli, giocatore dell’Alessandria nella stagione 1983-’84, ha parlato di quel campionato, dei Grigi beffati sul filo di lana dal Livorno e dall’Asti. e della sua precedente esperienza al Torino, quando si allenava nel vecchio e mitico “Filadelfia”. Attualmente è impegnato come … Leggi >

Quando Alessandria-Siena non fu una normale partita di calcio

fibbighidiniL’Alessandria nel campionato 1940-’41. In piedi da sinistra: Ghidini, Bulgheri, Bigando, Fibbi, Giuberti, Foglia, Ghezzi, Caligaris, Cavasonza, Cerutti, Rampini.

 

Sei ottobre 1940. L’Italia da quattro mesi è in guerra a fianco della Germania contro Francia e Gran Bretagna. L’attività calcistica ufficiale comincia oggi con la prima giornata dei campionati di serie A e B.

Il torneo cadetto vede ai nastri di partenza anche la squadra grigia allenata dall’ungherese Otto Krappan.

Il calendario oppone la formazione mandrogna al Siena: la partita si gioca al campo del Littorio di Alessandria con inizio alle 15,30.

Nel primo tempo le squadre danno vita ad un incontro piacevole con momenti di buon gioco. Decisamente meglio la squadra di casa che oltre alla rete del vantaggio segnata da Fibbi (foto sotto, a sinistra) al 21′ minuto crea diverse altre azioni che mettono a dura prova la resistenza della difesa toscana.1266-266-fibbi

Nella ripresa il Siena parte deciso nel tentativo di pareggiare ma la sfuriata iniziale dei bianconeri viene rintuzzato senza eccessivi problemi dalla retroguardia grigia.

Quando tutto sembra avviarsi sui binari di una normale partita di calcio, avviene un episodio che si è visto di rado nel mondo del pallone. O meglio, è capitato numerose volte che due calciatori si accapigliassero finendo la partita anzitempo. Mai, o quasi mai, questi giocatori appartenevano alla stessa squadra.

Cosa ha provocato la lite e l’espulsione dei due atleti grigi Ferruccio Ghidini e Arrigo Fibbi?

Probabilmente un sovraccarico di adrenalina, magari … Leggi >

Contro il Siena il campo alessandrino è imbattuto da settantasette anni

scansione-4

 

La Robur Siena nasce nel 1904 ma non disputa tornei ufficiali fino alla stagione 1921-’22. Milita nelle categorie inferiori fino al 1938 quando conquista la promozione in serie B. Nella categoria cadetta, in realtà, i bianconeri c’erano già stati due stagioni prima, ma si trattò di un “mordi-e-fuggi” con immediata retrocessione. Questa volta i senesi giungono in B per restarci ed in effetti ci rimangono fino al 1948. Nel 1952 cade in IV serie dopo aver disputato il girone di qualificazione per la C (vinto dall’Alessandria). Nel 1956 risale in Terza serie vincendo anche lo Scudetto dei Dilettanti. Da allora fino alla fine del secolo tanta serie C (in tutte le sue formule).

scansione-4b

scansione-5

scansione-6Fotogrammi riferiti alla sfida Alessandria-Siena 0-0, campionato di serie C1 1996-’97.

 

Nel 1999-2000 il Siena, molto rinforzato nella compagine societaria, vince il girone di C1 ed approda in B. Due stagioni di assestamento, poi vince anche il torneo cadetto ed è promosso, per la prima volta nella sua storia, nella massima serie. Sette campionati di A con il tredicesimo posto come massimo piazzamento, la retrocessione, il ritorno in A per altre due stagioni ed infine il fallimento legato alla crisi del Monte dei Paschi. La nuova Robur (gli anni d’oro li ha vissuti come Siena AC denominazione assunta dal 1933), riparte dalla D che vince subito e rientra in Lega Pro.

chiesaEnrico Chiesa con la maglia del Siena.

 

Le sfide con l’Alessandria

Il primo incontro tra Grigi piemontesi Leggi >